Come prevenire la cellulite a tavola

La cellulite è un fastidioso inestetismo, fonte di preoccupazione per molte donne. Se combatterla è un compito arduo, è possibile prevenirla a tavola grazie a una dieta ricca di cibi ipocalorici dall’effetto purificante e drenante

Cellulite, come prevenirla a tavola

La cellulite è un inestetismo odiato da molte donne, soprattutto in prossimità della stagione estiva. Non è altro che un accumulo di grasso adiposo che provoca una disfunzione del microcircolo. Le zone più colpite sono le cosce, i fianchi, l’addome, le braccia e i glutei. Conferisce alla pelle un aspetto non omogeneo, caratterizzato da solchi che assomigliano a quelli di una buccia d’arancia.

Le cause possono essere di carattere genetico, dovute ad una disfunzione ormonale o legate al proprio stile di vita poco attivo. L’alimentazione gioca un ruolo di fondamentale importanza al fine di prevenire questo inestetismo.

Perché la dieta anticellulite fa bene

La dieta anticellulite è una valida alleata per contrastare questo cruccio femminile. Attraverso un regime alimentare sano ed equilibrato possiamo aiutare il nostro organismo a purificarsi, a liberarsi dalle tossine e dal grasso che provoca la formazione del tessuto adiposo.

La dieta anticellulite fornisce delle sostanze nutritive come fibre e sali minerali, fonte di benessere. Il primo passo per attuarla è garantire al proprio organismo la giusta idratazione, bevendo tanta acqua che serve per prevenire la ritenzione idrica. Gli esperti di nutrizione consigliano vivamente di bere almeno due litri di acqua al giorno. Il suggerimento è di non bere solo quando si ha sete o durante i pasti principali ma acquisire la sana abitudine di sorseggiare acqua anche diversi momenti della giornata. Bere tisane e tè verde è un’abitudine salutare per combattere la disidratazione.

Quali sono i cibi utili contro la cellulite

Ecco la lista dei cibi che aiutano a prevenire questo fastidioso inestetismo:

  • sedano: ricco di acqua che consente all’organismo di purificarsi efficacemente dalle tossine in eccesso;
  • asparagi: contemplati dalle diete ipocaloriche, svolgono un’azione antinfiammatoria;
  • banane: fonti di potassio, stimolano la diuresi e combattono la ritenzione idrica;
  • finocchi: svolgono una preziosa azione depurativa e drenante;
  • peperoni: ricchi di vitamina C, dal potere antiossidante che permette di restituire tono ed elasticità alla pelle;
  • ananas: grazie alla bromelina ha effetti anticoagulanti e antinfiammatori. Stimola l’attività del microcircolo e serve per curare l’infiammazione che è alla base di questo inestetismo;
  • mirtilli: contengono dei preziosi antiossidanti chiamati flavonoidi. Utili per prendersi cura della salute della circolazione venosa. Combattono, infatti, la disfunzione del microcircolo che scatena la cellulite;
  • cereali integrali e legumi: sono fonte inestimabile di fibre che permettono di liberarsi dalle tossine;
  • curcuma: spezia che stimola la diuresi e aiuta a liberarsi dal senso di gonfiore e pesantezza;
  • anguria: fonte di acqua per l’organismo e licopene che serve per riattivare il microcircolo:
  • mele: soprattutto quelle rosse aiutano ad assorbire più velocemente i grassi assunti tramite il cibo e combattono la ritenzione idrica;
  • salmone: fonte preziosa di omega 3 dal potere antinfiammatorio.

Cellulite, cosa evitare

Per poter rendere efficace una dieta anticellulite bisognerebbe ridurre il consumo di cibi ricchi di sale. Quest’ultimo è uno dei nemici numero uno della cellulite. Infatti, è considerato il principale ritentore dell’acqua. Quindi di fondamentale importanza al fine di prevenire la comparsa della cellulite è limitare il consumo di formaggi stagionati, burro, insaccati, carni lavorate, cibi in scatola.

Anche l’assunzione di troppi cibi zuccherati, come merendine, dolci, caramelle può essere dannosa. Lo stesso vale per il consumo esagerato di caffè durante la giornata e di bevande alcoliche che tendono a disidratare l’organismo.

Commenti