Alena Seredova parto imminente: "La ​bimba potrebbe nascere prima. Sono agitata"

In una recente intervista l’attrice ha svelato perché la sua terza figlia potrebbe nascere in anticipo, confessando di temere il parto in ospedale per colpa del Covid-19

Alena Seredova parto imminente: "La ​bimba potrebbe nascere prima. Sono agitata"

"Ho cercato di preoccuparmi il meno possibile ma ovviamente non è una situazione idilliaca, avrei preferito essere più serena", con queste parole Alena Seredova ha raccontato la sua gravidanza ai tempi del coronavirus. In un momento estremamente delicato dal punto di vista sanitario, essere incinta e in procinto di partorire non è mai stato così impegnativo e l’attrice ceca non ha nascosto le sue preoccupazioni.

Dopo la fine della relazione con il portiere Gianluigi Buffon, Alena Seredova ha ritrovato la serenità al fianco dell’imprenditore Alessandro Nasi dal quale aspetta il terzo figlio, una bambina. Intervistata dal portale Crisalidepress la Seredova ha svelato di essere già pronta a dare il benvenuto alla sua bambina. La vitalità della piccola e alcuni indicatori farebbero infatti pensare a un parto pretermine: "La data ufficiale è il 2 giugno, ma dato che il mio secondo genito è nato in anticipo, mi hanno detto che anche lei potrebbe nascere prima. In più è una monella quindi è tutta storta… io a partire da metà maggio sarò in allerta pronta ad andare in ospedale con la mia valigia".

Seppur tra le difficoltà di una lunga quarantena in casa con due figli di 10 e 12 anni, la Seredova ha ammesso di aver vissuto questi ultimi mesi di gravidanza nel miglior modo possibile, godendosi il tempo con la sua famiglia e pensando con positività al futuro. L’idea dell’imminente parto in ospedale, dove l’incubo coronavirus è dominante, però non la tranquillizza, anzi: "L’idea di dover andare in ospedale mi agita, soprattutto perché lo ritengo un luogo meno sicuro in questo momento rispetto a casa mia, dove mi sento protetta. Un po’ di ansia mi sta venendo … ma cerco di non pensarci!".

Sicuramente la nascita di un bambino al tempo del coronavirus sarà ancora più "indimenticabile e non ce lo scorderemo mai" ha ammesso l’attrice ceca. Un momento intenso e indelebile da ricordare a figli e nipoti quando tutto questo sarà solo un lontano ricordo: "Lo racconteremo ai nostri figli e ai nostri nipoti, gli diremo che i loro sono nati in questo momento storico così unico, doloroso sì, ma che ha dato ancora di più senso alla vita".

Un post condiviso da Alena Šeredová (@alenaseredova) in data:

Commenti