Acqua micellare, a cosa serve e perché mantiene la pelle fresca e idratata

L’acqua micellare è un prodotto cosmetico utilizzato per la pulizia del viso. Dall’azione altamente idratante la sua formulazione delicata è adatta per ogni tipo di epidermide: ecco come utilizzarla

Acqua micellare, tutti i suoi benefici per una pelle fresca e idratata

L’acqua micellare è un prodotto cosmetico molto utilizzato per la pulizia del viso perché in grado di rimuovere con facilità e in poco tempo il trucco e idratare l’epidermide in profondità. Si chiama così perché è composta da ingredienti a base prevalentemente acquosa, i quali si fondono tra loro creando degli agglomerati sferici chiamati micelli. Quest’ultimi, entrando a contatto con l’epidermide, si mischiano alle impurità, agli eccessi di sebo e alle cellule morte delicatamente e senza alterare in alcun modo il film idrolipidico.

Molti non sanno che questo prodotto cosmetico affonda le sue origini negli anni Ottanta, utilizzato durante le sfilate di moda per velocizzare il cambio di trucco delle modelle. All’inizio era solo ad uso professionale per via del costo elevato.

Quali sono i benefici dell’acqua micellare

Questo prodotto cosmetico è in grado di rimuovere il trucco waterproof senza lasciare residui o rossori, mantenendo la pelle fresca, più a lungo. Non contiene sapone e nemmeno alcol o parabeni quindi, per questa sua composizione delicata, risulta adatto anche per le pelli più sensibili.

Il suo utilizzo è consigliato sia la mattina che la sera. Numerosi sono i benefici dell’acqua micellare per la pelle del viso: oltre a pulirla a fondo e idratarla, risulta un ottimo tonificante. Inoltre, ad essa è riconosciuto anche il potere di riequilibrare il ph naturale dell’epidermide in caso di pelle grassa o secca. È un vero e proprio prodotto dalla doppia funzionalità, il quale può essere utilizzato sia come latte detergente che tonico.

La sua composizione leggera non lascia tracce sulla pelle e né, tantomeno, risulta appiccicosa. Dopo il suo utilizzo non necessita di alcun risciacquo. Si utilizza versandola semplicemente su un batuffolo di cotone per poi passarla sull’epidermide. Al mattino dona un effetto rinfrescante. Utilizzata di sera, invece, rimuove tutte le impurità lasciate non solo dal trucco ma anche quelle dovute all’esposizione allo smog che spesso ingrigiscono l’epidermide.

Come scegliere l’acqua micellare giusta

Nel corso degli anni sono state studiate innumerevoli formulazioni di questo prodotto dello skincare, in base alla tipologia e alle esigenze particolari di ogni pelle. Se si ha la pelle secca ,gli esperti di bellezza consigliano una formulazione arricchita di vitamina E e che svolgono un’azione altamente idratante e anche lenitiva.

Invece per le pelli grasse che soffrono di produzione eccessiva di sebo, tanto da provocare la comparsa di punti neri e brufoli, occorre un’acqua micellare arricchita di solfato di rame o gluconato di zinco. Questi particolari componenti sono in grado di riequilibrare la produzione del sebo, rimuovendo anche l’inestetico effetto lucido tipico di questo tipo di pelle.

Esistono anche formulazioni indicate per le pelli molto sensibili che tendono ad arrossarsi facilmente, sia quando le si detergono ma anche quando sono esposte agli agenti atmosferici aggressivi come il freddo e il vento. In tal caso l’acqua micellare adatta è quella che contiene ingredienti dalla funzione lenitiva come l’avena.

Commenti