Cultura e Spettacoli

"Conflitto di interessi". Il Codacons contro il fidanzato della Lucarelli

Sabato 8 ottobre torna in onda il talent di Rai Uno e il Codacons, dopo le proteste dei telespettatori per la partecipazione di Lorenzo Biagiarelli, chiede la sospensione della Lucarelli dal ruolo di giudice

"Conflitto di interessi". Il Codacons contro il fidanzato della Lucarelli

L'annuncio della partecipazione di Lorenzo Biagiarelli, chef e fidanzato di Selvaggia Lucarelli, alla nuova edizione di Ballando con le stelle sta scatenando molte polemiche. Il 35enne fa parte del cast, che Milly Carlucci ha scelto per concorrere nel talent di ballo di Rai Uno. Ma quando il suo nome è stato ufficializzato, i telespettatori hanno subito trovato inopportuna la sua partecipazione, visto il ruolo di giudice che Selvaggia Lucarelli riveste nel programma da molti anni.

La protesta ha trovato terreno fertile nel Codacons che, alla vigilia della messa in onda della trasmissione (sabato 8 ottobre), ha chiesto l'intervento della Rai. L'associazione ha sollevato la questione di un possibile conflitto di interessi tra il ruolo di giurata della giornalista (che valuta l'abilità dei ballerini in gara) e la presenza del suo fidanzato tra i concorrenti in gara, il quale è protagonista anche nel programma "È sempre Mezzogiorno" al fianco di Antonella Clerici.

I telespettatori chiamano il Codacons

Attraverso l'agenzia di stampa Adnkronos, il Codacons ha spiegato di avere ricevuto moltissimi reclami per la partecipazione di Lorenzo Biagiarelli a Ballando: "Da giorni gli utenti appassionati del programma sollecitano il nostro intervento sulla scelta della trasmissione di inserire nel cast un concorrente legato sentimentalmente a un giudice, che dovrà valutare le sue esibizioni. Il conflitto di interessi è evidente, così come è evidente la tendenza della Lucarelli, che abbiamo sempre ritenuto una giornalista brillante e intelligente, a esprimere negli ultimi anni giudizi spesso non oggettivi, condizionati dalle proprie convinzioni personali e dalle proprie simpatie".

Così l'associazione ha preso la palla al balzo per sottolineare come la presenza in gara di Biagiarelli possa alterare il giudizio sulle esibizioni. "Nel caso specifico - prosegue il Codacons - i voti espressi dalla Lucarelli, della cui buona fede siamo pienamente convinti, potrebbero tuttavia alterare l'esito della gara e le classifiche finali, vanificando gli sforzi dei telespettatori che da casa votano i propri ballerini preferiti". Nell'interesse dei telespettatori, dunque, l'associazione chiede alla Rai - di prendere provvedimenti "valutando la sospensione di Selvaggia Lucarelli dalla giuria o quella di Lorenzo Biagiarelli dal cast dei concorrenti". Ma il Codacons ha proposto anche una terza soluzione: fare in modo che i voti della Lucarelli non incidano sulla graduatoria finale. Una proposta assai discutibile, che andrebbe a toccare il regolamento decennale della trasmissione.

Commenti