Rai e Mediaset "spengono" alcuni canali: cosa succede dal 20 ottobre

Quindici canali verranno "spenti" e sostituiti dall'alta definizione. Entro il 2023 il passaggio al nuovo digitale terrestre, per liberare le frequenze per il 5G

Rai e Mediaset "spengono" alcuni canali: cosa succede dal 20 ottobre

Chi ha un vecchio televisore si prepari. Dal 20 ottobre molti canali del digitale terrestre passeranno all'Hd e non saranno più visibili su apparecchi datati. Una quindicina di canali - nove della Rai, sei di Mediaset - verranno offerti solo in alta definizione e per guardarli sarà necessario un televisore di nuova generazione o un decoder compatibile.

Per la Rai, i canali sono Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai Sport + HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium e Rai Scuola. Per Mediaset i canali sono TgCom24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 TV e Virgin Radio TV. Per sapere se il proprio apparecchio televisivo o il decoder sono compatibili con l'Hd è sufficiente sintonizzarsi su un qualsiasi canale in alta definizione: 501 per Raiuno Hd, 505 per Canale 5 Hd, 507 per La7 Hd. Se il televisore ne trasmette anche uno solo senza problemi, significa che non c'è bisogno di aggiornare l'apparecchio. In ogni caso, quasi tutti i televisori che si trovano attualmente nelle case degli italiani sono già pronti per il passaggio all'Hd, che è compatibile con i modelli venduti dal 2010 in poi. Per gli apparecchi prodotti dopo quella data, sarà sufficiente una risintonizzazione dopo il 20 ottobre.

Il passaggio all'Hd è solo il primo passo verso il trasferimento della televisione sul nuovo digitale terrestre, che sarà completato entro gennaio 2023 con il passaggio dal sistema Dvb-T al Dvb-T2. A quel punto, tutti i vecchi canali saranno spenti e sostituiti da quelli nuovi. E non è detto che i televisori Hd siano compatibilii con il nuovo sistema. Per sapere se la Tv è pronta, esistono due canali test: il 100 per la Rai e il 200 per Mediaset. Se, una volta sintonizzati, compare la scritta "Test HEVC Main10", il televisore è pronto per il Dvb-T2.

Per chi debba sostituire Tv o decoder, il Ministero per lo Sviluppo economico ha previsto due bonus cumulabili tra loro. Il Bonus Rottamazione Tv prevede uno sconto del 20% (fino a 100 euro) per chi "rottama" il vecchio televisore, mentre il Bonus Tv Isee 20.000 euro consente di ottenere fino a 30 euro di sconto da un Tv o un decoder se il proprio reddito non supera la soglia stabilita. Il passaggio al nuovo sistema Dvb-T2 permetterà, con il passaggio all'alta definizione, la trasmissione di immagini con una maggiore qualità visiva e lascerà libere le frequenze della "Banda 700", che verranno destinate al 5G, la rete mobile ultraveloce in arrivo.

Commenti