Vittorio Grigolo scaccia le accuse di molestie con il bis alla Scala

Il tenore, recentemente accusato di molestie, è andato in scena alla Scala di Milano riscuotendo un grande successo. La sua interpretazione nell'Elisir d'Amore gli è valsa un bis e fragorosi applausi

Vittorio Grigolo torna a sorridere e lo fa nel migliore dei modi, ottenendo un trionfale successo alla Scala di Milano. Il tenore aretino, negli scorsi giorni, è finito al centro di un presunto scandalo sessuale dopo le accuse mossegli da una corista della Royal Opera House di Londra. Accuse che sono costate a Grigolo la momentanea sospensione dalla compagnia teatrale britannica e un'indagine interna ancora in corso. Vittorio Grigolo si è però dichiarato, sin da subito, sereno e tranquillo sulla positiva conclusione della vicenda. Il tenore non ha, così, voluto rinunciare ai suoi impegni di lavoro, salendo sul palco della Scala di Milano per la messa in scena del "Elisir d'Amore" di Gaetano Donizetti.

A premiarlo è stato il pubblico presente in sala alla prima, che lo ha ripagato con una standing ovation, lunghi applausi e un bis de "Una Furtiva Lagrima". Alla Scala di Milano Vittorio Grigolo è tornato sul palco per confermare la sua bravura e la platea è riuscita a dargli una forte iniezione di fiducia per la questione delicata che si trova ad affrontare. Al rientro nei camerini, il tenore è apparso sui social network con alcuni video di ringraziamento e commozione. Felice e visibilmente emozionato, ha trovato parole di elogio per la Scala di Milano e per gli spettatori accorsi ad assisterlo. Non si è poi dimenticato degli amici, Mara Venier e Tony Renis, venuti ad applaudirlo in teatro.

Vittorio Grigolo ha festeggiato il trionfo alla Scala a cena con la Venier, Renis e altri amici e colleghi in un noto ristorante della Galleria Vittorio Emanuele II. Una serata in allegria tra buon cibo, canzoni e risate (terminata a notte fonda) per scacciare via dubbi e insinuazioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.