Il mistero dei buchi neri

Il Nobel della Fisica a Penrose, Genzel e Ghez per i loro studi sui "giganti cosmici"

Buchi neri. Due parole per battezzare qualcosa che adesso ci sembra perfino familiare. Il merito è della scienza e un po' anche della fantascienza. Solo che si fa perfino fatica a immaginarli. È qualcosa che ha una massa così densa da curvare lo spazio-tempo, come una palla oscura su quel tappeto che per brevità chiamiamo universo. Se fosse possibile avvicinarsi restando in bilico sul confine, sull'orizzonte degli eventi, l'unica cosa che vedremmo è questa sfera buia che si mangia qualsiasi cosa, compresa la luce. Non sappiamo cosa ci sia lì dentro, di certo massa così concentrata da attirare tutto ciò che ci gira intorno. Una volta caduti al suo interno le leggi della fisica che conosciamo non valgono più. È un mistero.

L'esistenza dei buchi neri era stata prevista da Albert Einstein nella Relatività generale, solo che perfino lui stentava a crederci. La sua teoria li prevedeva, ma la sua immaginazione restava scettica. Il nome Black Hole, adesso così popolare, ha solo 53 anni. È il 1967 quando il fisico statunitense John Wheeler, durante una conferenza, trova un nome semplice e suggestivo. L'indagine e le teorie sui buchi neri è chiaramente precedente. A scommettere davvero sull'esistenza dei buchi neri è stato però il fisico e matematico Sir Roger Penrose. Metà del Nobel 2020 della fisica è suo. Ci ha messo un po' di tempo ad arrivare, visto che ha 89 anni, ma il tempo come si sa è relativo. Penrose sostiene in Dal Big Bang all'eternità che la materia e l'energia si dissolveranno in una grande buco nero, ma da questo universo freddo e disfatto si ripartirà con un nuovo Big Bang. È la teoria dell'eterno universo.

L'altra metà del Nobel va al tedesco Reinhard Genzel e alla statunitense Andrea Ghez. Hanno scoperto qualcosa di straordinario che ci riguarda in qualche modo da vicino. Al centro della nostra galassia, nel cuore della via Lattea, di cui il nostro sole è una sperduta periferia, c'è un oggetto invisibile ed estremamente pesante che governa le orbite di stelle e pianeti. È un buco nero supermassiccio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Mer, 07/10/2020 - 18:14

Non si dice buchi neri, ma buchi di colore. Rassisti!

tremendo2

Gio, 08/10/2020 - 16:45

spazio e tempo non sono cose, ma categorie mentali. Per esempio se alla categoria di “plurale” segue la categoria di “cosa” ecco che costruisco la categoria di “spazio”. Naturalmente bisogna aver appreso la lezione di Gimbattista Vico il quale aveva affermato in maniera decisa: i fatti sono il risultato di un “fare”. Era un’idea scomoda. Minava la nozione tradizionale di verità e la solidità di tutto ciò che si voleva considerare “reale”.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Ven, 09/10/2020 - 14:15

La realta' e' che non sappiamo un bel niente di cosa sia lo spazio-tempo ovvero quella cosa che permette l'esistenza, di tutto cio' che esiste e che la contiene.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 11/10/2020 - 15:33

DI SPAZIOTEMPO SAPPIAMO MOLTISSIME COSE ORMAI MA MANCA ANCORA MOLTISSIMO PER SCOPRIRE TUTTO CIO' CHE SA COLUI CHE HA FATTO IL MONDO !!!

investigator13

Lun, 12/10/2020 - 19:28

per i non addetti ai lavori, come potrebbe definire un buco nero? Un aspiratore che ingoia tutto quanto si avvicini alla sua bocca che rigenera e poi risputa tutto fuori pronto per essere nuovamente pronto per l'uso? quindi il buco nero apporta equilibrio nello spazio per l'eternità, ovvero l'occhio di Dio sempre presente infinitamente

flip

Lun, 19/10/2020 - 10:30

da ignotrante e curioso come sono,tutto ciO' che nello spazio ci circonda. mi affascin..se noN ci fossero i 'buchi neri', come sarebbe l'universo??

flip

Lun, 19/10/2020 - 10:40

TREMENDO 2...SEI PROPRIO TREMENDO. UN'IGNORANTE COME ME MA APPASSIONATO A COSE SUPERIORI ALLA MIA MEMNTE COJME DEVE COMPONTARSI???????lasciare perdere è meglio????? o sforzarsi di capite??? ho un brutto vizio: cercare di capire le cose che non caoisco, mCi metto un pò di tempo, ma poi ci arrivo.....