Ristoratore trovato sanguinante davanti il locale. È in coma farmacologico

L'uomo è ricoverato all'ospedale di Tivoli. Sui fatti indagano i Carabinieri di Lavinio

Ristoratore trovato sanguinante davanti il locale. È in coma farmacologico

Un ristoratore è stato trovato da un passante riverso in una pozza di sangue davanti al suo locale a Lavinio, alla periferia di Anzio. Si tratta di uno dei soci del ristorante di 53 anni.

Sul posto sono intervenuti immediatamente il personale medico e i Carabinieri; poco dopo l'arrivo del 118 il ristoratore ha perso i sensi. I fatti sono accaduti nel primo pomeriggio di sabato, verso le 14:45; l'uomo è stato trasportato in codice rosso al vicino ospedale di Tivoli dove è stato sedato e attualmente si trova in coma farmacologico. Non è in pericolo di vita ma le suo condizioni restano gravi soprattutto per una ferita sopra l'occhio destro.

Non sono chiare le dinamiche dei fatti e sulla vicenda indagano i Carabinieri di Lavinio supportati dal Nucleo Investigativo di Frascati intervenuto per i rilievi scientifici del caso. Dai primi rilevamenti, tracce di sangue sono state trovate sia all'interno del ristorante (sia cucina che in sala) che all'esterno. La ferita riportate, secondo gli inquirenti, potrebbe dipendere sia da un'aggressione che da una caduta e pertanto, i carabinieri hanno temporaneamente sequestrato il locale.

L'uomo al momento è l'unico testimone dei fatti e, dunque, solo grazie alla sua testimonianza gli investigatori potranno delineare il quadro della vicenda.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti