Minacce a Tajani, la solidarietà da Fi. Ordigno contro Musumeci: fatto brillare

"Insulti e minacce. Solidarietà al nostro coordinatore nazionale Antonio Tajani vittima dell'odio dei #NoVax"

Minacce a Tajani, la solidarietà da Fi. Ordigno contro Musumeci: fatto brillare

«Insulti e minacce. Solidarietà al nostro coordinatore nazionale Antonio Tajani vittima dell'odio dei #NoVax. Siamo certi che non si farà intimidire. Andiamo avanti per convincere gli indecisi, il vaccino è l'unico strumento per sconfiggere il Covid». Così si legge sui social di Forza Italia a proposito delle minacce ricevute via social dal coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani. «Piena solidarietà ad Antonio Tajani, ennesima vittima di insulti e minacce sui social. Questo clima di odio e violenza verbale non riuscirà in alcun modo a minare la battaglia che il Paese sta conducendo per tornare alla normalità» scrive in una nota Renato Brunetta, ministro per la Pubblica amministrazione. «La violenza, anche quella verbale, va condannata con decisione, e la scienza e i vaccini vanno difesi a spada tratta» twitta la ministra per gli Affari regionali Maria Stella Gelmini.

Dai social ai binari della linea ferroviaria Catania-Militello in Sicilia dove un ordigno rudimentale è stato ritrovato e fatto brillare dagli artificieri della polizia all'altezza di Militello val di Catania. Inquietante il collegamento con una lettera di minacce al governatore siciliano Nello Musumeci, che è stata scoperta poco distante. A indagare sull'episodio è la questura di Catania e per oggi la prefetta di Catania, Maria Carmela Librizzi ha convocato il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza. Intanto arrivano attestati di solidarietà a Musumeci da tutto l'arco politico.

Commenti