"Ne ho parlato anche troppo". Il silenzio della Vanoni su Gino Paoli

Ospite di Silvia Toffanin, la cantante ha raccontato la terza età tra infortuni e nuovi progetti. Ma della storia con Gino Paoli non ha voluto parlare

"Ne ho parlato anche troppo". Il silenzio della Vanoni su Gino Paoli

Eclettica, spiazzante, ironica. Ornella Vanoni ha catalizzato l'attenzione nell'ultima puntata di Verissimo, dove ha rilasciato una lunga intervista tra passato, presente e futuro. L'artista non si è trattenuta parlando dei nuovi progetti e della sua carriera - lasciandosi sfuggire anche qualche parolaccia - ma è del suo primo amore, quello con Gino Paoli, che lei si è rifiutata di parlare.

"Se vuoi parliamo di Strehler (Giorgio, ndr), ma di Paoli no perché ne ho parlato anche troppo", ha ironizzato Ornella Vanoni, replicando alla padrona di casa che le faceva notare come, nell'intervista, non si fossero fatti riferimenti né all'uno né all'altro uomo, quando in realtà i due sono state figure chiave nella sua carriera e nella sua vita privata.

Ornella Vanoni ha parlato del recente incidente di cui è stata vittima su un treno - caduta mentre cercava di accarezzare un cane - che l'ha costretta a letto per quasi un mese. Poi ha ripercorso le tappe più importanti della sua carriera fino ai giorni d'oggi, dove è tornata protagonista con il docu-film Senza fine e la pellicola cinematografica Sette donne e un mistero. "Mi sembra di avere fatto tanto, ma c'è sempre spazio per fare molto altro", ha detto a Silvia Toffanin, ma dei suoi due amori - i più complicati e chiacchierati - però la cantante non ha voluto parlare.

A fine intervista la Vanoni ha ricordato Lucio Dalla, amico e collega, e ha citato altri cantautori: "Lucio era straordinario. Senza offendere nessun cantautore, tipo Fossati e Paoli, lui era vocalmente e testualmente unico". Silvia Toffanin ha così ricordato alla sua ospite di non averle fatto domande né su Giorgio Strehler né su Gino Paoli e la Vanoni l'ha ringraziata, ribadendo la sua volontà di non parlarne. "Però il film si chiama Senza fine...e l'ha scritta lui quella canzone", ha scherzato la conduttrice e la cantante non è riuscita a trattenersi: "Basta, non voglio parlare di lui!".

Gino Paoli e Ornella Vanoni ebbero una relazione clandestina negli anni '60, mentre il cantautore era sposato con Anna Fabbri. A lei Paoli dedicò canzoni di successo come Me in tutto il mondo e Senza fine. Nonostante la rottura, fino agli anni '80 i due hanno lavorato insieme, con tour e dischi di successo, poi l'allontanamento e la "chiusura" della Vanoni hanno fatto calare il silenzio su una delle coppie più chiacchierate del passato.

Commenti