Formula Uno, giallo sul volante della Mercedes: "Sistema conforme alle normative"

La Mercedes W11 sta già creando motivo di discussione in Formula Uno dato che lo sterzo delle due monoposto si muove cambiando la convergenza delle ruote anteriori

Formula Uno, giallo sul volante della Mercedes: "Sistema conforme alle normative"

La stagione di Formula Uno prenderà il via ufficialmente il 15 marzo in Australia ma tutte le scuderie tra cui Mercedes, Ferrari e Red Bull si stanno preparando al meglio per arrivare tirate al lustro ai nastri di partenza. Con ogni probabilità, come avviene ormai da anni, saranno queste le tre scuderie che si contenderanno il mondiale costruttori e piloti con la casa di Maranello che tenterà di rompere l'egemonia delle Frecce d'argento che dura ormai da anni.

Nei test di Montmelò la Mercedes sta continuando a macinare record su record con la monoposto di Hamilton che ha già collezionato la bellezza di oltre 200 giri nel giro di due giorni dimostrando affidabilità. Quello che è saltato all'occhio di molti, però, è stata una "stranezza" nella nuova W11: un movimento anomalo del volante che si muovi in su e in giù sulla vettura del sei volte campione del mondo

Il 35enne inglese in accelerazione ha mosso lo sterzo tirandolo verso di sé con un contemporaneo movimento delle ruote anteriori che hanno cambiato convergenza. Secondo quanto riporta Sportmediaset l'articolo 10.2.3 e il 10.2.2 parlando chiaro: "Qualsiasi regolazione del sistema di sospensione può essere effettuata solo a vettura ferma. Non è possibile effettuare alcuna regolazione su alcun sistema di sospensione mentre l’auto è in movimento", e anche: "È vietato qualsiasi dispositivo alimentato in grado di alterare la configurazione o influire sulle prestazioni di qualsiasi parte di qualsiasi sistema di sospensione”.

Non si sa ancora se la Mercedes con questa innovazione violi il regolamento ma l'unica cosa che si sa è che questo sistema si chiama DAS (doppio assetto di sterzo). Il direttore tecnico delle Frecce d'argento James Alisson ha spiegato in conferenza stampa: "È un sistema che dovrebbe garantire ai piloti una dimensione extra nella guida abbiamo già presentato alla Fia il progetto e siamo convinti che la nostra idea sia perfettamente conforme alle normative".

Entusiasta anche Lewis Hamilton che non vede l'ora che la stagione abbia inizio e che ha commentato felicemente questa nuova innovazione della Mercedes: "Sono entusiasta che questo team continui a portare innovazioni. Per ora lo stiamo provando per cercare di capirne i vantaggi. La Fia ha dato l’ok e per quanto mi riguarda alla guida non ci sono state preoccupazioni".

Una cosa è certa: che sia un metodo consentito o meno, la Mercedes ha già creato motivo di discussione e se considerato legittimo questa innovazione potrebbe portare davvero dei vantaggi in termini di velocità e raffreddamento delle gomme, due elementi fondamentali per essere competitivi in pista.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?