'Qui clandestini fuori controllo: abbiamo bisogno dell'esercito'

La richiesta disperata d'aiuto è giunta dal primo cittadino di Castel Volturno ed è stata raccolta dal commissario provinciale di FdI Caserta Marco Cerreto, il quale ha richiesto a gran voce un aiuto. Secondo Cerreto con 15mila immigrati irregolari nessuno può garantire che questi siano a conoscenza delle disposizioni del governo, che le rispettino e che non vi siano contagiati fra di loro

Una disperata richiesta d'aiuto quella che giunge da Luigi Petrella, primo cittadino di Castel Volturno - comune in provincia di Caserta -, il quale sottolinea di come in una vasta zona come quella da lui gestita, che va Bagnara fino a Destra Volturno, vivano all'incirca 15mila immigrati buona parte dei quali irregolari. Petrella sottolinea di come questi numeri, in una situazione di pandemia da coronavirus come quella che stiamo affrontando da settimane, facciano piombare il suo territorio in uno stato di allerta massimo poichè questi immigrati sono totalmente fuori controllo.

L'appello del sindaco di Castel Volturno non è rimasto a lungo inascoltato: l'avvocato Marco Cerreto infatti, nella sua veste di commissario provinciale di Fratelli d'Italia Caserta, ha fatto immediatamente suo l'allarme di Petrella, richiedendo a gran voce l'arrivo dell'esercito nella provincia campana: "Ho sentito stamane il sindaco di Castel Volturno Luigi Petrella ed ho raccolto il suo invito a stare vicino ad una comunità esposta più di altre, quella di Castel Volturno. Lui stesso mi ha detto di essere in grande difficoltà, nonostante stia lavorando alacremente, ad assicurare il controllo della zona Bagnara, Destra Volturno".

L'avvocato Cerreto ha poi rimarcato il vero, grande problema di quella zona: con almeno 15mila immigrati - in buona parte irregolari -, nessuno può garantire che questi ultimi siano adeguatamente informati dell'emergenza coronavirus o che conoscano le misure restrittive adottate dal governo per far fronte a questa situazione, ne tantomeno che le rispettino. Fra questi stranieri ci potrebbero essere dei contagiati che però non lo comunicano e non richiedono assistenza sanitaria ove mai ne avessero bisogno per qualunque motivo. Per questo il commissario provinciale di FdI pensa che la soluzione a questa annosa questione sia l'arrivo dell'esercito in questa zona così in difficoltà del nostro Mezzogiorno, ricordando di come la stessa Giorgia Meloni "Chiese a gran voce già due anni fa il potenziamento di presidi di polizia, carabinieri e la presenza appunto dell'esercito".

A Castel Volturno la situazione è talmente seria che si è arrivati a delle situazioni davvero paradossali: nella giornata di ieri infatti una cittadina del comune casertano aveva mostrato al consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli delle foto di alcune prostitute in strada con indosso una mascherina di protezione. L'esponente politico aveva replicato alla segnalazione con estrema sorpresa, chiedendosi giustamente "che senso avesse indossare una mascherina se poi le prostitute hanno rapporti sessuali con più persone per strada magari non protetti".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

FedericoMarini

Ven, 13/03/2020 - 18:00

QUELI IMMIGRATI VANNO CONTROLLATI, MA BISOGNA TENERE PRESENTE CHE SONO ESSERI UMANI