Ecco chi è il sindaco dei record che sbanca di nuovo

Roberto Di Piazza sfiora il 52% e viene rieletto a Trieste. Dopo la vittoria di Occhiuto in Calabria, arriva un altro successo per Forza Italia

Ecco chi è il sindaco dei record che sbanca di nuovo

Dopo un primo turno complesso per via della presenza di numerosi candidati a sindaco, l'uscente Roberto Di Piazza, primo cittadino ed espressione di Forza Italia e del centrodestra, ha vinto al secondo turno le elezioni comunali di Trieste. Già dopo le prime sei sezioni scrutinate, era divenuto chiaro quale fosse l'andazzo: Di Piazza ha superato il 50% dei voti subito dopo l'inizio dello spoglio. Siamo così al quarto mandato per un esponente politico che è ormai diventato un simbolo per l'intera città.

Il candidato del centrosinistra Francesco Russo è stato così sconfitto nonostante una rimonta che aveva impensierito anche i più ottimisti del fronte opposto. Il distacco tra i due candidati dovrebbe essere di circa quattro punti percentuali. Vale la pena sottolineare comunque le aspettative che davano il centrodestra favorito già al primo turno. Ci sono voluti altri quindici giorni, ma alla fine le previsioni si sono avverate.

Le prime parole pronunciate dal sindaco di Trieste Di Piazza sono state registrate dall'Agi: "Ho vinto e questa è una cosa che non dimenticherò mai e farò sempre di tutto per la mia città con grande amore", ha detto il politico di Forza Italia, parlando con la rete TeleQuattro. Poi l'apertura programmatica nei confronti della minoranza che sarà capitanata dall'ex sfidante: "L'ho sentito e a lui ho fatto i complimenti per il suo forte recupero e gli ho fatto una proposta: gli ho detto che sul porto vecchio lavoreremo insieme. Sul resto potrà fare opposizione ma sul porto vecchio, visto che è stato uno dei promotori, lavoreremo insieme". Grandi possibilità, dunque, per una collaborazione che preveda il coinvolgimento di chi siederà sugli scranni dell'opposizione.

Roberto Di Piazza fa parte di quei candidati riconosciuti sul territorio di stampo moderato. Uno dei grandi temi posti dall'intera coalizione del centrodestra riguardava le tempistiche inerenti la scelta degli aspiranti sindaci. Ma qualcuno, come il parlamentare di Fi Alessandro Cattaneo, aveva fatto pure una riflessione di questo tipo: "Buone notizie arrivano dalla Calabria con il nostro Occhiuto e anche da Trieste con una persona come Di Piazza che proviene dai nostri valori e li interpreta al meglio". E ancora: "Vedo - aveva fatto presente - anche che l'era del civismo è un pò superata, non esistono candidati civici buoni contro candidati politici cattivi pregiudizialmente. Quando la politica ci si mette - aveva aggiunto l'ex sindaco di Pavia - riesce a proporre persone credibili". E Piazza fa parte, con Occhiuto in Calabria che ha vinto a sua volta, dei candidati espressi da Forza Italia.

La partita di Trieste è stata commentata pure da Matteo Salvini: "Ho guardato i dati, che stanno arrivando" dai ballottaggi "avevamo 8 sindaci uscenti, noi passiamo da 8 a dieci. A Roma, Torino e Trieste, sono stati confermati i sindaci uscenti". Insomma, per il leader leghista l'elemento da considerare riguarda soprattutto chi governava prima. E questo vale pure per Trieste, dove Di Piazza si è confermato per la quarta volta.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti