L'ex M5s De Falco a difesa della Capitana Carola: "Ha alta dignità morale". E attacca Salvini

L'ufficiale italiano e senatore del Gruppo Misto si schiera dalla parte di Carola Rackete, comandante della Sea Watch 3

L'ex M5s De Falco a difesa della Capitana Carola: "Ha alta dignità morale". E attacca Salvini

Carola Rackete ha un alleato in più e si chiama Gregorio De Falco. L'ufficiale italiano, ex numero uno operativo della capitaneria di porto di Livorno, si schiera dalla parte della comandante della Sea Watch 3, la nave della Ong che, con 42 migranti a bordo, ha forzato il blocco navale italiano, dirigendosi verso il porto di Lampedusa.

L'ex dissidente del Movimento 5 Stelle, ora approdato al Gruppo Misto a Palazzo Madama (in aperta polemica, appunto con la linea pentastellata, dopo l'addio al partito), critica il pugno duro di Matteo Salvini in materia di immigrazione.

Il senatore prende posizione su Facebook, con un lungo post. Eccolo: "Il Comandante della Sea Watch ha la responsabilità di tutelare la nave e le persone che vi sono a bordo. È lei l'autorità che deve valutare le reali condizioni, sia poiché possiede tutti gli elementi di valutazione necessari, sia perché ha il dovere di prendere provvedimenti in relazione a quel fine di tutela. Ecco perché, nonostante la sua nave e le persone a bordo siano state sottoposte da giorni a veri atti di inciviltà giuridica e di disumanità, in relazione alle concrete circostanze, ha deciso di entrare nelle acque territoriali italiane".

De Falco contro Salvini

Dunque, l'affondo al leader della Lega: "Il ministro dell'Interno che urla sguaiatamente dispone degli strumenti atti a contrastare l'ingresso dei migranti irregolari, che invece quotidianamente fanno ingresso, decine e decine, senza alcuna regola od ordine, mentre si accanisce contro i 42 naufraghi a bordo della Sea Watch, vittime anche mediatiche della costante propaganda, e per i quali, come è noto, è possibile una immediata ricollocazione".

Infine, l'elogio dell'attivista tedesca e l'attacco all'esecutivo, e specialmente – ancora -, al responsabile del Viminale: "Il Comandante Carola Rackete è persona di alta dignità morale, dimostra una considerevole forza e coerenza rispetto alle responsabilità del proprio ruolo di Comando. Altri scappano dalle responsabilità, lei invece le assume su di sé, coraggiosamente!".

Commenti