Cronaca internazionale

Audrey, la trans della mattanza nella scuola cristiana

Audrey Hale, una 28enne che si identificava con pronomi maschili, ha assalito una scuola a Nashville. Era una ex studentessa dell'istituto e potrebbe essere stata mossa da un sentimento di risentimento

 Audrey, la trans della mattanza nella scuola cristiana di Nashville

Ascolta ora: " Audrey, la trans della mattanza nella scuola cristiana di Nashville"

Audrey, la trans della mattanza nella scuola cristiana di Nashville

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

Un fucile d'assalto in pugno, un secondo appeso al giubbotto nero insieme ad una pistola. Maglietta bianca, pantaloni mimetici e un berretto da baseball rosso al contrario. Le immagini di videosorveglianza della Covenant School, una scuola materna elementare cristiana privata di Nashville, nel Tennesse, Stati Uniti, mostrano il killer statunitense autore dell'ultima strage di innocenti.

L'identikit del killer di Nashville

Il responsabile della sparatoria, il cui bilancio è di 7 vittime – 3 bambini e 4 adulti, killer compreso – risponde al nome di Audrey Hale, una 28enne che si identificava con pronomi maschili e che la stampa Usa ha identificato come transgender. Era una ex alunna dell'istituto, e secondo la polizia potrebbe essere stata spinta a compiere la strage da un sentimento di risentimento per aver dovuto frequentare una scuola cristiana.

In ogni caso, Hale da bambina aveva studiato proprio lì, nei corridoi presi d'assalto con freddezza e mostruosità singolari. Si era diplomata in arte e design e lavorava come disegnatrice freelance e commessa. Scendendo nei dettagli, si era laureata lo scorso anno al Nossi College of Art e, secondo il suo profilo LinkedIn, era una grafica che disegnava loghi per aziende. Le autorità, che per il momento evitano di esprimersi in merito al movente, hanno riferito che Hale aveva pianificato accuratamente l'assalto, stampando mappe dell'edificio scolastico ed evidenziando i punti di ingresso e uscita. Prima di agire, inoltre, la donna avrebbe scritto a un ex compagno delle scuole medie, annunciandogli di volersi suicidare.

Un teenager non binario

Il capo della polizia metropolitana di Nashville, John Drake, ha spiegato che la 28enne ha preso di mira studenti a caso nella scuola: "Ha sparato contro qualunque persona venuta in contatto con lei". Hale ha aperto una porta chiusa a chiave per entrare nella scuola e ha iniziato a vagare per i corridoi dell'istituto. I funzionari "ritengono che si identificasse come trans, ma siamo ancora nelle indagini iniziali su tutto ciò e se effettivamente abbia avuto un ruolo in questo incidente . Al momento è una delle teorie ma ne parleremo più avanti", ha specificato il capo della polizia.

L'ex studentessa ha lasciato alcuni messaggi scritti, ora al vaglio degli investigatori locali e federali. "Abbiamo alcuni scritti che stiamo esaminando che riguardano questa data, l'incidente vero e proprio. Abbiamo tracciato una mappa di come tutto questo avrebbe avuto luogo", ha proseguito lo stesso Drake. Da quanto emerso, Covenant School non sarebbe stato l'unico obiettivo dell'assassino.

Killer Nashville

Uno "studente tipico"

L'ex preside della scuola di Nashville, Bill Campbell, ha detto di ricordarsi Hale in terza elementare, nel 2005, e in quarta, nel 2006. "Ho guardato indietro nei miei annuali e la ricordo come un'ex studentessa. Era solo una delle nostre signorine. Era solo una tipica studentessa. Uno studente tipico. Non c'era niente di straordinario e insolito", ha detto l'ex dirigente scolastico. "Era amata e apprezzata come tutti i nostri studenti", ha affermato.

"Era una ragazza molto dolce", una ragazza "normale, forse un po' troppo tranquilla", hanno detto i suoi vicini di casa. "Penso che i genitori di Audrey siano scioccati come tutti noi nel vicinato.

Non c'è nulla che mi avrebbe mai portato a pensare che sarebbe stata capace di un gesto simile o che lei o la sua famiglia avessero avuto accesso a una pistola", ha raccontato il vicino Sean Brashears ad alcuni media americani.

Commenti