Cultura e Spettacoli

"Non sono pagata...": l'ultimo capriccio di Meghan (contro Camilla)

Un nuovo libro racconta che Camilla avrebbe cercato di aiutare Meghan ad ambientarsi nella royal family, ma la duchessa sarebbe rimasta “insensibile” ai suoi gesti di gentilezza

"Non sono pagata...": l'ultimo capriccio di Meghan (contro Camilla)

Meghan Markle avrebbe potuto trovare in Camilla una valida alleata pronta a consigliarla sul modo migliore di gestire lo tsunami mediatico che l’aveva travolta dopo il suo fidanzamento con Harry. La Regina consorte si sarebbe offerta di guidare la duchessa nel mondo privilegiato ma complesso e dominato da regole piuttosto severe della royal family. Ma Meghan, secondo quanto raccontato da Angela Levin nel suo nuovo libro, avrebbe snobbato la moglie di Carlo III, ostentando un’arrogante indifferenza.

Bersaglio Meghan

Per Meghan Markle non è un periodo semplice. Il libro “Courtiers: The Hidden Power Behind The Crown” di Valentine Low (in uscita in Gran Bretagna il prossimo 6 ottobre) la descrive come una giovane donna arrogante, perfida con i collaboratori e arrivista. Uno dei presunti aneddoti che più ha colpito la stampa e l’opinione pubblica riguarda il royal tour in Australia del 2018 durante il quale la duchessa, stanca di stringere mani e sorridere a sconosciuti, avrebbe detto: “Non posso credere di non essere pagata per questo”.

Ora un’altra biografia, stavolta dedicata alla Regina consorte Camilla, rischia di compromettere ulteriormente la già fragile reputazione di Meghan Markle. Nella sua opera “Camilla, Duchess of Cornwall: A Royal Survivor”, che uscirà il prossimo 27 ottobre e di cui il Telegraph ha pubblicato un estratto, l’esperta reale Angela Levin narra un retroscena inedito sul rapporto tra la moglie di re Carlo III e la duchessa di Sussex.

A quanto sembra dopo il fidanzamento con il principe Harry Meghan sarebbe stata accolta a braccia aperte dalla royal family, in particolare da Camilla, che avrebbe tentato in ogni modo di far sentire la giovane a suo agio a corte. L’autrice sostiene che la Regina consorte avrebbe riservato a Meghan un “caloroso” benvenuto perché, come ha raccontato un insider nel libro, “non voleva vedere nessuno in difficoltà ed era affezionata a Meghan”. La solidarietà di Camilla non sarebbe un caso, ma il risultato di anni di pazienza e di lotte per farsi accettare dai Windsor e dagli inglesi.

La moglie del sovrano sa benissimo cosa vuol dire essere giudicata e criticata per anni, come ha raccontato nell’intervista a Vogue dello scorso luglio, in occasione dei suoi 75 anni. Ha imparato a gestire gli uragani mediatici senza lasciarsi travolgere e, forse, avrebbe voluto insegnarlo anche a Meghan, per evitarle un’inutile sofferenza. La risposta della duchessa, però, sarebbe stata molto diversa da quella che si aspettava Camilla.

Presuntuosa “indifferenza”

Per aiutare Meghan ad adattarsi alla corte, a “trovare la sua strada”, come scrive Angela Levin, Camilla avrebbe organizzato dei pranzi, l’avrebbe presentata ad alcuni suoi amici tra cui, riporta il Daily Mail, Lucia Santa Cruz (che aveva presentato Carlo a Camilla) e anche lodata per il suo impegno dopo il dramma della Grenfell Tower, nel 2017.

A tal proposito la Regina consorte avrebbe invitato Meghan e Lucia a Highgrove, per un pranzo preparato con le ricette prese dal libro di cucina “Together: Our Community Cookbook”, che raccoglie i segreti culinari delle famiglie sopravvissute al disastro della Grenfell Tower. La duchessa di Sussex ha scritto la prefazione al volume e il ricavato ha aiutato tutti quelli che avevano perso la loro casa a causa dell’incendio.

Anche a re Carlo, rivela la Levin, piaceva la compagnia della nuora, tanto da invitarla a “prendere il tè insieme per chiacchierare di arte e di teatro”. Ma nulla di tutto questo sarebbe servito a conquistare l’amicizia di Meghan la quale, di fronte a tutte quelle attenzioni, “sembrava annoiata” e “preferiva andare per la sua strada”. La duchessa sarebbe rimasta “indifferente” , quasi disdegnando l'aiuto e i preziosi consigli di Carlo e Camilla. Questa reazione, che per la verità sembrerebbe un tantino presuntuosa, avrebbe ferito la royal family, in particolare il Re e la Regina consorte.

I rapporti si sarebbero deteriorati sempre di più, fino ad arrivare a clamorosi incidenti come quello avvenuto il 6 marzo 2020: Camilla doveva tenere un importante discorso contro la violenza sulle donne al Women Of The World Festival e, per assicurarsi che nulla turbasse l’evento e l’attenzione mediatica rimanesse sulle sue parole, aveva chiesto alla royal family di non creare distrazioni. Meghan Markle, invece, non avrebbe ascoltato la richiesta e avrebbe fatto pubblicare, quello stesso giorno, le fotografie della sua visita privata al National Theatre. La Regina consorte sarebbe rimasta “sconvolta” dall’atteggiamento di Meghan e forse quell’episodio potrebbe aver decretato la fine dei loro rapporti.

Commenti