La solidarietà fa gol alle Stelline

Al via il primo «Trofeo città di Milano di Calcio Balilla», nella cornice del Palazzo delle Stelline di corso Magenta. Centosessanta partecipanti divisi in coppie si sfidano in otto gironi da dieci squadre per conquistare la finale nazionale di Saint-Vincent. Ieri le selezioni, oggi le semifinali e finali.
Generoso lo scopo: finanziare, con un assegno di 5mila euro, la Fondazione Forza Ragazzi, la onlus di Gennaro Gattuso che aiuta i ragazzi bisognosi della Calabria. «Ogni volta che organizziamo un evento - spiega infatti Milko Pennisi, ad del Centro congressi Palazzo delle Stelline - lo abbiniamo a un’iniziativa di beneficenza».
Dunque, si parte. Attorno a venti campi di calcio in miniatura si alternano coppie assortite in vario modo. Di ogni età, uomini e donne, senza distinzione. Semplici appassionati o veri e propri fanatici. E poi i professionisti. Come Mariella Mento e Samanta di Paolo, campionesse italiane di calcio balilla del 2004 e del 2005, che sfidano a rotazione coppie di avventurieri del biliardino, regolarmente sconfitti. O Massimo Ragona, presidente della federazione italiana calcio balilla (nonché pluricampione) che da solo affronta le coppie di sfidanti. In palio, magliette e gagliardetti della nazionale. «Vince chi riesce a farmi più gol», spiega. Modo elegante per dire che vince chi perde meglio. Ma i presenti sono qui per puro divertimento, o quasi. Come Giovanni e Cosimo, padre e figlio. Il primo dice di partecipare «così, tanto per passare un pomeriggio diverso. Senza troppe pretese». Il figlio, però, gli dà di gomito: «Allora papà, la conquistiamo questa finale?».