Il microfono di Pupo è aperto: "In studio rosicano", Licia non gradisce

Durante la finale del Grande Fratello Vip, Pupo si è lasciato sfuggire un’esternazione sugli ultimi due eliminati dalla casa ma l’ex inquilina non ha gradito

La finale del Grande Fratello Vip si è conclusa con la vittoria di Paola Di Benedetto ma porta con sé alcuni strascichi. La serata conclusiva del reality, segnato inevitabilmente dall’emergenza coronavirus, è stata ricca di emozioni, colpi di scena e accese discussioni. Già in apertura di trasmissione gli animi si sono accesi soprattutto tra Antonio Zequila, Sossio Aruta e Licia Nunez. Ma proprio quando il duro confronto sembrava terminato, una frase pronunciata da Pupo – pensando di aver il microfono spento – ha scatenato la reazione dell’ex inquilina.

La puntata finale del Grande Fratello Vip si è aperta con l’eliminazione di Andrea Denver. Il ritmo serrato della finale non ha però lasciato spazio ai convenevoli e il passaggio dall’eliminazione al confronto tra Sossio e due ex concorrenti è stato rapido. Mentre Alfonso Signori e Pupo si trovavano nello studio di Cologno, a Roma in collegamento dagli studi dove tutto era cominciato c’erano Licia Nunez e Antonio. Questi ultimi non hanno perso tempo e si sono tolti qualche sassolino dalla scarpa nei confronti di Sossio. Il primo a scagliarsi contro Aruta è stato Antonio Zequila, che lo ha accusato di non pagare gli alimenti all’ex moglie, poi è stata la volta di Licia Nunez, che lo accusato di essere omofobo. Gli animi si scaldo e ad Alfonso Signorini non è rimasto che spegnere le polemiche.

Quando il collegamento con Roma e la casa sembrava chiuso, però, Pupo ha detto la sua: "Hai visto la differenza tra quelli nella Casa e quelli in studio che rosicano!". La frase non è passata inosservata ed è stata udita anche da Zequila e Nunez in collegamento da Roma. Sul maxischermo si è così vista la reazione di Licia, che prima ha scosso la testa in segno di "no" e poi ha ribadito il "no" con l’indice della mano. A questo punto Pupo ha lanciato l’affondo ad Antonio Zequila: "Mi hai chiamato nano. Hai questa abitudine di criticare le persone per la forma fisica. Patrick ciccione, Pupo nano. E Signorini?". Ma Zequila non ha raccolto la sfida, smorzando i toni: "Bellissimo".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

pilandi

Gio, 09/04/2020 - 10:31

Pupo! Ma ancora? E basta!!!

dredd

Gio, 09/04/2020 - 10:32

Ma questo si rende conto che lo chiamano pupo?