L'Italia è in balia del pensiero antiscientifico

Dal no agli ogm all'agricoltura biodinamica: i nostri politici ci riportano al medioevo

L'Italia è in balia del pensiero antiscientifico

Massimiliano Parente

In Italia tra non molto ci sarà una legge per avvertire che la Terra è piatta e impedire alle navi di salpare per l'Atlantico, al fine di vietare il superamento delle Colonne d'Ercole. È per questo che i giovani ricercatori promettenti se ne vanno negli Stati Uniti e non tornano più, non perché non vogliono, sono cascati tutti di sotto. Sto scherzando? Mica tanto.

Negli ultimi anni in Italia abbiamo assistito: alla condanna da parte dei giudici di chi non prevede i terremoti. Al finanziamento delle ricerche di Davide Vannoni sulle cellule staminali, già sputtanato da tempo su riviste autorevoli come Science e Nature, mentre una legge metteva al bando la ricerca sulle staminali embrionali, unici in Occidente. A un ministro che credeva ci fosse un tunnel dal Gran Sasso a Ginevra dove passavano i neutrini. Alla messa al bando degli Ogm, per cui anche se il mais contiene aflatossine cancerogene noi preferiamo mangiarci quello, perché naturale. A una campagna appoggiata da molti medici contro i vaccini, per cui, visti anche i livelli di immigrazione, ci ritroveremo di nuovo a combattere il vaiolo o la tubercolosi. A una ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, che firma l'introduzione a un libro sull'omeopatia, come se un astrofisico si mettesse a fare gli oroscopi (che tanto sono già in coda ai telegiornali, devono essere una cosa seria). Ai grillini che arrivano in massa in Parlamento con in testa la filosofia della decrescita felice (e diversi anche con dei microchip messi dagli americani per controllarci), per tornare alle caverne o giù di lì, perché la modernità è brutta e cattiva.

Il problema non è la fuga dei cervelli, sono quelli che rimangono, l'intelligenza a chilometro zero. L'ultima, incredibile, è del ministro Maurizio Martina, e le supera tutte: inserisce nel «Piano Strategico nazionale per lo sviluppo del sistema biologico» l'agricoltura biodinamica. Ossia puntare la rinascita agricola su metodi antichi, tipo: sotterrare corni di vacca riempiti di letame, appendere vesciche di cervo maschio ripiene di fiori, fare affidamento su congiunture astrali e intrugli omeopatici. Si dice sempre che la legge non ammette ignoranza, ma dovrebbe valere anche a chi è preposto a farle, le leggi. Per il suddetto piano strategico di Martina l'Italia dovrebbe ricevere dall'unione Europea un miliardo e mezzo.

Quali potrebbero essere i prossimi passi del cerchio magico del governo? Qualche suggerimento. Reintrodurre i sacrifici umani agli dèi, hai visto mai, magari il grano cresce meglio, e gli Ufo possono lasciarci dei cerchi misteriosi, da recintare e affidare alla tutela dei beni ambientali. Rendersi conto che è insensato dare cento milioni di euro alla ricerca scientifica e centocinquanta per salvare L'Unità, piuttosto stanziarli per più proficui rituali vodoo, formando nuove generazioni di ricercatori houngans e mambos, che offriranno cibi crudi all'entità Loa onde favorire benessere e prosperità.

Non dimenticare di accendere a Montecitorio candele votive alla Triplice Vergine Diana, per ridurre lo spread. Poiché i vaccini fanno male, e siamo invasi da profughi che non possiamo controllare uno a uno a livello sanitario, è probabile un ritorno della peste, quindi andranno fornite le strutture ospedaliere di cure adeguate, all'avanguardia, come indossare una cintura di pelle di leone con una borchia d'oro puro con su inciso un leone o una pantera o una tigre o comunque un animale feroce, non il vostro chihuahua. Se l'oro ci manca, visto il nostro debito pubblico, basta produrlo: non bisogna trivellare per il petrolio ma per estrarre tonnellate di pietre filosofali: il futuro è nell'alchimia.

Al contempo andranno abolite le previsioni del tempo e sostituite con danze della pioggia o metodi più evoluti come bruciare l'erica, rompere accidentalmente funghi, bruciare foglie di felci, bagnare cristalli di rocca e esporli all'aria aperta. Oltre ai suddetti metodi del ministro Martina, si dovrebbero reclutare donne mestruate e farle correre nei campi di notte per proteggere l'agricoltura dai parassiti e fortificare le piante. A proposito di sangue mestruale, vietare di seppellirlo, perché crescono serpenti velenosi. Detto questo, se vi state mettendo le mani nei capelli e dovete andare dal parrucchiere perché sono lunghi, state attenti. Per decreto legge presto andranno tagliati il primo giorno di luna piena.

Commenti