Quel contatto dietro la tensione: cosa è successo tra Inter e Juve

Il dirigente bianconero Fabio Paratici avrebbe contattato il centrocampista Nicolò Barella per convincerlo a trasferirsi alla Juventus: da qui nasce la rabbia dell'Inter

Juventus-Inter, semifinale di ritorno di Coppa Italia, ha lasciato strascichi importanti con la lite tra il presidente bianconero Andrea Agnelli e l'allenatore nerazzurro Antonio Conte che ha catalizzato l'attenzione da parte dei media. Non solo, perché, nel marasma dello Stadium sono stati coinvolti anche il dirigente dell'Inter Gabriele Oriali e il direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici che avrebbe usato parole pesanti e al vetriolo nei confronti dell'ex team manager della nazionale italiana.

Una notizia bomba

Il giornalista sportivo Maurizio Pistocchi ha sganciato una vera e propria bomba di mercato affermando come dietro al nervosismo nerazzurro ci fosse una manovra poco corretta, se confermata, effettutata dalla Juventus proprio nella figura di Fabio Paratici. Pare infatti che il dirigente bianconero abbia tentato più volte di contattare Nicolò Barella per convincerlo a rompere con l'Inter per andare a Torino

Questa voce per ora non ha ancora trovato conferma ufficiale ma anche il quotidiano La Repubblica ha confermato come questo sia un rumors di mercato molto persante che circola a Milano ormai da giorni.

Tensione alle stelle

Conte è parso elettrico fin dall'inizio nel match contro la sua ex squadra. L'ex ct azzurro non si è fatto mancare nemmeno un alterco con Leonardo Bonucci che lo aveva redarguito per essersi lamentato per un presunto fallo da rigore subito da Lautaro Martinez. "Devi rispettare gli arbitri", la frase del 33enne di Viterbo indirizzata al suo ex allenatore. Secondo le ricostruzioni sponda Juventus sarebbe stato Conte a provocare l'ambiente con il dito medio a fine partita, mentre secondo la versione nerazzurra per tutta la partita sarebbero volati insulti da parte dei bianconeri nei confronti dell'allenatore e di alcuni tesserati.

Oggi il giudice sportivo si pronuncerà in merito per capire se i protagonisti di questa brutta pagina di calcio saranno puniti o se tutto passerà poi in mano alla Procura Federale per un supplemento di immagini. Una cosa è certa: i video e i labiali di Conte e Agnelli stanno ormai circolando da ore sul web e sono sotto gli occhi di tutti. Bisognerà capire cosa avrà scritto sul suo referto l'arbitro Mariani e cosa gli avrà "suggerito" il quarto uomo Daniele Chiffi che ha potuto assistere in prima persona a tutta la diatriba tra le due panchine.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Klotz1960

Gio, 11/02/2021 - 11:13

Questo Paratici dopo la storia dell'esame di italiano continua a distinguersi nel puro stile Juventus.

maxmado

Gio, 11/02/2021 - 13:40

sinceramente in campo è stata una sfida, non bellissima, ma corretta. Il fatto che alla fine sia stata rovinata da fuori, tra Conte, Agnelli, Oriali e Paratici sorprende, un po' sì e un po' no: basta andare sui campi dove giocano i ragazzini, dove sugli spalti, i genitori fanno e dicono di tutto, però almeno a questi livelli ci si aspetterebbe più self control, cosa che è mancata del tutto al di fuori del rettangolo di gioco. Certo che forse un po' nervosismo aggiuntivo viene dalla crisi accentuata dal covid, le società sono ormai ad un passo dal fallimento, o vinci o muori!

Rasko

Gio, 11/02/2021 - 16:20

Conte parla di rispetto a vanvera. Al di là di tutte vecchie ruggini, ciò che tutti hanno visto è un giullare esagitato che urla al ladro su un rigore inesistente. La reazione della Juve, toccata sul vivo e insultata in casa da un suo (ex) beniamino, è più che comprensibile.

99maurizio99

Gio, 11/02/2021 - 18:29

Rasko , non hai capito che l'articolazione parla di un'altra vicenda ?

delio100

Gio, 11/02/2021 - 18:40

una riedizione del caso Cannavaro allora c'era Moggi adesso ce Paratici,il modus operandi non cambia d'altra parte con mamma FIAT alle spalle che controlla tutta l'informazione non ci si può aspettare di meglio sono perfino arrivati ai telecronisti ,ho dovuto vedere la partita della Juventus in coppa Italia senza audio, a questo siamo arrivati