La sorella di Zequila: "Non è stato un gentiluomo, sono dalla parte della Volpe"

La sorella di Antonio Zequila, Dina, dalla parte di Adriana Volpe: "Mio fratello non è stato galante, ma non è un bugiardo"

La querelle tra Antonio Zequila e Adriana Volpe approda a Domenica Live, dove Barbara d’Urso ha invitato la sorella dell’attore e la madre di quest’ultimo per dire la loro in merito alla liaison tra il gieffino e la ex conduttrice Rai.

In una intervista per il settimanale Chi, la madre di Antonio aveva raccontato di aver ascoltato una conversazione risalente ad un po' di anni fa durante la quale Adriana aveva fatto una precisa richiesta a Zequila. Secondo quanto riportato dalla signora, la conduttrice avrebbe invitato Antonio, poco prima della sua partecipazione a L’Isola dei famosi, a non parlare dei loro trascorsi sentimentali.

In collegamento con Domenica Live, quindi, la sorella di Zequila, Dina, è intervenuta in difesa di Adriana Volpe, accusando Antonio di non essere stato un galantuomo. “Sono molto dispiaciuta dell'accaduto. Antonio è un gentiluomo ma, in questo caso, non lo è stato – ha commentato Dina - . Come donna, mi sento ferita. Sono dalla parte di Adriana”. “Mia madre ha 38 di febbre, è un po' spaventata, un po' ansiosa... Anche lei ci è rimasta male come donna – ha precisato la donna, salvo spezzare una lancia a favore del fratello - . Antonio ha sbagliato perché queste cose non si dicono. Non ho detto che mio fratello ha mentito. Non so cosa sia vero. Antonio non è un bugiardo, però, questo ve lo posso confermare. Per me, non ha detto una bugia ma non è stato elegante in quel caso”.

Nonostante la febbre, tuttavia, la madre di Zequila è stata intervistata dai microfoni di Domenica Live, ribadendo di essere stata testimone di una telefonata tra il figlio e Adriana Volpe. “Io sentii una loro telefonata dove lei disse: ‘Antonio, non mi nominare!’ – ha sottolineato - . Non lo so cosa hanno fatto, io non sto dietro di lui però Antonio non è un bugiardo perché io gli ho insegnato i valori, di dire sempre la verità. Lui ha molto rispetto per le donne. Mio figlio ha avuto tante donne, le trattava come principesse, alcune le ha portate qui a casa”.

In merito alle dichiarazioni rilasciate dalla madre, Dina ha aggiunto: “Non ero presente durante quella telefonata ma ho sentito questa storia direttamente da mamma. Non so quel ‘nominare’ a cosa fosse riferito. Nel giurare sulle persone, hanno fatto due cretinate. Sono stati leggerini, non si fa”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.