Cronache

Busta sospetta al Giornale: Vigili del Fuoco in redazione

Busta sospetta nella sede di via Negri proprio nel giorno in cui il prefetto di Milano ha tolto la scorta a Sallusti. L'analisi rapida della polvere bianca ha dato esito negativo

Busta sospetta al Giornale: Vigili del Fuoco in redazione

Panico alla redazione milanese del Giornale. Questa mattina è stata recapitata una busta in via Negri: una volta aperta è uscita della polvere grigia. Proprio questa mattina il prefetto di Milano ha revocato la scorta al direttore Alessandro Sallusti.

Questa mattina una busta sospetta è stata recapitata alla segreteria del Giornale: era genericamente indirizzata al quotidiano. Sulla lettera un breve testo di minacce rivolte a Silvio Berlusconi e al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: "Berlusconi senatore a vita... Saranno assasinati Berlusconi e Giorgio Napolitano. Il traditore della patria". A firma del Gruppo armato a difesa del Popolo. Non appena è stata aperta la lettera è uscita della polvere grigiasta e sono scattate le misure di sicurezza e sono stati chiamati i Vigili del Fuoco del Nucleo Nbcr supportati dalla polizia. "La procedura dei tecnici è quella di metterci in quarantena e di non farci muovere - ha raccontato il vice direttore Nicola Porro - ho provato a uscire in maniera un po' ingenua, mi hanno detto 'Dove crede di andare? Deve andare in ospedale, metta questa tuta bianca e resti qui'". La segreteria è stata messa in quarantena. "Ci hanno fatti uscire a uno a uno - hanno spiegato fonti vicine alla segreteria di redazione - e ci hanno buttato addosso della candeggina per poi metterci dentro a una stanza isolata". Solo dopo un paio di ore sono arrivati i risultati del kit rapido dei Vigili del Fuoco che ha dato esito negativo escludendo, in questo modo, che si potesse trattare di antrace. A quel punto le persone messe in quarantena sono state "liberate". Questa sera, però, la polvere verrà nuovamente analizzata dall'Ufficio d'igiene. Un ultimo responso arriverà fra qualche giorno dal laboratorio nazionale di Foggia.

Oggi pomeriggio è arrivata una busta sospetta anche al Corriere della Sera. Davanti alla sede del quotidiano diretto da Ferruccio de Bortoli, sono infatti accorsi i Vigili del Fuoco. "Sono in corso accertamenti per chiarire la natura della sostanza contenuta nella busta", spiega il Corriere.it.

Commenti