Sgominata una banda di usurai a Velletri

I carabinieri di Velletri hanno sgominato un’associazione per delinquere radicata a Velletri dedita ad usura, estorsioni, traffico di stupefacenti e falso. In totale 9 persone sono state arrestate, 2 sono state sottoposte all’obbligo di presentazione alla polizia ed altre 26 denunciate. Trenta in totale le perquisizioni domiciliari eseguite.
L’indagine, durata quasi un anno, è stata denominata «New deal», un nome significativo, poiché gli indagati, a seguito dell’omicidio di Luca De Angelis e dei numerosi arresti effettuati dai militari nel 2008, avevano avviato un nuovo corso criminale facente capo a D.M. con l’intento di assicurarsi la «piazza» di Velletri, costituendo un’associazione per delinquere in piena regola. I carabinieri, pur senza ricevere alcuna denuncia, hanno avviato una complessa indagine che ha scongiurato il definitivo consolidarsi del gruppo, la cui attività principale era l’usura. I proventi venivano reinvestiti in altre redditizie attività quali il traffico di droga. La struttura dell’associazione criminale era di tipo verticistico ed era composta da un capo e da alcuni diretti collaboratori particolarmente violenti e che si occupavano con lui di riscuotere il denaro. Il gruppo si avvaleva inoltre di alcuni professionisti che fornivano documenti contabili falsificati utili a celare la provenienza illecita delle somme percepite. Nella loro rete sono cadute almeno una ventina di persone tra commercianti e operai in difficoltà economica che, pur di ottenere un prestito, accettavano di pagare un tasso d’interesse del venti per cento al mese. Un traffico di denaro consistente che veniva poi «investito» dall’associazione criminale nello spaccio della droga. Ma dopo un anno d’indagine i carabinieri hanno sgominato la banda, arrestando per associazione per delinquere il capo e altre otto persone, tutti con precedenti di varia natura, e sottoposto altre due persone all’obbligo di firma. Si tratta di italiani e tra questi compaiono anche due donne. La banda voleva dare il via a un «nuovo corso» per acquisire il predominio della criminalità locale. Le indagini dei carabinieri della compagnia di Velletri, guidati dal capitano Marco Piras, sono partite a gennaio scorso come attività «d’iniziativa». I militari hanno compiuto una trentina di perquisizioni ed hanno ascoltato le vittime dell’usura che, per paura, hanno negato di avere avuto contatti con la banda fino a quando non sono stati messi alle strette. A quanto riferito dagli investigatori, le indagini andranno avanti per scoprire se ci siano altre vittime o altri membri dell’organizzazione.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.