Il Senato ricorda Jole Santelli. Ma la maggioranza non applaude

Tutta l’Aula si è stretta in un caloroso applauso per salutare la collega scomparsa prematuramente. Dalla maggioranza non è arrivato alcun gesto

Dopo le polemiche scaturite in seguito alle affermazioni di Nicola Morra su Jole Santelli, è arrivato un nuovo sfregio alla memoria della ex presidente della Regione Calabria.

Nessun applauso

Ieri, 25 novembre, si è scatenata una vera e propria bagarre al Senato per le parole rilasciate dal grillino Giovanni Endrizzi a difesa di Morra, ancora in carica nonostante le richieste di dimissione da parte del centrodestra. Non solo: come dimostra un video diffuso su Twitter dalla Lega, in occasione del ricordo di Santelli, evocata da Maria Elisabetta Casellati, la maggioranza non ha commemorato il ricordo della ex governatrice.

Riavvolgiamo il nastro. La presidente del Senato è intervenuta ricordando "una grande donna". "Tutti abbiamo testimoniato il suo coraggio, il suo amore per la Calabria, un amore corrisposto. Con lei la Calabria ha perso una guida, un riferimento anche rispetto a quel concetto di legalità che oggi è stato più volte richiamato”, aveva aggiunto Casellati.

Al termine di simili dichiarazioni, quasi tutta l’Aula si è stretta in un caloroso applauso per salutare la collega scomparsa prematuramente. Quasi: perché mentre l’opposizione ha applaudito al discorso della Casellati, dalle fila della maggioranza non è arrivato alcun gesto. "La presidente Casellati ricorda Jole Santelli, ma la maggioranza non applaude”, ha sottolineato l’account della Lega.

Botta e risposta Endrizzi-Casellati

Tra l’altro, nello stesso giorno, come anticipato era andato in scena anche un durissimo botta e risposta tra il senatore grillino Endrizzi e Casellati. "Una cittadina di Padova mi ha detto che un politico vero si vede dal coraggio di dire quello che gli altri tacciono", aveva affermato Endrizzi difendendo Nicola Morra e scatenando la reazione dell'Aula. Secca la replica di Casellati: "Noi stiamo parlando di una persona che è morta, c'è un codice deontologico. Non si può infangare il nome di Jole Santelli". Casellati è stata insomma costretta a interrompere l'intervento di Endrizzi.

"Non avrei mai voluto che si fosse tenuta oggi questa discussione", ha chiosato Casellati. "Voglio ancora ricordare Jole Santelli come una grande donna. Bisogna dirlo oggi, che è la giornata delle donne, ad alta voce. Tutti quando è venuta a mancare abbiamo testimoniato il suo coraggio e il suo amore con la Calabria, amore chiaramente corrisposto. Con lei la Calabria ha perso un riferimento e una guida anche rispetto al concetto di legalità che oggi è stato più volte richiamato". ha quindi concluso la presidente del Senato al termine di una giornata carica di tensioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

QuantoBasta

Gio, 26/11/2020 - 18:39

I comunisti, sempre invidiosi, persino davanti alla morte !

Mariottoilritorno

Gio, 26/11/2020 - 18:39

lasciate riposare in pace la povera Jole che probabilmente adesso sta certamente meglio di tutti noi messi insieme

DRAGONI

Gio, 26/11/2020 - 18:40

SONO DELLE RAPE ANDATE A MALE !

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Gio, 26/11/2020 - 18:45

Ma che senso ha applaudire una persona che e` morta? Le scimmie applaudono senza motivo, o per motivi insondabili...

maxfan74

Gio, 26/11/2020 - 18:46

Per gli italiani non è quella la maggioranza è solo una situazione sintetica...

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Gio, 26/11/2020 - 18:48

L'invidia e l'odio degli ex komunisti per gli avversari politici è una questione genetica assodata da tempo

Triatec

Gio, 26/11/2020 - 19:05

PeccatoOriginale @ Non era un funerale, ma applausi per esternare l'approvazione della commemorazione.

Ritratto di HARIES

HARIES

Gio, 26/11/2020 - 19:08

E' ora di finirla con questi applausi quando si ricorda una persona che ci ha lasciati, oppure quando si va ad un funerale. Un minuto di raccoglimento è più rispettoso. Gli applausi si fanno ai commedianti o agli artisti che ci fanno sorridere, e basta! Al Senato i Comunisti finalmente si sono comportati da veri cristiani!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 26/11/2020 - 19:38

Questa è una maggioranza? Forse una maggioranza in aula, numerica, che ha senatori e deputati in numero non ripetibile alle prossime elezioni, quelle che un giorno si dovranno fare, in base alla Costituzione.

ilrompiballe

Gio, 26/11/2020 - 19:46

PeccatoOriginale - HARIES : avete ragione, a volte conviene stare zitti.

peter46

Gio, 26/11/2020 - 19:55

Hanno fatto bene a non applaudire che altrimenti sarebbe sembrato un ringraziamento x il voto sul riassesto(con l'intonaco del cdx,certo)di bilancio.E che v'aspettavate...

Fjr

Gio, 26/11/2020 - 19:58

Questo la dice lunga sul livello di sensibilità istituzionale di chi ci governa,non c’è l’unanimita’ per il rispetto dell’esponente politico mancato per una malattia che non lascia speranza,ma almeno per la donna o uomo che in qualche modo hanno cercato di fare del loro meglio per migliorare una situazione catastrofica come quella della regione Calabria,almeno quello di rispetto era dovuto,in altre epoche con altri politici onesti o collusi le cose sarebbero andate in modo diverso

Giorgio5819

Ven, 27/11/2020 - 10:08

La bassezza comunista é un male incurabile.

Ritratto di Nahum

Nahum

Ven, 27/11/2020 - 11:31

Riavvolgiamo il nastro, evitate certi vezzi stilistici, comunque applaudire per forza é ancora meglio di non applaudire ...

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 27/11/2020 - 12:04

per gli stranieri però applausi, cori e striscioni vanno bene vero?? questi sinistri hanno un odio tale per gli italiani....