Stanchezza invernale, i rimedi naturali per combatterla

Inverno e stanchezza, una combinazione che si esprime attraverso una serie di malesseri di natura fisica. Come preservare l’organismo dall’azione dei mesi più debilitanti? Con soluzioni e rimedi naturali

Niente è più sfiancante della stagione invernale che spinge il fisico a correre ai ripari, grazie a una richiesta massiccia di energia. Un’azione è necessaria per contrastare il forte impatto sull’organismo, tanto da favorire una condizione di abbattimento, condito da affaticamento, dolori articolari e stanchezza. A ogni cambio di temperatura, a ogni riduzione di luce solare, il fisico si mette in azione per adattarsi alla nuova condizione.

Il corpo è sottoposto a una costante operazione di bilanciamento che, alla lunga, produce spossatezza, aggravata da un malessere di tipo emotivo. Ci si sente apatici, stanchi, demotivati e tutto risulta più faticoso, le energie sono ridotte al minimo e ci si abbandona alla sonnolenza e alla tristezza, magari rifugiandosi nel cibo. Niente di più sbagliato e pericoloso: meglio imparare a reagire.

Stanchezza e abbattimento invernale, da cosa sono provocati

Spossatezza, affaticamento e stanchezza fisica sono solo alcuni dei sintomi che si presentano durante la stagione autunnale e invernale. Sono un fastidio e una presenza che incide sul livello di energie del quotidiano, rendendo ogni incombenza più faticosa da affrontare. Le cause principali di questa condizione sono riconducibili alla minore esposizione alla luce solare, una presenza energizzante e ben rappresentata dal periodo estivo.

Si tratta di uno sbilanciamento dato anche dagli sbalzi di temperatura e, come anticipato, dalle poche ore di luce giornaliera, ovvero una combinazione impattante per l’energia personale. La stanchezza imperversa come la mancanza di reazione e azione, diminuisce la voglia di interazione sociale e di uscire da casa in favore del riposo casalingo e del sonno, ma anche di una maggiore assunzione di cibo nel quale si cerca conforto ricavandone solo un aumento di peso.

Molto presenti sono anche i dolori articolari e gli sbalzi di umore, oltre a una forte incapacità di concentrazione. Nonostante la spossatezza e la stanchezza imperversino è bene reagire, chiedendo supporto a una serie di rimedi naturali utili a riportare il corpo in equilibrio fino a ritrovare l’energia persa.

Rimedi naturali e soluzioni efficaci per un inverno sereno

Pe ridurre la sensazione di stanchezza e di spossatezza si possono utilizzare una serie di rimedi naturali facilmente reperibili, già parte integrante del quotidiano. Soluzioni efficaci e davvero infallibili possono trasformarsi in uno stile di vita da seguire con costanza, rinforzando al contempo anche il sistema immunitario così da attraversare l’inverno in forze.

  • Alimentazione: stop ai cibi troppo calorici e raffinati, via libera a un’alimentazione pulita, sana, nutriente ed energizzante. La stagionalità offre la possibilità di preparare piatti e pietanze corroboranti senza cedere con i quantitativi e con il junk food, sicuramente consolatorio ma non nutriente e utile all’organismo. Il corpo necessita di cibi in grado di stimolare la risposta del sistema immunitario. Via libera alle crucifere, ai cereali integrali e alle alghe ricche di sali minerali, seguiti da cibi ricchi di ferro la cui carenza favorisce stanchezza, spossatezza e irritabilità. Perfetti anche i prodotti detox, utili a ripulire il corpo dalla tossine alleggerendo anche il lavoro del fegato.
  • Attività fisica: è una risposta importante per scrollarsi di dosso la demotivazione e lo stress, liberando l’organismo e ricaricandolo di nuova energia. Lo sport favorisce anche la produzione di endorfine che migliorano l’umore, oltre a rinforzare il sistema immunitario. Un po’ di corsa all’aria aperta, un mini workout in giardino o una passeggiata a marcia sostenuta sono un’ottima opportunità per assorbire i pochi raggi di sole presenti, perfetti per ricaricare le scorte personali di vitamina D. E, se il freddo impera, niente di meglio che un po’ di pratica indoor, magari dello yoga o qualche mini circuito con pesi e tappetino.
  • Idratazione: anche se le temperature sono basse, non deve venire meno la possibilità di idratare il corpo nel modo più semplice, bevendo acqua e assumendo cibi che ne sono ricchi come frutta e verdura. Ricaricare costantemente il corpo di acqua ne permette un ottimo funzionamento, con vantaggi anche per il benessere dell’umore e dell’energia fisica. Inoltre, una migliore idratazione garantisce un maggiore benessere della cute e degli organi interni.
  • Stress e ansia: la stanchezza invernale si può contrastare anche arginando lo stress, prendendosi una pausa dall’eccessivo sovraccarico dato dagli impegni e dalle attività lavorative. Un momento di rallentamento da dedicare a se stessi concentrando l’attenzione sulle proprie passioni personali, svagando la mente con una passeggiata o un’uscita al cinema oppure prenotando una piccola fuga, una due giorni lontana dalle incombenze.
  • Integratori naturali: se il corpo mostra segni di cedimento e stanchezza è bene intervenire con il supporto di una serie di integratori e prodotti naturali. Sono rimedi utili per ricaricare le batterie del corpo e della mente, depurando al contempo il fisico. Tra questi possiamo ricordare la valeriana, il biancospino e la passiflora perfette per rasserenare allontanando ansia, stress e depressione. L’iperico svolge un’azione positiva sull’umore, seguito dalla rodiola in grado di aumentare la produzione di serotonina e l’eleuterococco valido contro la malinconia e la tristezza. Ferro, potassio, vitamina B12 e magnesio sono importanti per contrastare stanchezza e abbattimento. In questi casi è bene consultare il medico, il quale potrà suggerire le combinazioni migliori verificando la presenza di carenze con l'aiuto di esami di routine.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.