"È un optional essere intonati?". Scoppia la polemica su Sanremo

Infiamma la polemica per le stecche e le stonature a Sanremo. Critici sul web Fiordaliso e Malgioglio e sui social network si scatenano le critiche

"È un optional essere intonati?". Scoppia la polemica su Sanremo

Non è davvero Sanremo finché non scoppia una polemica. Dopo il segno della croce di Amadeus e i problemi tecnici che hanno dominato la terza serata del festival, il quarto giorno di Sanremo si apre con la polemica sull'intonazione dei Big in gara. Tutta colpa delle stecche e delle stonature che hanno visto protagonisti non uno, ma numerosi artisti saliti sul palco dell'Ariston dall'inizio della kermesse. Il popolo del web si infuria, ma se a puntare il dito sono gli stessi Big allora la situazione si fa seria.

La prima a scagliarsi contro la mediocrità dei cantanti in gara è stata Marina Fiordaliso. L'artista, che ha partecipato al festival di Sanremo per nove volte, l'ultima delle quali nel 2002, ha aperto la polemica sottilmente, commentando l'esibizione sicura e potente di Orietta Berti nella seconda serata di gara. "Scusate ...ma Orietta canta... canta...intonata ...dai su", ha scritto su Twitter. Poi però Fiordaliso c'è andata giù pesante dopo i numerosi errori tecnici e canori nella serata delle cover: "Ma è un optional essere intonati ? Chiedo x una amica". Nel mirino le performance di Fedez, Bugo, Random, Neffa, Noemi e gli altri. Insomma, c'è poco da girarci intorno. "Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova", scriveva Agatha Christie.

La polemica è ben presto montata e migliaia di utenti del web hanno messo nel mirino i Big di Sanremo: "Questo è il Festival degli stonati", "Sembra che si siano impegnati per trovare quanti più artisti stonati", "Laura Pausini e Orietta Berti come punto di riferimento per la domanda: Ma quest'anno ci sono problemi di audio che stonano tutti?". E ancora su Twitter: "Ma che succede quest'anno, perché stonano tutti? C'è qualche problema di audio", Diamo la colpa all'emozione via". In realtà la colpa sembra essere riconducibile all'uso degli auricolari, ma questa per molti non può essere una scusante.

Al coro delle critiche si è aggiunto anche Cristiano Malgioglio che, dopo l'esibizione di Bugo, ha tuonato sui social: "Come rovinare un capolavoro del grande Lucio Battisti". Una bella stoccata che si aggiunge a quella (più sottile) che Orietta Berti aveva lanciato pochi giorni fa nel corso della trasmissione pomeridiana di Rai Uno "Oggi è un altro giorno". La popolare artista, nel commentare la serata, era stata diretta: "Voglio fare un comunicato: ho cantato con un microfono normale, senza l'aiuto dell’intonazione come usano fare quasi tutti qua". A buon intenditore poche parole.

Autore

Commenti

Caricamento...