Linfoma della zona marginale, un nuovo farmaco cambia tutto

Una nuova speranza per tutti i pazienti affetti da questa tipologia di tumore refrattaria alla chemioterapia

Linfoma della zona marginale, un nuovo farmaco cambia tutto

Gli scienziati dell'Health Rogel Cancer Center (Michigan) hanno scoperto che un nuovo farmaco orale, zanubrutinib, si è rivelato efficace contro il linfoma della zona marginale. In particolare il tumore si è ridotto nell'80% dei 20 pazienti che hanno partecipato alla ricerca. Inoltre per un quinto degli stessi si è verificata una remissione completa. Al medicinale ha risposto bene anche una percentuale molto più piccola di soggetti affetti da un cancro simile, il linfoma follicolare. Gli effetti collaterali più comuni includevano diarrea, lividi, eruzioni cutanee, raffreddore e riduzione del numero di globuli bianchi. Lo studio è stato pubblicato su "Blood advances".

Sulla base dei risultati di questa analisi e di un'indagine secondaria denominata MAGNOLIA, la Food and Drug Administration ha approvato zanubrutinib per gli adulti con linfoma della zona marginale recidivante o refrattario ad altri trattamenti. Questa tipologia di tumore - non-Hodgkin B a basso grado di malignità o indolenti - origina dalla proliferazione di cellule linfatiche della zona marginale della milza, dei linfonodi o del tessuto linfatico associato alle mucose (MALT, Mucosa-Associated Lymphoid Tissue). A seconda del sito di origine, si distinguono tre tipi:

  • Linfoma splenico della zona marginale;
  • Linfoma primitivamente linfonodale della zona marginale;
  • Linfoma della zona marginale extranodale tipo MALT.

Fino ad ora la chemioterapia non ha sortito gli effetti sperati. Zanubrutinib è un inibitore della tirosina chinasi di Bruton che blocca un enzima noto come BTK. Quest'ultimo svolge un ruolo cruciale in una via di segnalazione dalla quale spesso i linfomi dipendono per sopravvivere e crescere. Quali sono i sintomi della malattia? Un individuo può sperimentare:

  • Sudorazione notturna;
  • Febbre;
  • Stanchezza;
  • Eruzioni cutanee;
  • Perdita di peso;
  • Dolore toracico o addominale.

Nello specifico un linfoma MALT può causare vomito, mal di stomaco, indigestione e nausea.

Commenti