Battiato all'assemblea regionale senza cravatta

Il neo assessore alla Cultura della Regione Sicilia si presenta all'assemblea regionale senza la cravatta. Botta e risposta tra il cantautore e i grillini

L'avventura politica di Franco Battiato inizia con una piccola gaffe. Il neo assessore regionale alla Cultura della Sicilia si presenta alla prima seduta dell'Assemblea regionale senza cravatta (aveva un maglione a collo alto sotto la giacca) e il presidente Giovanni Ardizzone, lo rimprovera: "Capisco che è la prima seduta e che probabilmente qualcuno non conosceva il regolamento di questa Assemblea, che c’è e va rispettato. È obbligatorio presentarsi in aula con la giacca e la cravatta e tutti devono osservare questa regola". Il cantautore-assessore, colto in castagna, non è parso particolarmente turbato: "Non conoscevo questo protocollo. In generale rispetto le regole". D'ora in poi se le metterà? Staremo a vedere. Lui per ora non si sbilancia.

Poco dopo l’insediamento e la presentazione della giunta da parte del presidente della Regione Rosario Crocetta, Battiato ha lasciato la sala e non si è più ripresentato con il resto degli assessori. Quando l’aula ha eletto il nuovo presidente dell'assemblea e la giunta ha ripreso posto tra i banchi di Sala d’Ercole, infatti, la poltrona di Battiato era vuota. Sarà la prima di una lunga serie di assenze? E' possibile, visto che il cantautore non abbandonerà di certo la sua carriera di cantante e i suoi concerti in Italia e all'estero.

Botta e risposta coi grillini

Battibecco a distanza tra Battiato e il leader dei grillini siciliani Giancarlo Cancelleri, che ieri aveva definito la Giunta siciliana come una "Giunta uscita da un talent show come X
Factor". Una battuta mal digerita dal cantante catanese che oggi, in un’intervista sulle pagine locali di Repubblica, replica stizzito al giornalista: "Pensa che possa rispondere a qualche cretino?". Cancelleri ribatte: "Non rispondo al maestro Battiato, non voglio rotture con la Giunta. Anzi, vogliamo lavorare con questi assessori".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

vince50

Gio, 06/12/2012 - 16:56

Non dovrebbe essere la cravatta ad essere obbligatoria,ma ben altri requisiti e molto ma molto più IMPORTANTI.La cravatta,non è la fedina penale.

Romolo48

Gio, 06/12/2012 - 17:03

Pieni di debiti ma in giacca e cravatta ... che diamine?!

Gaetano Immè

Gio, 06/12/2012 - 17:23

Caro Vince50, inutile lanciare anatemi generalizzati, buttarla in caciara è scioccO. Che diavolo c'entra la fedina penale? Di chi? Imparate a dire le cose senza averne paura. Inoltre il vero ridicolo è che Battiato abbia accettato la proposta di Crocetta. La politica che si genuflette ai VIP, ai " musicanti", ai nani, alle ballerine, alle donne cannone, ai comici....Ma che miserabile populismo da quattro soldi! A quando Crozza in Parlamento o Benigni al Ministero della Kultura o Giuliani Vicepresidente con Grillo primo ministro? Questa è l'Italia come è stata ridotta dalla kultura e dai governi degli anni dal 1948 ( ripeto dal 1948 !) ad oggi! Gaetano Immè

eglanthyne

Gio, 06/12/2012 - 17:27

DimenticonE !

Ritratto di blues188

blues188

Gio, 06/12/2012 - 17:31

La Sicilia è come la muffa: non riesci a togliertela di torno. Neppure con i sedicenti artisti come Battiato che presume di aver fatto chissà quali opere artistiche che fanno ridere, ridere e ridere

Gioortu

Gio, 06/12/2012 - 17:44

I grillini,vogliono lavorare con la giuntà?Che letteralmente tradotto vuole dire:"anche noi abbiamo famiglia".

Ritratto di scandalo

scandalo

Gio, 06/12/2012 - 17:44

I CRAVATTARI nome col quale vengono eufemisticamente definiti gli usurai a Napoli !! MA FORSE ANCHE IN SICILIA !!

Ritratto di Limapapa02

Limapapa02

Gio, 06/12/2012 - 17:46

Giacca, cravatta e pezze al c..o = giunta siciliana! Per Battiato, in caso di assenza, metteranno al suo posto una Crocetta..

Ritratto di blues188

blues188

Gio, 06/12/2012 - 17:54

Gaetano Immè, lei dimentica che i Governi (anche dal 1948) sono stati eletti da qualcuno. E che a loro volta hanno fatto quello che poi è stato accettato dai votanti che sono tornati a votarli, poiché ne hanno ricevuto enormi benefici (il Sud) e divisioni (il Nord). La Sicilia è una voragine che aspira le risorse del Nord (unico lato produttore di beni) e che ormai l'ha ammazzato prosciugandolo di risorse e di ogni voglia di lavorare rendendo inutile ogni sforzo. Siamo pieni di professori, di postini, di telefonisti, di comici che fanno sbadigliare e di maneggioni vari, ma siamo di nuovo al palo di partenza e niente funziona. Si deve studiare meno (ma meglio) e lavorare di più. Parola che non viene gradita sotto Roma. Il senso di Vince50 mi pare proprio questo ma se non lo è rimane sicuramente il mio

eovero

Gio, 06/12/2012 - 17:58

come cantante non mi piaceva,e se come politico mi farà lo stesso effetto allora siamo a posto

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Gio, 06/12/2012 - 18:23

centro di quaquaqua permanente

'gnurante

Gio, 06/12/2012 - 18:35

dimissioni subito!

Mario-64

Gio, 06/12/2012 - 18:39

Si' ,la cravatta in una regione come la Sicilia mi sembra proprio la priorita' delle priorita'.

peroperi

Gio, 06/12/2012 - 19:05

E' il racket della cravatta che colpisce chi non la porta.

gi.lit

Gio, 06/12/2012 - 19:32

BLUES 188. Sei tu la muffa. Sei tu che fai parte della muffa del Nord. Gente con il cervello imbottito di cacca leghista. In quanto ai governi, anche quelli nazionali sono stati votati e rivotati in mancanza di meglio anche al Nord. E allora? Che cavolo vuoi? Governi in gran parte gestiti da personaggi padani (da Berlusconi a Monti). E anche quella nefasta introduzione dell'euro porta la firma del tuo conterraneo Prodi. In quanto poi alla Sicilia che non produce, ti ho già spiegato che c'è nell'Isola un'agricoltura molto attiva. E la zootecnia e piccole industriee l'artigianato e il turismo e la pesca nonché un turismo abbastanza attivo grazie anche a dei grandi porti costruiti molto prima dell'unità nazionale. Cioè, non sono stati costruiti dai tuoi nonni padani ne finanziati dalla mitica Padania. E, contrariamente a quelle gran minchiate che scrivi, ci sono fior di professionisti, in tutti i settori, che non si sono laureati come pensano certi scimuniti in cambio di mezzo chilo di patate. A questo proposito, mi permetto ricordarti che l'Università di Catania è tra le più antiche del Paese essendo stata fondata nel 1434. E aggiungo anche, a proposito del fatto che in Sicilia non si conosce l'operosità, che vi viene raffinato il 40 per cento dei carburanti che servono all'intero Paese. Raffinerie dove lavorano tecnici ed operai siciliani. Capito, gnorante presuntuoso? Ti ho già detto e te lo ripeto: il tuo antimeridionalismo, travalicando il semplice pregiudizio, rientra nella sfera psichiatrica. Sei un demente ai sensi di legge. E questo vale anche per quell'altro leghista sfegatato molto assiduo di questo forum.

Pierofco

Gio, 06/12/2012 - 19:34

Il Giornale è sempre un passo avanti a tutti nel dare notizione come questa!!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 06/12/2012 - 19:37

che pagliacciate un cantautore che ci fa in quel posto? forse pubblicità per se stesso gratis? ho saputo che Crocetta è omosessuale a voi risulta ?

antonio11964

Gio, 06/12/2012 - 19:38

azzz...pieni di mafia, pieni di immondizia, strapieni di debiti e di gentaglia inutile impiegata a spese nostre pero'...cazzo in giacca e cravatta !!!!!! morti di fame, vagabondi, inutili si, ma perlomeno eleganti. ....,a andate a cagare !!!!

Ritratto di marystip

marystip

Gio, 06/12/2012 - 19:46

Guardano alla cravatta e poi si fregano anche la cassetta delle elemosine.

vince50

Gio, 06/12/2012 - 21:18

Io continuo imperterrito,ritengo che la fedina penale conta,azz...se conta,mentre la cravatta mi lascia del tutto indifferente.

Ritratto di scandalo

scandalo

Gio, 06/12/2012 - 21:19

qui ci manca PIPPO BAUDO !! ma pippo pippo non lo sa che quando passa lui ride tuta la città , si crede bello come un apollo......

venessia

Gio, 06/12/2012 - 21:22

lo sa tuto il mondo intero che non è capace de farse il nodo! è arrivatto il momento de imparar il capppio

bombacchio

Gio, 06/12/2012 - 22:40

Visto che non fanno un ca@@o almeno che si mettano la cravatta.

bombacchio

Gio, 06/12/2012 - 22:50

Purtroppo nonostante la bellezza della Sicilia dal gattopardo non è cambiato nulla, Crocetta appena eletto ha subito dichiarato: La mafia non è d'accordo con la mia elezione, ca@@o, appena eletto un incontro ad alto livello!

peter46

Gio, 06/12/2012 - 22:53

X blues188,Le ricordo,educatamente,che a Battiato hanno ricordato che c'è una legge,e le leggi solo al sud,forse,non vengono rispettate(secondo la vulgata del nord).Le vorrei ricordare ancora, sempre educatamente,che sono daccordissimo che si deve studiare "meglio" e lavorare di più.Sul lavorare,purtroppo è il problema ultimamente:a Termini Imerese vorrebbero,ma non possono.E all'ILVA di Taranto vorrebbero,ma non sembra tanto possibile.E tutte due sono non al sud,ma sotto Roma.

Marcello58

Gio, 06/12/2012 - 23:17

i soliti ipocriti ! Se esiste l'obbligo di giacca e cravatta, perché le signore non vestono in modalità 'conforme'? Vogliamo ancora fare discriminazioni di sesso e di vestiario? Se si fosse presentato con una capigliatura punk-viola ma con la giacca e cravatta sarebbe stato 'ammesso'? Poveri noi, siamo ancora davvero troppo indietro!

pesciazzone

Gio, 06/12/2012 - 23:32

caro BLUES188, lei definisce battiato un "sedicente artista"... Quel che farà da assessore non lo sappiamo, ma appare chiaro a tutti che l'arte di battiato possa far ridere solo gli ignoranti o i (purtroppo numerosi, ahimè) fans del gangnam-style e pirlate simili. L'arte non ha colore politico, è sufficiente un cervello di gallina per capirlo... Come???? Non capisce??? ...lo sospettavo

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Ven, 07/12/2012 - 00:03

ALMENO D'UNA COSA SONO SICURI......NON SARA' SEMPRE PRESENTE ALLE SEDUTE.........PRATICAMENTE SANNO GIA' CHE PRENDERA' LO STIPENDIO SENZA LAVORARE TROPPO !!!!!!!!!

lolo60

Ven, 07/12/2012 - 01:01

questo criticone a fatto subito la sua figura di m.....!!! approposito, spero che rinunci allo stipendio visto che è miliardario.. o no!!!!!

lolo60

Ven, 07/12/2012 - 01:01

questo criticone a fatto subito la sua figura di m.....!!! approposito, spero che rinunci allo stipendio visto che è miliardario.. o no!!!!!

WoodstockSon

Ven, 07/12/2012 - 06:21

povera la mia Sicilia, condannata all'ignoranza e alla discriminazione politica culturale e produttiva. avremo mai i nostri Marat Danton e Robespierre?

Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 07/12/2012 - 11:00

gi.lit...lei s'incacchia quando dico che i siciliani e la sua cultura hanno un forte discendenza ARABA !! evidentemente lei non conosce la storia infatti :....La conquista araba della Sicilia inizia ufficialmente nell'anno 827........Palermo la ebbero nell'831, Messina nell'843, Enna, da loro chiamata Kasr Jànna , fu presa nell'859, dopo un assedio tanto lungo che consentì agli arabi di coniar moneta. Le ultime a cedere furono Siracusa, nell'878, Catania, nel 900, Taormina nel 902 ed infine completarono l'occupazione con la caduta di Rometta nel Messinese. Correva l'anno 965....Durante i 200 anni della loro dominazione, gli Arabi portarono nell'isola la cultura, la poesia, le arti, le scienze orientali e abbellirono il loro regno con monumenti stupendi. Durante la loro permanenza gli Arabi diedero un notevolissimo apporto all'economia ed alla civiltà Siciliana: introdussero le colture del riso e degli agrumi, realizzarono opere di canalizzazione che consentirono l'uso razionale delle risorse idriche (cosa che oggi i nostri amministratori hanno "dimenticato")......Durante la dominazione araba Palermo (Balarm in arabo) si distingueva per lusso e per ricchezza e si presentava con tutte le caratteristiche di una città orientale. Divenne una capitale mediterranea Si contavano più di 300 moschee (così riferisce nel 973 Ibn Hawqal, viaggiatore arabo dell'epoca normanna ) ed una popolazione di oltre 250.000 abitanti, quando a Roma o Milano non c'erano più di 20 o 30.000 anime. La Sicilia tutta era piena di industrie e di commerci, come ci rendono conto i viaggiatori Ibn Gubayr, Ben Idrisi e lo stesso Ibn Hawqal. Era il giardino del mediterraneo. In Sicilia gli arabi favorirono la nascita di una ricca cultura, sia nelle scienze che nella letteratura. Uno tra i migliori poeti arabi siciliani è Abu al-Hasan che visse in Sicilia, tra la fine dell'XI e il XII secolo. Egli cantò l'amore e la bellezza del creato come doni di Allah. Nei suoi versi si trova anche una vena di tristezza per la sorte della sua patria, la Sicilia, che stava per cadere nelle mani dei Normanni. Sarebbe bello poter leggere "La storia araba di Sicilia" di Ibn Kalta, o gli scritti di Ibn Hamdis di Noto, entrambi scrittori ARABO-SICULI, di cui molti testi sono andati perduti. I ricordi più importanti che testimoniano la presenza araba in Sicilia purtroppo non sono quelli né quelli letterari né quelli architettonici. Non ci rimane alcuna Moschea, perché trasformate in chiese cristiane, e lo stesso Alkazar (l'attuale Palazzo dei Normanni di Palermo), non lascia più riconoscere la parte costruita dagli Arabi, e ben poco di altri monumenti di quell'età è giunto fino a noi..... E poi abbiamo anche termini commerciali come: funnacu (fondaco), tariffa, sensale; termini agricoli come fastuca (pistacchio), zagara (i fiori dell'arancio o del limone), zibibbu (una varietà di uva), giggiulena (sesamo); vocaboli come "calia" (ceci abbrustoliti) "giurana" (rana), "zotta" (frusta); o cognomi come Badalà o Vadalà (servo di Allah) Fragalà (gioia di Allah) ecc. Nella cucina, dal cuscus , ED ECCO LA RAGIONE DEL MIO AVATAR , SI ALLA POLENTA NO AL CUSCUS ,alla cassata, alle arancine. Tutta la VOSTRA CUCINA ha una forte impronta araba che si riconosce nell'uso delle spezie, dello zucchero e dei profumi. Inoltre, antichi riti di magia, credenze popolari, come le "truvature"; scongiuri e pratiche di fattura che derivano direttamente dal fondo dell'anima araba della Sicilia. Per strano che possa sembrare sedici secoli di ellenismo sono stati quasi annientati dall'arabismo che in soli due secoli è riuscito a lasciare una forte impronta che né Normanni, né Svevi, né Spagnoli o Francesi e per ultimo i piemontesi sono riusciti a cancellare. Questo può significare una cosa sola: la dominazione araba non fu mero dominio ma integrazione con i popoli autoctoni !!! ............ COME VEDE LA SICILIA CON GLI ARABI GODEVA DI OTTIMA SALUTE !! FRANCAMENTE NON RIESCO A CAPIRE PERCHE' VI OSTINANTE A VOLER FARE UNA NAZIONE UNICA CON I PADANI , DISCENDENTI DEI LONGOBARDI , CHE NELLA STESSA EPOCA DOMINAVANO IL NORD ITALIA !! IL DNA E' DIVERSO !! NON AFFERMO MIGLIORE !!

Ritratto di carla1971

carla1971

Dom, 09/12/2012 - 01:19

gi.lit : il problema della Sicilia non è nella gente che lavora e neanche nella ricchezza del territorio, ma in chi l'amministra. I debiti della regione Sicilia sono superiori a qualsiasi altra regione. Del numero dei dipendenti pubblici ne vogliamo parlare??? Puoi in tutta onestà affermare il contrario??? Guarda che non è necessario essere leghisti per vedere le cose come stanno.