Cultura e Spettacoli

"Charlene stava per morire": la verità choc

Una fonte rivela che Charlene Wittstock avrebbe rischiato la vita in Sudafrica a causa delle sue gravi condizioni di salute

"Charlene stava per morire": la verità choc

Il giallo sulla malattia e sul presunto ricovero in Svizzera della principessa Charlene sembra ancora molto lontano dalla soluzione. Ora un insider ha rivelato a Page Six che Sua Altezza Serenissima sarebbe stata a un passo dalla morte a causa degli interventi subìti e che Palazzo Grimaldi avrebbe stranamente minimizzato l’intera vicenda.

“Charlene non ha problemi psicologici”

Un insider ha cancellato con un colpo di spugna tutte le ipotesi, le illazioni degli ultimi 8 mesi. La principessa Charlene non avrebbe disturbi mentali, né sarebbe in crisi con Alberto di Monaco. Per capire la verità, al contrario, dobbiamo tornare alle origini di tutta questa storia, all’infezione otorinolaringoiatrica che ha costretto Charlene a rimanere in Sudafrica, lontana dalla sua famiglia. L’insider ha fatto un’accusa precisa alla famiglia Grimaldi, raccontando: “Non è giusto che Charlene venga ritratta come se avesse qualche tipo di problema mentale o emotivo, non sappiamo perché il Palazzo stia minimizzando il fatto che in Sudafrica sia quasi morta”.

La malattia della principessa Charlene si sarebbe aggravata a tal punto da far credere che non vi fosse speranza di un recupero: “Un’infezione all’orecchio, al naso e alla gola…ha provocato gravi problemi ai seni nasali e alla deglutizione, derivanti da un precedente intervento chirurgico”. La fonte ha confermato la patologia di Sua Altezza Serenissima, anche se il rapporto causa-effetto tra l’infezione e i successivi disturbi non è ancora del tutto chiaro. Poi ha svelato altri dettagli dolorosi: "Non è stata in grado di mangiare cibo solido per oltre sei mesi a causa di tutti gli interventi chirurgici che ha subìto, ha assunto liquido attraverso una cannuccia, per questo ha perso metà del suo peso...è esausta...e le mancavano i suoi figli e suo marito mentre era bloccata in Sudafrica e non poteva rientrare a casa”.

Ecco spiegato il deperimento fisico che tutti avevano notato nelle foto che ritraggono la principessa Charlene con la famiglia venuta a trovarla in Sudafrica, lo scorso 25 agosto e negli scatti al rientro in Europa. L'insider ha ribadito: "[Charlene] non soffre di disturbi mentali". Tutto chiarito? Non è ancora detto, ma le parole della fonte potrebbero contribuire a ristabilire la natura e la dinamica dei fatti.

Caso chiuso?

In questi ultimi 8 mesi si è detto davvero di tutto su Charlene. Alla versione ufficiale del Palazzo, ovvero l’infezione otorinolaringoiatrica confermata anche dalla principessa e che le è costata 4 interventi tra maggio e ottobre 2021 e un collasso lo scorso settembre, si sono sovrapposte altre ipotesi ventilate dai giornali: un possibile divorzio dal principe Alberto, il trasferimento a Johannesburg della principessa, una presunta insofferenza di quest’ultima alle regole del protocollo, la presenza oscura di una specie di santona di cui Sua Altezza Serenissima sarebbe succube. A nulla è servita l’intervista al People con cui il principe Alberto ha smentito che Charlene fosse “in esilio” e che vi fosse una crisi matrimoniale.

L’8 novembre scorso Charlene ha fatto rientro a Palazzo per poi andarsene di nuovo, il 15 novembre, verso una destinazione sconosciuta. Un comunicato ufficiale ha chiarito: “Le Loro Altezze Serenissime hanno deciso di comune accordo che un periodo di calma e di riposo è necessario per assicurare il miglior recupero per la salute della principessa Charlene. Dopo aver affrontato i problemi di salute degli ultimi mesi, ora la principessa è in convalescenza e continuerà per le prossime settimane, per darle il tempo di riprendersi da uno stato di profonda stanchezza generale. Al fine di proteggere il comfort e la privacy necessari per la sua guarigione, il luogo in cui si trova la principessa rimarrà strettamente confidenziale”.

Una versione confermata da Alberto che, di nuovo al People, ha confessato: “[Charlene] è esausta fisicamente e mentalmente e non è in grado di occuparsi di doveri reali o familiari. Non ha dormito bene, né mangiato bene per giorni, perciò ha perso molto peso. Ciò l’ha resa vulnerabile ad altri malesseri…È diventato abbastanza evidente che non stesse bene”, però “era molto calma e comprensiva. Ha capito da sola che aveva bisogno di aiuto. Non si può costringere nessuno a capire di aver bisogno di trattamenti medici. Bisogna accettarlo da soli…Probabilmente sarò costretto a specificarlo più volte, ma tutto ciò non ha niente a che fare con la nostra relazione. Non la relazione tra marito e moglie. Si tratta di qualcosa di natura diversa”.

Da un’indiscrezione del giornale francese Voici sembra che la principessa sia ricoverata in una clinica in Svizzera specializzata nella cura delle dipendenze, poiché avrebbe abusato di sonniferi. In più le sue condizioni psicologiche desterebbero grande preoccupazione a Palazzo e i giornali hanno parlato addirittura di “deliri” di cui la principessa sarebbe vittima. Forse, però, la verità è davvero l’ipotesi più semplice: Charlene ha bisogno di tranquillità, di recuperare le forze schiacciate dalla malattia e di dimenticare un pessimo periodo della sua vita.

Commenti