"Abbiamo lavorato come se fossimo in trincea". Torna in tv "Che Dio ci Aiuti"

Nonostante il nuovo coronavirus, torna in tv Che Dio ci aiuti. Sono tantissime le novità

"Abbiamo lavorato come se fossimo in trincea". Torna in tv "Che Dio ci Aiuti"

Grandissima attesa per il ritorno in tv di Che Dio ci Aiuti. La fiction di Rai Uno, prodotta da Lux Vide insieme a Matilde e Luca Bernabei, è un appuntamento fisso per i fan. Da sei stagioni è uno dei prodotti di maggior successo che la prima rete Rai ha concepito per il piccolo schermo. Miscelando una dose di ironia e battute al fulmicotone, e una vicenda leggera e appassionate, lo show si è guadagnato il consenso del pubblico. La stagione numero sei di Che Dio ci Aiuti debutterà il prossimo 7 gennaio.

Dieci prime serate, dirette da Francesco Vicario, che vedono di nuovo in Elena Sofia Ricci la sua iconica protagonista pronta a indossare i panni di Suor Angela. Con un cast quasi del tutto invariato che vede, tra l’altro, la conferma di Diana Del Bufalo (nel ruolo di Monica), Francesca Chillemi (nelle vesti di Azzurra), e con l’arrivo di Pierpaolo Spollon (che interpreta il giovane Emiliano) e Erasmo Genzini (che presta il volto a Erasmo Sferri), la fiction promette tante risate ma anche tante riflessioni sull’attuale società. Nonostante l’annuncio ufficiale, ad oggi, Che Di ci Aiuti è ancora in fase di produzione.

Le riprese "che sono iniziate durante la stagione estiva - come ha rivelato Elena Sofia Ricci - hanno subito un ritardo proprio a causa delle limitazioni imposte dal governo". Ma nessuno ha voluto mollare e, nonostante le difficoltà, la serie andrà comunque in onda come da programma. Rispetto alla stagione precedente, i nuovi episodi saranno ambientati ad Assisi, la città in cui Suor Angela è cresciuta e dove ha trovato la sua vocazione. Tornare a casa significa affrontare il proprio passato. E questa sarà la nuova missione di suor Angela. Deve fare i conti con un segreto, una ferita nascosta ma ancora aperta. Per fortuna, non sarà da sola in questo lungo percorso.

"Questa fiction è una casa che accoglie tutti gli spettatori che ci seguono da anni e a cui siamo molto grati", racconta Elena Sofia Ricci. "Li accogliamo con la stessa allegria e con la stessa follia di sempre. Con tutte le dinamiche tipiche di Che Dio ci Aiuti – aggiunge -. È stato un periodo molto difficile, ma siamo consapevoli di aver potuto lavorare, nonostante tutto quello che è successo. Abbiamo avuto qualche caso di contagio sul set, ma siamo riusciti a contenere la situazione grazie ai tre tamponi a settimana garantiti dalla produzione. Era come se fossimo al fronte, pronti a difenderci dal Covid", ammette con una leggera ironia. Durante l’intervista via web, a cui hanno partecipato anche diversi membri del cast, ognuno di loro appoggia le affermazioni della Sofia Ricci. Tutti "grati di aver preso parte alla serie tv, di aver lavorato in questo periodo così drammatico, e grati di far parte di una famiglia così grande e affiata".

Come Diana del Bufalo che, con la sua ironia contagiante, ha rivelato: "La mia Monica ripete molto spesso che tutto andrà a bene. Non so è le cose sono andate davvero così, ma io ho cercato di trasmettere un po’ del mio ottimismo – aggiunge -. Sul set, come nella vita reale, ho cercato di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno. Sono felice di quello che ho al momento. Ho paura del virus, questo è vero, ma allo stesso tempo sono serena. Perché mi nutro di altre cose. Non ho bisogno di uscire, di fare la vita mondana. Ho compreso che per affrontare una crisi bisogna cascarci dentro", conclude.

Nonostante le problematiche, il cast e la crew hanno cercato di lavorare al meglio per regalare un prodotto che possa far sorridere il pubblico, in un momento in cui strappare una risata è assai difficile. E non spaventa il fatto di restare legati a un personaggio per così tanto tempo. "C’è tanto di Elena in Suor Angela – aggiunge l’attrice protagonista della fiction-. Fin dall’inizio ho sempre cercato di scindere i due personaggi, ma tra me e suor Angela ci sono molte cose in comune. Entrambe abbiamo imparato l’uno dall’altro. Sono molto grata a chi mi ha offerto di recitare in questo ruolo. Ho la possibilità di passare su molti registri, che è poi la cosa che mi piace di più. Io adoro cambiare – confessa -. E suor Angela cambia molto spesso all’interno del progetto. Non riesco proprio a liberarmi di lei. Di solito mi stanco spesso. Dopo tre anni ho bisogno di fare altro. Invece con Che Dio ci Aiuti sono molto contenta di poter restare in questo ruolo".

E alla domanda se ci sarà o meno una stagione 7, Elena Sofia Ricci non si sbottona. "Mi farebbe piacere, ma per ora godiamoci i nuovi episodi", conclude.

Commenti