Cronaca internazionale

Le fiamme e poi il misterioso l'incidente: così l'aereo militare Usa si schianta in mare

Un aereo militare americano Osprey con 8 persone a bordo si è schiantato al largo delle coste sud-occidentali del Giappone vicino all'isola di Yakushima

Le fiamme e poi il misterioso l'incidente: così l'aereo militare Usa si schianta in mare

Ascolta ora: "Il motore in fiamme e poi l'incidente: così l'aereo militare Usa si schianta in mare"

Il motore in fiamme e poi l'incidente: così l'aereo militare Usa si schianta in mare

00:00 / 00:00
100 %

In Giappone, un aereo militare degli Stati Uniti si è schiantato al largo dell'isola di Yakushima, nel sud del Paese. L'incidente, che ha coinvolto un velivolo Osprey, è avvenuto alle 14:47 ora locale (le 06:47 italiane). A bordo c'erano otto persone. Ancora ignote le cause del disastro, così come lo stato di salute dei passeggeri. Alcuni testimoni hanno raccontato che, poco prima di inabissarsi, il motore sinistro del mezzo sembrava essere in fiamme. L'episodio in questione arriva a pochi giorni da un altro incidente che ha coinvolto un aereo militare statunitense, verificatosi sempre nell'Indo-Pacifico. Lo scorso 21 novembre, un P-8 Poseidon della Marina Usa era uscito di pista durante l'atterraggio presso la Marine Corps Air Station di Kaneohe Bay, nelle Hawaii, finendo in mare. In quel caso non sono state registrate vittime.

L'incidente dell'aereo Usa

Il velivolo inabissatosi, come detto, era un convertiplano Osprey, ovvero un aereo da trasporto leggero che ha due rotori sulle ali per il decollo verticale che poi si mettono in posizione orientale come eliche per il volo.

Un portavoce della guardia costiera giapponese ha spiegato di non avere ulteriori dettagli da comunicare, aggiungendo che il decimo quartier generale regionale della Guardia costiera ha inviato una motovedetta e un aereo sulla zona dell'incidente. Un portavoce delle forze americane nella regione ha detto che è ancora in corso la raccolta delle informazioni per ricostruire l'accaduto.

Secondo la Tv pubblica giapponese Nhk, l'Osprey era stanziato alla base aeronavale americana di Iwakuni, vicino a Hiroshima, e stava dirigendosi verso la base Usa sull'isoletta di Okinawa, il punto più a sud del Giappone. Una chiamata di emergenza è stata ricevuta da un peschereccio vicino al luogo dell'incidente al largo di Yakushima.

I precedenti

L'Osprey, prodotto da Boeing e dall'industria di elicotteri Bell, è un mezzo militare altamente versatile, ma ha subito diversi incidenti. L'ultimo, lo scorso agosto, nel nord dell'Australia causò la morte di 3 Marine americani. Durante un'esercitazione di routine, il velivolo si è schiantato al largo delle coste settentrionali del Paese.

Nel 2022, cinque marines americani sono morti dopo che il loro aereo MV-22B Osprey si è schiantato nel corso di una missione di addestramento vicino a Glamis, in California. Lo stesso anno quattro membri del servizio statunitense hanno perso la vita in Norvegia, in un incidente simile, durante esercitazioni di addestramento della Nato.

Un altro Osprey è precipitato nell'oceano al largo dell'isola meridionale di Okinawa, sempre in Giappone, nel dicembre 2016, provocando un temporaneo fermo militare dell'aereo da parte degli Stati Uniti. Dal 2012 si sono verificati almeno cinque incidenti mortali di Osprey, causando un totale di almeno 19 morti, ha riferito l'Associated Press.

L'impiego dell'Osprey, dunque, risulta essere alquanto controverso. Da un lato c'è chi punta il dito contro il jolly Usa, sostenendo che l'aereo ibrido sia soggetto a incidenti; sul fronte opposto l'esercito americano e quello nipponico ne sottolineano la sicurezza.

Commenti