Il "nuovo" Superman vola in una serie tv che strizza l’occhio alla tradizione

A sorpresa su Italia Uno arriva la serie tv dedicata al mito di Superman. Di grande successo in America, lo show per la prima volta racconta l'uomo dietro il supereroe

Il "nuovo" Superman vola in una serie tv che strizza l’occhio alla tradizione

Le serie tv ispirate al mondo dei fumetti sono una consuetudine. È come se fossero una costante all’interno del panorama televisivo di oggi. Lo abbiamo visto con la Marvel, ad esempio, che è riuscita a creare un ponte tra il piccolo e il grande schermo. I personaggi della DC Comics, invece, al cinema funzionano molto poco, tranne per i fenomeni di Batman e Wonder Woman. Però in tv hanno trovato una casa molto accogliente dove proliferare. Lo dimostra il successo di Superman & Lois, la serie tv che re-immagina il mito dell’ultimo uomo che proviene da Krypton. Lo show che si va a incastonare nel puzzle dell’Arrow-verse, oggi è una tra le serie più apprezzate dalla critica ed è baciata da buoni ascolti. Tanto è vero che in America si sta già pensando alla terza stagione.

A sorpresa e per di più in prima serata, la prima stagione di Superman & Lois debutta su Italia Uno dal 16 luglio. Per cinque settimane, il pubblico si potrà immergere nelle avventure del giovane Superman che, con moglie e figli a seguito, torna a Smallville in cerca di tranquillità senza sapere che il crimine non dorme mai. Una serie di buona fattura, che esula un po' da tutti gli schemi dei drammi di formazione, proponendo una miscela inedita, che racchiude la vita di Superman nelle vesti di eroe, padre e marito. Perché è da vedere senza se e senza ma? Perché è uno show che – finalmente – strizza l’occhio alla tradizione fumettistica.

La trama di Superman & Lois

La vita per Clark e Lois scorre felice e serena, o almeno è così che sembra. Vivino a Metropolis e sono entrambi due giornalisti di punta per il Daily Planet. Clark riesce a convincere con il suo alter ego ed essere sia un marito che un padre, ma anche un supereroe. È costretto però a compiere una scelta che non viene condivisa da tutta la famiglia. A causa di alcuni problemi di comportamento di Jonathan e Jordan – i suoi due figli – Clark pensa che per loro sia meglio lasciare la città di Metropolis per tornare a Smallville e alla vecchia fattoria di famiglia.

Un cambio di rotta che crea solo malcontenti. Per Clark e Lois è come tornare alle origini della loro storia d’amore, per Jonathan e Jordan significa conoscere la vita rurale del Kansas e la nuova vita di Smallville. Fino a quando i due gemelli non cominciano a sviluppare le stesse abilità del padre, e proprio quando un vecchio nemico in cerca di vendetta costringe Superman a indossare il costume e il mantello per combattere a favore del bene e della libertà.

Una classica famiglia americana

È una serie tipica per chi ama il mondo dei supereroi. Non mancano l’azione e il mistero, ma Superman & Lois va ben oltre. Prende le distanze da tutte le produzioni di genere perché non racconta la genesi di un uomo che è diventato un super-uomo e che ha usato le sue abilità per combattere le forze oscure del male, ma si alza il velo su cosa c’è dietro la maschera dell’eroe. Infatti, ci si trova di fronte a un Superman più umano ma meno complessato, che mette in primo piano la sua famiglia e poi tutto il resto. Si delinea un personaggio che è consapevole dei suoi poteri ma che non li sfrutta a suo piacimento. Anzi, quella sua diversità non è una maledizione ma è solo un quantitativo aggiunto. Qui si conosce l’eroe che è marito e padre, ma soprattutto, si racconta la storia di una classica famiglia americana alle prese con i figli adolescenti e con i rapporti di coppia logorati dal tempo. Un quadro ben articolato ma allo stesso tempo semplice e onesto. Superman & Lois trova spazio nel pubblico proprio perché non si focalizza solo sulle imprese dell’ultimo figlio di Krypton, ma diventa un family drama moderno e di grande spessore.

Un ex lupo mannaro nel cast

Sono tanti gli attori che hanno prestato il loro volto per le "incarnazioni" di Superman. Come Henry Cavill nel film che è arrivato nelle sale, oppure Tom Welling che in Smallville ha raccontato la gioventù del supereroe della DC. Nella serie che ora arriva qui in Italia, Tyler Hoechlin regala al personaggio un volto nuovo, meno sexy ma più vero e sincero. L’attore è conosciutissimo nel mercato televisivo di oggi dato che, in passato, ha preso parte a Teen Wolf, serie di MTv America, in cui ha interpretato un lupo mannaro dai profondi occhi azzurri. Quello di Superman & Lois è il suo primo ruolo da protagonista dopo la fine dello show. Al suo fianco c’è Elizabeth Tulloch, che veste i panni dell’indomita Lois Lane. L’attrice conosciuta ai più per il ruolo ricoperto in Grimm, qui è la moglie di Superman e giornalista caparbia con il fiuto delle indagini.

L’ultimo eroe "romantico"

La serie è lo spin-off di Supergirl ma è anche una delle ultime produzioni strettamente legate all’Arrow-verse. L’universo coeso che è stato creato da Greg Berlanti è iniziato nel 2012 con Arrow, proseguito con The Flash, Legends of Tomorrow, con Il fulmine nero fino ad arrivare a Supergirl e Batwoman. Oggi di questo mondo fatto di eroi dalla scintillante armatura è rimasto solo Superman. O meglio, alcune serie sono ancora in onda ma nessuna sta brillando negli ascolti e nella qualità. Di fatto, il buon Clark Kent, anche si è arrivato in tv per ultimo, è l’unico che sta convincendo il pubblico essendo una serie ibrida che miscela la tematica super-eroistica al dramma familiare.

Una coppia famosa degli anni ‘90

Il duo è già apparso in tv in una serie omonima che è andata in onda in America dal 1993 al 1997. All’epoca, Superman aveva il volto di Dean Cain e Lois era interpretata da Teri Hatcher che successivamente è diventata la Susan di Desperate Housewives. Rispetto alla serie che è arrivata su Italia Uno, Lois & Clark ha ben poco in comune con Superman & Lois. È ambientata a Metropolis, Superman ancora non era diventato padre e Lex Lutor era ancora vivo. Meno dramma e più commedia, lo show è diventato molto celebre proprio perché ha raccolto per la prima volta l’eredita di Superman in tv.

Nel 1932 il primo albo di Superman

Nato dalla penna di Jerry Siege e Joe Shuster nel 1932, il personaggio è apparso sulla carta stampata solo nel maggio del 1933, diventando canonico per la DC Comics nel 1938. Era il super-eroe per antonomasia, capace di sollevare auto con un solo gesto della mano, di volare, di vedere attraverso i muri e di utilizzare raggi x dagli occhi. Ha avuto tante ere e tutte le volte ha trovato l’affetto dei fan. Nel 2015 da IGN è stato inserito alla prima posizione dei cento eroi dei fumetti più amati dal pubblico, stracciando il primato di Batman.

Commenti