La tentazione che serpeggia tra i 5S: "Conte non è più insostituibile"

Nel bel mezzo della crisi, tra i parlamentari grillini, inizia a trapelare il dubbio che Giuseppe Conte non sia più intoccabile. Anzi...

La soluzione della crisi di governo resta ancora un'incognita, ma qualsiasi essa sia lacererà ancor di più il M5S. Tra i parlamentari grillini inizia a trapelare il dubbio che Giuseppe Conte non sia più insostituibile.

Proprio oggi i pentastellati si sono sentiti in dovere di rinnovare la fiducia nei loro ministri ed esponenti di governo: "Non vi è alcun bisogno di alzare barricate a loro difesa perché, contrariamente a quanto affermato da alcuni media, nessuno è sacrificabile sull'altare di presunti interessi che nulla hanno a che fare con i bisogni dei cittadini italiani”, si legge in un post pubblicato su Facebook. E ancora: “Tutti sono invece chiamati a impegnarsi con questo governo e il presidente Conte per dare al Paese le risposte necessarie". Un chiarimento apparentemente inutile, dal momento che i grillini, nell'assemblea tenutasi lunedì, avevano confermato il loro appoggio al premier, ma già in quell'occasione erano arrivati i distinguo. La deputata Federica Dieni, segretaria e capogruppo M5S al Copasir, aveva dichiarato:“Se l'unico ostacolo per uscire dalla crisi è il presidente del Consiglio si può pensare di rimuoverlo” e, poi, aveva aggiunto:"Dobbiamo portare a casa il Recovery Plan con estrema urgenza e se Renzi è ossessionato dai nomi tanto da far cadere il governo, come extrema ratio si potrebbe pensare di fornire a Italia viva un altro nome del Movimento 5 Stelle come premier". Un concetto ribadito anche in un'intervista rilasciata al quotidiano Il Dubbio, dal titolo “Neanche Conte è intoccabile”. Anche altri parlamentari come Cosimo Adelizzi si sarebbe detto contrario a legare il destino della legislatura al nome di Conte, mentre la senatrice Laura Granato, intervistata dall'Adnkronos, ha dichiarato (salvo poi pubblicare su Twitter una smentita d'ufficio) che“Conte va sostenuto se alle spalle c'è un'agenda condivisa” e che sostenerlo incondizionatamente sarebbe un errore.

Insomma, dentro il M5S, i malumori crescono, man mano che il consenso per Conte diminuisce. Un sondaggio del 30 dicembre scorso effettuato da Emg per la Rai attribuisce un misero 37% di fiducia al premier, dietro a Giorgia Meloni, prima col 40%. Di fronte a questi numeri e all'eventualità che il M5S possa finire all'opposizione o che vi sia un ritorno alle urne è chiaro che Conte diventa sacrificabile. Ad oggi, stando agli umori raccolti da ilGiornale.it, l'appoggio verso il premier appare incondizionato “ma un domani non si sa”, ci dice un esponente di punta del Movimento. Sullo sfondo c'è sempre la figura di Luigi Di Maio che, al momento, incarna l'anima governista del M5S e lavora da pontiere, senza dar l'idea di voler andare a Palazzo Chigi, ma ovviamente ben pochi grillini si opporrebbero se fosse lui il successore di Conte. Poi c'è Alessandro Di Battista che non è mai stato un fervente sostenitore del governo col Pd, ma ora pare aver assunto una posizione più moderata. “Sono responsabile di quel che dico - che, tra l'altro coincide sempre con quel che penso - non lo sono delle elucubrazioni di alcuni giornalisti che prima di attribuirmi pensieri ed opinioni dovrebbero, quantomeno, avere la decenza di parlare con me”, ha chiarito 'Dibba' pochi giorni fa parlando con l’Adnkronos e smentendo le ricostruzioni che lo vedrebbero favorevole al ritorno alle urne e a una deroga alla regola grillina dei due mandati in caso di voto anticipato. La sensazione è che il gruppo pentastellato di Palazzo Madama non sia più monolitico e che assomigli sempre più a una scheggia impazzita. È lì che la maggioranza ha i numeri più risicati e i 4-5 senatori vicini alle posizioni di Di Battista sono decisivi per le sorti dell'esecutivo.

La partita si gioca attorno ai 209 miliardari del Recovery Fund che nessuno vuole perdere. La maggioranza e lo stesso Matteo Renzi, ci spiegano i ben informati, si sono incartati, anche se la soluzione era a portata di mano. In estate era tutto pronto per il rimpasto e si conoscevano anche i nomi dei ministri che avrebbero dovuto lasciare i propri dicasteri (Catalfo, Lamorgese e De Micheli) e persino quelli dei loro sostituti (Orlando, Del Rio e Boschi), ma poi non se n'è fatto più nulla. Conte ha difeso i suoi ministri dicendo che erano i migliori al mondo e, ora, teme di andare al Colle a rassegnare le dimissioni perché ha paura che Renzi ponga il veto sul suo nome. E, se lo facesse, al di là delle smentite ufficiali, non troverebbe più un M5S pronto a immolarsi per difendere 'l'avvocato del popolo'.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Ilsabbatico

Dom, 10/01/2021 - 10:15

Voglio proprio vedere se a qualcuno rimane un "briciolo di dignità".

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/01/2021 - 10:24

@Ilsabbatico - ma figurati, quale dignità? Ne hanno mai avuta una? Vedrai sarà l'ennesima festa per loro a tarallucci e vino. Così che continuiamo con due pandemia, una è il virus, l'altra sono loro.

Ritratto di Smax

Smax

Dom, 10/01/2021 - 10:28

Ormai i 5 stalle non esistono più. Sono un entità astratta che ha solo la finalità di votare tutto quello che decide il pd.

Ritratto di COVìPDdì...

COVìPDdì...

Dom, 10/01/2021 - 10:31

...per la POLTRONA venderebbero le loro madri, figurarsi l'avvocatorucolo

Viktor1

Dom, 10/01/2021 - 10:33

Ha rovinato l'Italia...incapace vanitoso, arrogante, ...

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 10/01/2021 - 10:38

Ma che squallido personaggio, lui i 5S ed i sinistri, tutti a cavalcare ed a derubare gli italiani. Senza vergogna, senza dignità. Non possono andarsene senza pagare i danni fatti.

Ritratto di mavalala

mavalala

Dom, 10/01/2021 - 11:02

I soliti destroidi lobotomizzati dal trio Medusa.... qualcuno sa motivare tutti questi insulti? Qualcuno sa elencare misure contro il popolo che non dipendano da una PANDEMIA MONDIALE? Qualcuno ricorda una misura, dico una, dei governi di centro destra che ancora oggi porta benificio agli Italiani? Mortimer...ancora aspetto i suoi commenti su Report e la trattativa Stato-Mafia....

Ilsabbatico

Dom, 10/01/2021 - 11:21

mavalala delle 11.02.... Penso proprio che lei, evidentemente non lobotomizzato ma profondo conoscitore della materia, avrà letto l'articolo e compreso che non si sta parlando delle misure , bensì di una coerenza politica. Ma dopo vedo anche che parla della PANDEMIA MONDIALE e capisco tante cose .... Passi una buona domenica.

ST6

Dom, 10/01/2021 - 11:25

mavalala: che c'entra l'operato in pandemia con i governi cdx o chicchessia negli anni non pandemici? Sembri Salvini quando gli chiedono A e risponde X. Piuttosto chiedi che fine ha fatto il prode Gallera? Mutismo assoluto, lo hanno decapitato in piazza dopo i mille mila trionfalismi sulle eccellenze lombarde e nessuno parla: Roba Da Regime. Punto

hectorre

Dom, 10/01/2021 - 11:49

dal2011 ad oggi è stato un continuo e triste decadimento di democrazia e uomini....governi incapaci zerbinati all’Europa e alla Germania, ora serve un drastico cambio di rotta!!!

Santorredisantarosa

Dom, 10/01/2021 - 12:14

SMAX PURTROPPO QUANDO SONO IN PARLAMENTO DECIDONO PER LORO E' QUELLO CHE CONTA, NON QUELLO CHE ERANO, QUELLO CHE SONO NELLE ELEZIONI, QUELLO CHE SONO STATI DOPO LE ELEZIONI COMUNALI, REGIONALI E PROVINCIALI. SONO NEL PALAZZO PER LORO E' QUELLO CHE SONO PURTROPPO. DOPO LE PROSSIME ELEZIONI VEDREMO I PEONES CHE SI SPARPAGLIERANNO NEI 2 PARTITI LEU E PD GLI LA QUASI TOTALITA' SCOMPARIRA' ED ALTRI TORNERANNO A VEDER LE STELLE NEGLI STATI DI CALCIO. INTANTO LORO DECIDONO PER LA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI CHE TALE MAGGIORANZA, IN QUESTO STRANO PAESE SCIALBO, SENZA DIGNITA' ED ONORE, LA MINORANZA DECIDE IN TUTTO E PER TUTTO. MA CHI DECIDE E' COLUI CHE DECIDE SENZA ELEZIONI, MA GRAZIE A QUEL FAMIGERATO ARTICOLO DELLA COSTITUZIONE CHE PUO' NOMINARE CHI VUOLE E ALL'INFINITO PRIMA DELLA SUA DECADENZA DAL POTERE CHE HA AVUTO.

agosvac

Dom, 10/01/2021 - 12:20

Con il 30% che i grillotti hanno in questo Parlamento balordo, i 5 stelle non possono andare all'opposizione, semmai si potrebbero rifiutare di partecipare ad un qualsivoglia Governo e resterebbero solo le elezioni. Il vero problema dell'Italia è ed è sempre stato Mattarella. Solo lui può indire le elezioni. Lo farà? Avrà la dignità di capire che sta cincischiando fin troppo e che è venuto il momento di decidere per il bene dell'Italia e non del suo partito?????

batpas

Dom, 10/01/2021 - 12:29

I 5stelle pronti a tutto e con tuti. sanno che l'alternativa , per loro, sarebbe la disoccupazione.

Ritratto di saggezza

saggezza

Dom, 10/01/2021 - 12:41

mavalala, report non l'ho visto. Ha parlato mica della telefonata distrutta su trattativa stato mafia fra napolitano e mancino? ha parlato mica dei 400 mafiosi liberati da questo governo? Ha parlato mica della telefonata dalema fassino: abbiamo una banca riferito alla bnl una delle più grosse banche del mondo? Forse con i soldi delle feste dell’unità. Clicca su google falcone kgb. E mi fermo qui.. ed abbia un po di rispetto per i milioni di disoccupati e aziende fallite

Yossi0

Dom, 10/01/2021 - 13:22

esorto l'elevato intervenga come farebbe un grande statista appunto da elevato e non da pseudocomico perché sono disperato come farò senza l'avvocato del popolo ? chi mi difenderà dopo questi anni di grande prosperità e sicurezza ed elargizioni ? come faremo, come faremo ?

Popi46

Dom, 10/01/2021 - 14:20

@Yossi0: come faremo? Semplice,ci butteranno a mare, a mo’ di sardine che.una volta impigliate nella rete, i pescatori rifiutano se la caccia è stata abbondante....

Yossi0

Dom, 10/01/2021 - 14:24

@Popi46 hai aumentato la mia disperazione ... elevato intervenga lei

ItaliaSvegliati

Dom, 10/01/2021 - 15:15

Hahahaha il m5s vendono anche Conte pur di non lasciare la poltrone....apriremo le camere come una scatoletta di tonno hahahaha....ONESTÀ ONESTÀ ONESTÀ!

Libero 38

Dom, 10/01/2021 - 15:40

L'accozzaglia 5 stalle cerchera' di salvare giuseppi perche' sa' benissimo che se il kompagnuccio mattarella sara' costretto a chiamare le elezioni,cosa che io prevedo non fara' mai per salvare capre e cavoli,per Gigino il bibitaro e gli amici di merendei cinque stalle sara'la fine.Non gli voteranno piu' nemmeno i furbacchiotti che prendono il reddito sfaticati,

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/01/2021 - 17:02

Che Conte non sia insostituibile dovrebbe essere chiaro a tutti, sia perché politicamente non è nessuno, solo una persona di buon livello intellettuale pescato dal M5S, sia perché è solo un avvocato, uno dei tanti, che ha fatto anche il professore, ma certamente non è un genio. I suoi Dpcm lo dimostrano. E’ da restituire al mittente, per il bene dell’Italia.

Ritratto di saggezza

saggezza

Dom, 10/01/2021 - 17:58

ST6 pensi e dica quello che vuole la sanità della lombardia è stata eccellente, è eccellente e sarà eccellente. Un errore di Gallera non pregiudica nulla. Sciacquatevi la bocca