Abuso sessuale a Viterbo Approfitta dell'anestesia: infermiere stupra paziente

Un infermiere dell'ospedale di Civita Castellana avrebbe abusato di una donna sotto anestesia. La vittima si è risvegliata mentre stava ancora subendo la presunta violenza 

Viterbo - Un infermiere di 57 anni è stato arrestato all'alba dagli uomini della Squadra mobile della questura di Viterbo per violenza sessuale. L'uomo avrebbe abusato di una donna ricoverata nell'ospedale di Civita Castellana. Secondo quanto si è appreso, la donna, di circa 40 anni, sarebbe stata violentata dopo essere stata anestetizzata per sottoporsi a un esame endoscopico. Secondo quanto emerso dagli accertamenti della polizia, l'operatore sanitario avrebbe abusato della donna all'interno di una saletta dove la paziente era stata portata in attesa che si risvegliasse dagli effetti di un farmaco anestetizzante. La paziente si è svegliata mentre subiva la violenza ed è riuscita ad allontanare il suo aggressore. Grazie agli accertamenti della polizia, al racconto della donna e alle testimonianze raccolte, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato l'infermiere.

Sarebbe inoltre emerso che l'uomo non lavora nell’ambulatorio dove si sarebbe verificato lo stupro mentre la donna era addormentata, ma si sarebbe recato sul posto appositamente per commettere la violenza. Nei suoi confronti il gip di Viterbo, su richiesta del Pm che ha coordinato le indagini, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita dagli uomini della Squadra Mobile diretta da Fabio Zampaglione.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.