Spettacoli

"Stanno divorziando". E Wanda Nara denuncia la colf

L'argentina ha messo alla porta la collaboratrice domestica che negli scorsi giorni aveva diffuso un audio, nel quale la Nara le annunciava il divorzio da Mauro Icardi

"Stanno divorziando". E Wanda Nara denuncia la colf

Finirà in tribunale la diatriba tra Wanda Nara e Carmen Cisnero, collaboratrice domestica della famiglia Icardi. Le dichiarazioni rilasciate dalla colf uruguaiana al programma argentino LAM sul presunto divorzio tra l'imprenditrice e il calciatore del Psg non sono piaciute alla moglie di Mauro Icardi, che ha dato mandato ai suoi legali di procedere contro l'ex dipendente.

Il caso è scoppiato la scorsa settimana, quando Carmen Cisnero - collaboratrice domestica della famiglia Icardi da quasi due anni - ha venduto al programma televisivo LAM trasmesso da América TV un audio WhatsApp, nel quale si sente Wanda Nara annunciare l'imminente divorzio da Mauro Icardi. L'imprenditrice argentina avrebbe mandato il messaggio vocale in una chat privata con la colf, annunciandole il ritorno in Italia dopo un breve viaggio di lavoro in Sud America. "Carmen, sono venuta in Argentina perché sto divorziando da Mauro. Sto organizzando il divorzio al momento. Starò ancora qualche giorno e poi torno a prendere tutto il necessario. Sto organizzando le cose per il divorzio perché non ne posso più".

Le voci dell'ennesima crisi tra Wanda Nara e Maurito Icardi circolavano da giorni, ma il calciatore aveva smentito ogni rumor condividendo sui suoi canali social numerosi scatti in compagnia delle figlie e della moglie. L'audio venduto dalla Cisnero alla tv argentina, però, ha riportato l'attenzione sulla coppia che sembra non avere proprio superato la crisi dello scorso autunno. Il "tradimento" della collaboratrice domestica ha fatto decisamente infuriare l'imprenditrice argentina, che su Instagram ha fatto sapere di avere sporto denuncia contro l'ex dipendente, non prima di averla licenziata: "Procedo per vie legali in virtù delle manifestazioni pubbliche e delle continue minacce mediatiche della signora María Carmen Cisnero Reboledo, che continua a raccontare storie sulle mie intimità, sulla mia famiglia e soprattutto sui miei figli minorenni".

Successivamente Wanda Nara ha smentito ogni accusa fatta dalla Cisnero che, dopo avere venduto l'audio a LAM ha anche accusato gli ex datori di lavoro di averla sfruttata per tutto il periodo del suo contratto, di non averle pagato lo stipendio per oltre due anni e di averla lasciata da sola nella casa di Milano nonostante la sua richiesta di seguirli in Francia. Senza considerare i presunti maltrattamenti che la Cisnero avrebbe subìto da parte di Nora Colosimo, madre della Nara nonché suocera di Icardi. "È stata Carmen a volere restare a tutti i costi in Italia, dove ha continuato a ricevere cure mediche insieme a quattro dosi di vaccino per il Covid. Ogni mese aveva a disposizione una carta di credito con 600 euro solo per lei. Non l'abbiamo mai abbandonata e ci siamo sempre occupati delle sue spese personali", ha scritto nelle storie Instagram Wanda Nara prima di annunciare la denuncia contro l'ex colf, che a sua volta ha incaricato un avvocato di procedere contro la famiglia Icardi per riduzione in servitù.

Una accusa non nuova a carico di Wanda e Maurito, che già a dicembre dello scorso anno erano stati denunciati da un'ex collaboratrice domestica. La lista delle ex dipendenti, che accusano la famiglia Icardi di maltrattamenti sul posto di lavoro, è lunga e molte di queste sarebbero pronte a scendere in strada per una vera e propria marcia contro l'imprenditrice argentina e il calciatore. "Quello che ha fatto Wanda a Carmen è imperdonabile. Stiamo organizzando una marcia contro la Nara, stiamo cercando altri sostenitori. Bisogna difendere la nostra professione", ha dichiarato Daiana Carolina González, leader dell'associazione pro collaboratori domestici in Uruguay, che si è schierata in difesa della Cisnero.

Commenti