"Ma veramente?". Ecco cosa ha scoperto Ibrahimovic durante l'intervista

Ibrahimovic si è rivolto al giornalista di Sky per chiedere informazioni sulla permanenza al Milan di Pioli: "Ma davvero il mister resta?". Questa notizia cambia il futuro di Zlatan?

Zlatan Ibrahimovic ha scoperto qualcosa di inaspettato al termine del match di ieri sera contro il Sassuolo di De Zerbi vinto dal Milan per 2-1 con doppietta dello svedese. L'ex attaccante di Inter e Juventus incalzato da Sky Sport ha risposto in maniera criptica circa il suo futuro non sapendo come che la trattativa tra il Milan e Ralf Rangnick fosse saltata in via definitiva con Pioli confermato per altri due anni sulla panchina del Diavolo: "Sono sempre arrabbiato, è vero, mi serve per giocare così. Futuro? Ho ancora tre partite, nessuno mi ha detto nulla e non mi aspetto qualcosa di diverso. Ci sono cose strane che non possiamo controllare, noi comunque siamo tutti con Pioli…".

Ibra perplesso

Terminata la breve intervista a fine partita Zlatan ha guadagnato così il tunnel che porta agli spogliatoi ma prima di farlo si è rivolto al giornalista Marco Nosotti per saperne di più circa il futuro di Pioli: "Ma è vero che il mister resta?, la legittima domanda posta al giornalista dallo svedese che ha incassato l'immediata risposta da parte dell'inviato di Sky: "Sì, è tutto vero, domani faranno tutto". Questa notizia potrebbe aprire scenari interessanti anche per Ibrahimovic che potrebbe così prolungare di un'altra stagione con Paolo Maldini e Massara che a questo punto potrebbero restare regolarmente al loro posto anche in futuro. I prossimi giorni saranno decisivi per il futuro di Ibra con Mino Raiola che dovrà lavorare per trovare un eventuale accordo che soddisfi tutte le parti in causa.

Pioli resta

Nella tarda serata di ieri dalla Germania, e più precisamente da Kicker.de, era rimbalzata la notizia bomba sull'accordo saltato tra il Milan e Rangnick. Poco dopo è anche uscita una nota da parte dell'agente del 62enne tedesco con il Milan che ha poi diramato il comunicato ufficiale confermando di fatto Pioli per altre due stagioni.

Ralf Rangnick pare abbia rifiutato la proposta del club rossonero di approdare a Milano ma con il solo ruolo di direttore tecnico con la conferma, meritata, di Pioli in panchina. Il 62enne tedesco, però, aveva in mente altri piani e si sarebbe voluto insediare ma con un ruolo di manager all'inglese, cosa che però non è successo. Questo cambio improvviso di rotta da parte del club di via Aldo Rossi apre scenari interessanti per il futuro dato che non ci sarà più l'ennesimo ribaltone con il Milan che potrà lavorare serenamente in vista della prossima stagione per puntare a tornare in pianta stabile in Champions League e lo farà con il suo timoniere Pioli in panchina e chissà, magari con Ibra in attacco.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.