Bieber e la foto nel tempio shintoista. I cinesi: "Lì c'è la storia del militarismo giapponese"

Il cantante si fotografa in un santuario dedicato ai militari giapponesi. Scandalo in Cina: "Lì c'è la storia del militarismo giapponese"

Ne ha combinata un'altra delle sue. Justin Bieber si è fatto fotografare all'interno di un tempio shintoista di Tokyo in cui sono ricordati, tra gli altri, 1068 militari giapponesi condannati per crimini di guerra. Nell'immagine postata su Instagram, il cantante canadese ha postato anche il messaggio "grazie per le vostre benedizioni".

L'episodio ha suscitato le ire di tantissimi fan, scandalizzati per l'associazione del loro idolo con quello che in gran parte dell'Asia è visto come un simbolo dell'imperialismo e dei crimini di guerra giapponesi. Il ministro degli Esteri cinese ha addirittura ricordato a Bieber "la storia di invasioni e militarismo" di cui il santuario giapponese è simbolo.

Dopo poche ore, però, il cantante si è scusato sempre via Instagram, con un messaggio riparatore: "Durante il mio soggiorno in Giappone, ho visto un bellissimo tempio e ho chiesto al mio autista di fermarsi. Ho erroneamente pensato che i templi fossero solo un luogo di preghiera e mi scuso con chiunque si sia sentito offeso. Ti amo Cina e ti amo Giappone."