Le navi "bomba" dei migranti: focolai innescati dal governo

Contro gli sbarchi il Viminale sa fare solo una cosa: spostare i richiedenti asilo sulle navi quarantena. Cifre da capogiro: abbiamo già speso più di 15 milioni di euro. La doppia beffa: per il virologo Clementi sono pure "pericolose"

Quella del 2020 sarà ricordata come l’estate caratterizzata dalle “invasioni” dei migranti sulle coste italiane unitamente alla grave emergenza sanitaria legata al coronavirus. Sono ben 19.995 gli arrivati di quest’anno a fronte dei 5.571 dello stesso periodo del 2019. Non è necessario essere dei matematici per capire che il numero è di gran lunga superiore a quello dello scorso anno. Ma fino a febbraio il numero dei migranti è rientrato grossomodo negli “standard” per motivi legati al periodo invernale e quindi alle condizioni meteo. E a marzo, a “causa” del lockdown, gli sbarchi sono stati minimi se non assenti.

Ad aprile è esplosa inaspettatamente la “bomba degli arrivi”con dati che preannunciavano quello che sarebbe accaduto nei mesi a seguire. L'hotspot di Lampedusa con i suoi 195 posti, si è trovato ad ospitare più di mille migranti permettendo al virus di veicolare con più velocità tra una persona e un’altra. In poco tempo sono salite a circa 10mila le persone approdate sull’isola maggiore delle Pelagie. All’interno del centro di accoglienza di contrada Imbriacola le operazioni per lo svuotamento, dopo mesi di appelli, sono state completate la sera del 7 settembre. I migranti sono stati imbarcati sulle navi Rhapsody e Adriatico e il centro - promettono - chiuso per lavori di ristrutturazione. Non solo Lampedusa, ma anche altri porti siciliani hanno dovuto fare i conti con gli sbarchi (anche fantasma) e la gestione dell’emergenza sanitaria. Ed allora ecco moltiplicarsi da parte degli amministratori locali le richieste continue di aiuto al governo.

La scelta del governo: puntare sulle navi per la quarantena

Ad aprile a Roma l'emergenza migratoria sembrava molto lontana: con il Paese ancora sconvolto dal lockdown, dalle parti di Palazzo Chigi e del Viminale nessuno prestava attenzione a quanto accadeva in Sicilia. Bastavano anche pochi sbarchi perché il sistema di accoglienza, complice l'emergenza coronavirus, andasse in tilt. Per questo dall'isola alcuni sindaci e il presidente della Regione Musumeci avevano invocato la presenza di navi per la quarantena.

Una scelta provvisoria, di poche settimane, per limitare la portata degli effetti dei primi sbarchi in attesa di interventi più strutturali. E così a metà aprile è arrivato il via libera al primo esperimento in tal senso: la nave della Tirrenia Raffaele Rubettino è giunta a Palermo per prendere a bordo i migranti approdati dalle navi Aita Mari e Alan Kurdi. Ma la vera prova del nove sull'uso delle navi per la quarantena è arrivata il 9 maggio, quando a Porto Empedocle è approdata la Moby Zazà. Un traghetto con 250 posti all'interno che, nelle intenzioni del Viminale, doveva risolvere ogni problema. Ben presto però l'esperimento si è rivelato un fallimento: la capienza non ha garantito il ricollocamento a bordo di tutti i migranti sbarcati. E a fronte di costi esorbitanti per le casse dello Stato la Moby Zazà ha anche ospitato 30 migranti positivi al coronavirus arrivati a giugno dalla Sea Watch 3, circostanza che ha comportato la dichiarazione di “zona rossa” a bordo della nave e che ha poi indotto l'armatore a non prorogare il contratto con lo Stato.

L'arrivo di nuove navi

Nonostante il fallimento dell'esperienza della Moby Zazà, il governo ha deciso di proseguire su questa linea. A fine luglio è stata individuata un'altra nave a cui affidare il servizio per la quarantena ai migranti: la Azzurra, mezzo della compagnia Grandi Navi Veloci. A cui il 7 agosto si aggiunge la nave Aurelia della Snav, al centro il 21 agosto di una "contesa" tra il sindaco Pd di Trapani e quello grillino di Augusta che con ordinanze distinte ne vietavano l'attracco. Dal primo settembre risulta invece operativa la nave Allegra di Grandi Navi Veloci, il giorno precedente un bando ha individuato altre due navi sempre per lo stesso servizio, per un totale di cinque mezzi operativi già entro la prima decade di settembre. Un imponente schieramento di navi, che però non ha alleviato l'emergenza immigrazione: gli hotspot a Lampedusa e in Sicilia continuano a essere pieni e la situazione è sempre più critica. Il perché è presto detto: le navi per la quarantena potevano essere una soluzione a breve termine, all'inizio dell'estate. Al contrario, il governo ha considerato questa via come l'unica possibile, senza andare a incidere strutturalmente su un fenomeno, quello migratorio, che nel pieno della pandemia ha assunto dimensioni importanti.

Quanto costano le navi quarantena allo Stato?

Ma quanto costa tutto ciò? Dati alla mano, cifre da urlo. La nave Moby Zazà che ha sostato in rada a Porto Empedocle dal 9 maggio fino al 22 luglio è costata 1.200.000 euro; mentre la nave Azzurra, in rada a Trapani dal 3 agosto, ha un costo complessivo di 4.793.200 euro e svolgerà le proprie funzioni fino al 31 ottobre prossimo. Vi è poi la nave Aurelia che dal 18 agosto e, per un totale di 64 giorni, ospiterà i migranti nella rada di Trapani per un totale di 3.334.000 euro. Poi l’arrivo della nave Allegra entrata in funzione a Palermo la notte del 2 settembre e di cui non si conoscono i dettagli sui costi (è stata reperita con una procedura d’urgenza). Infine gli ultimi due mezzi: la Rhapsody e l’Adriatico, entrambi appartenenti alla società Grandi Navi Veloci. Le due navi svolgeranno la loro attività per un periodo di 40giorni, per un totale di 4.168.000 euro. Calcolatrice tra le mani, il governo ha speso (escludendo la nave Allegra) la cifra di 13.495.200 euro. Si può ragionevolmente sostenere, quindi, che il costo complessivo raggiunge almeno i 15 milioni di euro.

La doppia beffa per l'Italia: “Navi costose e pericolose sotto il profilo sanitario”

Ad esprimere perplessità sulla scelta del governo anche il professore ordinario di Microbiologia e Virologia dell'Università Vita-Salute San Raffaele, Massimo Clementi: “Una nave popolata, in un contesto di possibile emergenza legata alla presenza di virus, è la situazione meno felice che possa esserci – ha dichiarato il virologo a ilGiornale.it – Gli spazi sono limitati e possono esplodere da un momento all'altro nuovi focolai". Basta cioè anche un solo contagio e la situazione potrebbe degenerare: “Ma non lo dico soltanto io – ha tenuto a specificare Clementi – Di recente lo ha affermato anche il collega Massimo Galli. Tra noi virologi è forte la consapevolezza che isolare le persone in una nave non è operazione saggia”.

Basta pensare a quello che è successo sulla nave da crociera Diamond Princess, dove ad inizio pandemia a marzo la scelta di bloccare tutti i passeggeri a bordo ha determinato la formazione di uno dei primi e pericolosi focolai fuori dalla Cina. Dunque, la scelta di rinchiudere i migranti in traghetti trasformati in centri di accoglienza galleggianti ha per l'Italia il sapore di una doppia beffa: "In questa maniera di certo non si risolve il problema – ha concluso il professore – Se l'obiettivo è svuotare gli hotspot, non si può certo richiedere l'arrivo continuo di sempre più navi, è una strategia costosa e rischiosa per la popolazione”.

"L'Italia rischia di essere una grande nave quarantena"

“Quello che è mancato al governo è stato il coraggio di intraprendere azioni decise sull'immigrazione, a partire dalla chiusura delle frontiere”, aggiunge il giornalista ed esperto di politiche migratorie Gianluca Veneziani. “Su questa strategia – ha continuato Veneziani parlando con ilGiornale.it – è possibile sollevare due obiezioni: la prima è che non tutti i migranti vengono tracciati, visto che buona parte degli sbarchi sono autonomi e molte persone che arrivano nel nostro Paese poi finiscono nel nulla. In secondo luogo, le navi per la quarantena potrebbero rappresentare un cosiddetto 'pull factor', ossia un fattore di attrazione per chi vuole salpare dalle coste nordafricane”. Su come si svilupperà la vicenda nei prossimi mesi, il giornalista non ha dubbi: “Se le politiche del governo non cambieranno, l'Italia intera potrebbe diventare essa stessa una grande nave per la quarantena”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mar, 08/09/2020 - 17:33

Ecco dove vanno a finire le nostre tasse, a servire e riverire gli invasori africani.

okorop1

Mar, 08/09/2020 - 17:34

Sta situazione è allucinante, non dovrebbero arrivare in condizioni normali figuriamoci in mezzo a una pandemia globale....

moichiodi

Mar, 08/09/2020 - 17:43

Innescati dal governo. Altrimenti in Lombardia avremmo avuto zero contagi e zero morti.

machimo

Mar, 08/09/2020 - 17:47

Grazie mattarella per il bel trattamento dei clandestini. Come ti stanno sul cuore.

aldoroma

Mar, 08/09/2020 - 17:49

15 miliardi.... Complimenti a Giuseppi

pt50lulu

Mar, 08/09/2020 - 17:50

la magistratura dorme :la sinistra può fare quello che vuole

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 08/09/2020 - 17:51

Vengono confinati per un periodo nelle navi crociera perché la maggior parte dei sindaci sia di destra che di sinistra non li vogliono. Certo è che il business dell'accoglienza pelosa ci costa un occhio dalla testa, d'altronde a detta degli esperti del settore rende più della droga.

d'annunzianof

Mar, 08/09/2020 - 17:52

RENDONO PIU` DELLA DROGA

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 08/09/2020 - 17:52

da proporre l'oscar alla ue,come miglior attore NON proptagonista

Giorgio5819

Mar, 08/09/2020 - 17:53

Questo é il dissesto mentale di una masnada di comunisti che usano i soldi degli ITALIANI per i loro comodi. Solo dei comunisti possono arrivare a tanto.

cgf

Mar, 08/09/2020 - 17:53

Era molto più che prevedibile. Ma cosa si circondano di esperti super pagati se poi fanno di queste….

Ritratto di bismark22

bismark22

Mar, 08/09/2020 - 17:59

Si ma raccontateci com’è organizzata la permanenza sulle navi. Quanto personale c’è? Chi tiene pulita la nave? Chi li tiene separati? Il personale agisce in quel focolaio o se ne sta isolato? In che condizioni verranno rese? Quanto costerà sanificarle? Pulirle? Riparare i danni? I costi sono tutto compreso? Chi ci salirà in futuro volentieri? Forse sarà meglio cambiare i nomi. Ci sarà da divertirsi se qualcuno vorrà fare del vero giornalismo e raccontarci bene. Intanto in televisione ci raccontano degli italiani buttati fuori casa perché non hanno i duecento euro per mutuo o affitto.

zena40

Mar, 08/09/2020 - 17:59

L'unica cosa che ci rimane da fare è dichiarare, dati alla mano, i numeri dei positivi fra i clandestini per concludere che, causa pandemia, ci è impossibile accogliere altre persone e chiudere i confini nord e sud, come ha fatto Malta e tutte le altre nazioni europee che non accettano collocamenti. In alternativa ci caricheremo di problemi anche finanziari senza risolvere nulla.

mariobaffo

Mar, 08/09/2020 - 18:00

Ma è semplice gli armatori piangono miseria nessuno va in crociera ? il Nostro governo le riempie di migranti,La ministra Lamorgese dice che ci sarebbe da prendere in considerazione il controllo delle frontiere , nel frattempo che adeguano le strutture di accoglienza ,non gli passa neanche nel cervello l'idea di fermare questa selvaggia immigrazione,e fare come Germania e Francia di rispedire nel paese Europeo da dove sono entrati ,no la brava Italia si prende tutto ,bisogna far qualcosa siamo già il campo profughi Europeo ma tutto sul nostro groppone.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 08/09/2020 - 18:00

Il governo e in seconda battuta la Ue vanno denunciati e processati per procurata epidemia ripetuta, ha voglia a fare il finto duro, prudente, con decreti anticostituzionali, se poi ci infetta con gli africani positivi

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 08/09/2020 - 18:02

Ma mattarella non c'è non vede,Fa le commemorazioni tocca la ghirlanda e basta ?????

Ritratto di adl

adl

Mar, 08/09/2020 - 18:05

Dividendo i 15 milioni di € totali per diciamo ad occhio 2.000 migranti curati generosamente a spese e cura di Pantalone italiano per il benessere ed il quieto vivere nei Paradisi Fiscali Ueiani e dei relativi Rutte, viene la cifra unitaria di 7.500 € per migrante. A parte lo spudorato razzismo antiitaliano, visto che agli italiani è stato imposto un poco dispendioso "state a casa" che per migliaia di casi si è tradotto con un "MORITE A CASA", quale cifra di nuovi arrivi e di nuove navi QUARANTENA, includeva il celeberrimo: SIAMO PRONTI (only for AFRICA......naturally) !!!!?????

fabioerre64

Mar, 08/09/2020 - 18:08

Girano video dove si vedono responsabili di cooperative che ammettono candidamente che su un migrante, per cui lo stato versa 32 euro al giorno, loro guadagnano dai 4 agli 8 euro. Con il governo M5S/Lega almeno si era provveduto ad abbassare la diaria, questi delinquenti l'hanno nuovamente alzata. Adesso a questi costi esorbitanti aggiungiamo anche le navi per la quarantena, tra un paio di mesi poi ci saranno nuovi poveri italiani che dormiranno in strada.

maumen

Mar, 08/09/2020 - 18:12

Questa gente va portata in un isola disabitata come l’Asinara. Quei 15 mln di euro dei contribuenti sarebbe stato meglio pagarli alla Regione Sardegna ..!

Giorgio5819

Mar, 08/09/2020 - 18:12

moichiodi, la sua bassezza fa perfino tenerezza...

baio57

Mar, 08/09/2020 - 18:12

@ moichiodi Ti rendi conto delle idiozie che scrivi ? Essere sinistrato mentale è una condizione che porta la metastasi della ragione.

Ritratto di adl

adl

Mar, 08/09/2020 - 18:23

Comunque l'ostinazione e la caparbietà della ministra degli interni, valutate in un'ottica di lodevole ed indefessa collaborazione alla ricerca del consenso del suo predecessore e dell'intero schieramento politico avverso, in vista della prossima tornata elettorale, devono essere salutate con doverosa riconoscenza ed ottimismo.

oracolodidelfo

Mar, 08/09/2020 - 18:24

Moichiodi 17,43 - Nevichera' rosso!!!!! Ha ammesso la verità.......

zen39

Mar, 08/09/2020 - 18:26

Ora gli italiani sono in grado di capire che dietro c'e un complotto indotto e facilitato dai "comunisti" ? Perchè questi difendono a spada tratta ogni sbarco ? Perchè loro vogliono l'invasione ad oltranza ? Perchè nessuno di loro osa neppure lontanamente accennare un minimo cenno di protesta ? Ordini di partito si dirà, guai al dissenso. Bene cari italiani ecco chi vi vuole mettere nella ....."

Jon

Mar, 08/09/2020 - 18:32

Si trasformino le NAvi della 40na in NAVI DEL RIMPATRIO..!! Di notte, cheti cheti, facciano rotta per la Tunisia e li riportino indietro.! In Italia non li vuole Nessuno, tranne PD, ONG, Lamorgese, mafie e schiavisti vari.

Iacobellig

Mar, 08/09/2020 - 18:42

Riportare subito tutti i clandestini caricati sulle navi da dive sono partiti.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 08/09/2020 - 18:43

Ora sarà chiaro a tutti dove verranno destinati i (molto futuribili) soldi promessici dall'UE. Salvini e Meloni, toc toc, una bella mozione di sfiducia alla Lamorgese, no?

Iacobellig

Mar, 08/09/2020 - 18:49

Se sono ancora validi i decreti sicurezza emessi dal governo precedente significa che qualcuno o in molti stanno incorrendo in omissioni d’atti d’ufficio per le continue violazioni di confini nazionali e arrivi di clandestini che entrano senza autorizzazione, comprese le navi e/o ong che non vengono sequestrate.

jaguar

Mar, 08/09/2020 - 18:49

Oltre al mantenimento dei turisti africani sulle navi quarantena, una volta finita (se finirà) l'emergenza Covid dobbiamo aggiungere anche le spese non indifferenti di sanificazione delle navi. Andrà a finire che converrà di più smantellarle.

Royfree

Mar, 08/09/2020 - 18:57

No_sinistri...non solo. Ora stanno pure impegnando massicciamente la nostra sanità e personale medico togliendolo inesorabilmente ai nostri concittadini. Vedremo se la situazione si aggrava le sale intensive occupate da gente che manco conosciamo.

trasparente

Mar, 08/09/2020 - 19:13

Tutto questo fa parte di un piano. "Loro" il piano l'hanno creato da tempo. Noi (popolo) siamo collegati con WhatsApp a spedirci i selfie. Sveglia prima che sia troppo tardi.

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Mar, 08/09/2020 - 19:15

No_sinistri Mar, 08/09/2020 - 17:33 Classica risposta di chi non sa guardare oltre il suo naso. Caro signore, lei si scandalizza per qualche milione di euro utilizzati per salvare e/o curare delle vite umane. Io mi scandalizzo per gli oltre 100 MILIARDI di euro che ogni anno vengono evasi nel nostro paese. L'attuale debito pubblico Italiano è pari a 2500 miliardi. E lei ha ancora il coraggio di scrivere quelle cose? Si informi e inizi a ragionare con la sua testa. E' facile dare la colpa di tutti i mali agli altri, ma i colpevoli della situazione disastrosa del nostro paese hanno passaporto e cittadinanza italiana!!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 08/09/2020 - 19:17

Una sola parola: indecenti.

Happy1937

Mar, 08/09/2020 - 19:24

Se buttano via i soldi in questo modo sara’ purtroppo molto difficile che ci arrivino veramente i soldi promessi dall’Europa.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 08/09/2020 - 19:32

Ma un giorno, verranno mai processati?

AngeloErice

Mar, 08/09/2020 - 19:45

E' una vergogna ! Io quelli navi me le sognavo ma non avevo i soldi per pagarmi il viaggio. Cosi mi facevo tra 40 e 48 ore di treno e viaggiavamo come bestiame in "treni speciali" per "morti di fame" che ci spostavamo dall'estero. Questi parassiti le usano gratis. Invece di tagliare il numero di parlamentari, IO voto NO, e voterie volentieri SI per il taglio di loro stipendi a 5 CIFRE e metterci pure un tetto! Come possono capire come vivono gli italiani con la dolce vita e il far niente che accomuna i (anche loro parassiti) comunisti rossi di zecca. Imbroglioni e bugiardi.

lillo44

Mar, 08/09/2020 - 19:48

.......dopo la quarantena sulle navi questa povera gente verrà distribuita nei vari Paesi dell'Europa, come dovrebbe accadere se veramente esiste una vera Europa, verranno ammassati o verranno riportati nei loro Paesi dalle navi ben retribuite, messe a disposizione dal nostro Governo? L'Unione Europea non può seguitare a chiudere gli occhi e far finta di niente mentre il problema dei migranti è diventato un vero problema per il nostro Paese sempre accogliente! Visto quello che sta emergendo da un anno, l'Italia non può più accoglierli tutti e l'Europa non può pensare che riempire le Navi con questa povera gente sia la soluzione migliore!! I 27 Paesi dell'U.E. non possono pensare che il problema è solo Italiano, altrimenti a mio parere personale è meglio uscirne di corsa, l'Italia ha il Sole, le Colline, le Montagne, il Mare, la Cultura, la Cucina,l'Agricoltura, ecc.ecc. potrebbe farne sicuramente a meno!!!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 09/09/2020 - 11:16

Lamorgese ha ammesso che per fermare questa transumanza è necessario un blocco navale al limite delle acque territoriali libico-tunisine, però nulla fa - in pratica - per fermare questo mercimonio di carne umana. Questa testata poco tempo fa ha rilevato il costo medio mensile per un migrante da tenere isolato su una nave: circa 4800 euro/mese. Mi chiedo: dopo che sono stati controllati e risultati negativi, Lamorgese e il suo capetto con pochette come impiegheranno costoro, visto che il lavoro in Italia latita anche per i “locali”? Sempre la solita spocchia del salvare poveretti in mare dotati di telefono satellitare, il cui canotto puntualmente imbarca acqua poche miglia o andirivieni di navi madre? La finirete con questa sceneggiata indegna e prendete seri provvedimenti una volta per tutte? Manica di ..