Così il milanista Kjaer ha salvato la vita a Eriksen

Simon Kjaer, capitano della Danimarca, si è subito reso conto delle gravi condizioni di Eriksen ed è intervenuto tempestivamente agevolando i soccorsi

Così il milanista Kjaer ha salvato la vita a Eriksen

Christian Eriksen ha fatto spaventare una nazione intera e non solo con il suo svenimento durante la partita dell'Europeo Danimarca-Finlandia. Il giocatore dell'Inter si è lasciato cadere dal nulla durante un'azione offensiva della squadra danese lasciando increduli i compagni di gioco. Uno in particolare, il capitano e "cugino" del Milan, Simon Kjaer pare essere stato decisivo in quegli attimi concitati.

Indispensabile

Secondo quanto riporta il quotidiano inglese Mirror il difensore del Milan, una volta appresa la gravità della situazione, è corso verso il compagno di squadra esanime stabilizzandoglli la schiena, liberandogli le vie respiratorie e facendo partire la manovra di rianimazione.

Il capitano ha così facilitato il lavoro dei medici, accorsi sul campo pochi istanti dopo lo svenimento di Eriksen, che hanno poi continuato a praticargli il massaggio cardiaco prima di portarlo negli spogliatoio per ultimare la rianimazione.

A confermare come Simon Kjaer sia stato decisivo è arrivato anche il tweet dell'ex giocatore del Sunderland Neil Wainwright che su Twitter ha spiegato:"Sembra che un sacco di credito debba andare a Simon Kjaer, che ha iniziato la RCP per primo sulla scena".

Sospiro di sollievo

"Christian Eriksen è sveglio e rimane in condizioni stabili. Resterà in ospedale per sottoporsi ad ulteriori accertamenti", questo il messaggio della federazione danese per tranquillizzare un po' tutti sulle sue condizioni di salute. "Respira e riesce a parlare: è fuori pericolo", ha riferito l’agente del giocatore, Martin Schoots, ai microfoni di una radio danese dopo aver parlato col padre del 29enne giocatore dell’Inter.

La partita interrotta attorno alle 18:45 circa è poi ripresa alle 20:30 su richiesta dei giocatori di entrambe le squadre che hanno chiesto di giocare una volta appreso che Eriksen stesse bene. Il direttore tecnico della Danimarca, inoltre, alla tv pubblica danese ha confermato come dal letto di ospedale sia stato l'ex giocatore di Ajax e Tottenham a chiedere che la partita fosse ultimata.

Per la cronaca la Danimarca ha perso per 1-0 contro la Finlandia e non è dato a sapere ovviamente se la preoccupazione e lo spavento per Eriksen abbia poi inciso sulla prestazione della nazionale danese.

La prima ad accorrere sul terreno di gioco in lacrime è stata la moglie del 29enne giocatore dell'Inter che è stata subito consolata da Kjaer che potrà sicuramente raccontare di aver salvato la vita al proprio compagno di nazionale.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica