Wanda Nara censurata sui social: "Brutta l'invidia tra donne"

Instagram ha rimosso una foto sexy della showgirl argentina dopo le segnalazioni di alcuni utenti. E lei, stanca delle critiche da parte delle donne, si è sfogata in un post

Wanda Nara censurata sui social: "Brutta l'invidia tra donne"

L'ultima foto condivisa da Wanda Nara sulla sua pagina Instagram è diventata un vero e proprio caso. Lo scatto, sexy e provocante, dove la showgirl argentina si è mostrata con indosso solo una t-shirt e un tanga, è stato rimosso dagli amministratori del popolare social network. Censurato per essere troppo sexy oppure per le segnalazioni fatte dalle sue follower più critiche?

Se lo è chiesta lei stessa nel suo post di sfogo, pubblicato nella tarda serata di ieri, dopo aver condiviso nuovamente l'immagine questa volta censurata con una stellina sul lato b. "Questa foto è stata censurata. I motivi non li conosco, chi è stato? - ha scritto Wanda Nara sul suo profilo personale - Le stesse che lottano per i nostri diritti come libertà e uguaglianza? Il mio no? E quello delle altre perché sì? Siamo nel 2021 oppure nel 1810 .. un bikini con una maglietta è da censura".

La moglie di Mauro Icardi aveva caricato l'immagine due giorni prima, come provocazione al compagno: "Mio marito mi ha appena detto che vuole trascorrere le vacanze a casa, cosa faccio con i miei bikini e con i miei programmi? A- Vai da sola, B- lascialo in casa con i bambini, C- ucciditi". Ma quella fotografia, scattata nella sua abitazione di Parigi davanti ad uno specchio, a quanto pare è stata segnalata. Non una sorpresa per Wanda, che non è nuova alle critiche sul web per i suoi scatti audaci e non solo, ma questa volta la showgirl è sbottata.

L'ultima immagine non avrebbe, infatti, rispettato le regole della community e per questo sarebbe stata rimossa dal social, forse in seguito alle segnalazioni. Una censura che l'argentina non ha gradito e che le ha offerto l'occasione per sfogarsi contro l'invidia e sul rispetto tra donne: "Seguo donne con corpi spettacolari e molte volte mi congratulo con loro in privato o pubblicamente. L'invidia tra le donne è una delle cose più brutte che noi stessi possiamo fare a noi stesse ... (aggressività, commenti ecc.) Iniziamo a rispettarci a vicenda affinché ci rispettino". E a giudicare dai like al post, mezzo milione, e ai quasi diecimila commenti la discussione è solo all'inizio.