Covid già nell'estate del 2019? Ecco perché i morti sono arrivati dopo

Uno studio ha rivelato che il coronavirus circolava in Italia già dal settembre 2019: perché fino a febbraio non si sono contati centinaia e centinaia di morti?

Il coronavirus circolava in Italia sin dal settembre 2019, ovvero cinque mesi prima rispetto all'identificazione ufficiale del primo paziente, avvenuta il 20 febbraio nella provincia di Lodi. L'ultimo studio realizzato dall'Istituto nazionale dei tumori di Milano e dall'Università di Siena, e pubblicato sulla rivista Tumori Journal, ha confermato i sospetti sulla circolazione molto precoce della Sars-Cov-2 all'interno del nostro Paese.

Virus in Italia dal settembre 2019

Il titolo dello studio è emblematico: "Unexpected detection of SARS-Cove2 antibodies in the pre-pandemic period in Italy". L'assunto base della ricerca ruota attorno all'analisi dei campioni ematici conservati di 959 persone, tutte asintomatiche, che avevano partecipato agli screening per il tumore al polmone a cavallo tra il settembre 2019 e il marzo 2020. Ebbene, è emerso che l'11,6% di queste persone – cioè 111 su 959 – aveva già gli anticorpi al coronavirus, di cui il 14% a settembre, il 30% nella seconda settimana di febbraio 2020 e il maggior numero, il 53,2% in Lombardia.

Scendendo nel dettaglio, 6 dei 111 casi citati sono risultati positivi anche agli anticorpi neutralizzanti il virus, 4 addirittura a inizio ottobre. Questo significa che il Covid-19 circolava in Italia ben prima di quanto non ci si potesse immaginare. Non a febbraio 2019, quando tutti i giornali raccontavano la storia di Mattia Maestri, presunto paziente 1 colpito dal misterioso virus polmonare proveniente da chissà dove.

Un'epidemia silenziosa

La Sars-CoV-2 circolava in Italia da molto prima di febbraio. Forse dall'autunno o, più presumibilmente, già dall'estate. Una domanda sorge spontanea: per quale motivo nessuno si è accorto di niente fino al 20 febbraio, quando le autorità sanitarie diedero la notizia del primo contagio accertato? Il dubbio è lecito, anche perché nel corso dei mesi abbiamo potuto constatare gli effetti nefasti del virus: centinaia e centinaia di morti, migliaia di nuovi positivi al giorno, strutture ospedaliere al collasso, focolai ovunque.

Perché, se il Covid era già in giro dalla fine dell'estate, nel periodo compreso tra il settembre e il febbraio 2019 gli ospedali non erano presi d'assalto e non si contavano migliaia di morti? Detto altrimenti, se a ottobre e novembre il virus già circolava, perché l'epidemia è scoppiata a maggio? Ci sono varie considerazioni da fare. Abbiamo cercato di fare chiarezza chiamando in causa Emanuele Montomoli, professore ordinario di igiene e sanità pubblica presso l’Università di Siena nonché uno degli autori dello studio citato.

Le ipotesi sul tavolo

Sul tavolo ci sono varie ipotesi. Innanzitutto bisogna sottolineare come un'epidemia, per scatenarsi a pieno regime, abbia bisogno di un po' di tempo. "Quando ci sono pochi casi un'epidemia non parte. A settembre magari c'erano piccoli focolai, ma il numero di casi era probabilmente ancora troppo basso per poter ingolfare gli ospedali, creare problemi al sistema sanitario e generare effetti sulla popolazione", ha spiegato il professor Montomoli.

Una seconda ipotesi riguarda il comportamento dei coronavirus. "Non amano né il freddo né il caldo, bensì la stagione mite. Tanto è vero che abbiamo avuto l'aumento dei casi a marzo e adesso a ottobre", ha aggiunto Montomoli, ipotizzando anche una terza ragione. "Non è vero che nel lasso di tempo compreso tra il settembre e il febbraio 2019 non c'erano casi – ha aggiunto il professore - Basta guardare i dati delle ospedalizzazioni di quel periodo. Soprattutto nel Nord Italia, c'era un'enorme quantità di polmoniti atipiche non diagnosticate. Una volta che si è conosciuto il virus, sono state collegate al coronavirus".

Non a caso lo studio dell'Istituto tumori di Milano e dell'Università di Siena ricorda che nel novembre 2019 molti medici di medicina generale avevano segnalato la comparsa di strani e gravi sintomi respiratori, soprattutto nei pazienti più anziani e fragili, con bronchite bilaterale atipica. In quei giorni, non essendoci ancora notizie sul nuovo virus, tutte queste patologie sono state ricondotte a forme aggressive di influenza stagionale. Il Covid-19 era invece già tra noi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Pigi

Lun, 16/11/2020 - 14:19

Altra ipotesi, suffragata dalle statistiche della prima raccolta di dati, ai primi di marzo, (grande maggioranza di uomini maturi, maggioranza femminile nella classe 20-29 anni): il virus aveva raggiunto clienti e "professioniste" del sesso a pagamento, con rapidissima diffusione in una cerchia non piccola della popolazione. Da lì si arriva agli ospedali, alle famiglie, alle RSA...

Una-mattina-mi-...

Lun, 16/11/2020 - 15:35

ALTRA IPOTESI: NESSUN MEDIA SE NE INTERESSAVA, E LE BIG PHARMA NON AVEVANO ANCORA FIUTATO IL BUSINESS. PERALTRO I NUMERI DEI DECESSI SONO DEMOGRAFICAMENTE RIDICOLI, E SE NON SI CERCASSE TUTTI I GIORNI DI CONVINCERE LA GENTE, IN POCHI SI SAREBBERO ACCORTI DELLA "PANDEMIA", ANCHE SE SI SAREBBERO ACCORTI CHE 30 ANNI TAGLI HANNO FATTO SI' CHE LA SANITA' SIA UN COLABRODO.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 16/11/2020 - 16:27

Una-mattina-mi-...15:35...certo,se non ci fosse stata la cassa di risonanza montata ad arte dalla Cina(ora in Cina le "mascherine" sono un optional,e l'economia gira sostanzialmente come prima per soddisfare l'enorme mercato interno),supportata dall'OMS,da "Big Pharma",dal BISOGNO di "reset mondiale" da parte del Sistema Finanziario,e per non ultimo dare una spallata a Trump,nessuno se ne sarebbe accorto,o per lo meno l'effetto "domino",non si sarebbe innescato...Qui da noi poi,a questo incompetente "governo",ce sopravviveva,con poltrone IMMERITABILMENTE incollate,non è parso vero,di unirsi al coro,e cavalcare la pratica del TERRORE,come scusa per un vero e proprio "colpo di stato"!

ensiminit

Lun, 16/11/2020 - 16:31

Fra le tante domande che l'articolo pone, non vedo la più importante. Perchè colui che riporta la notizia, non riporta anche l'ipotesi maggiormente sostenuta dalla comunità scientifica, ovvero che l'esposizione ad altri coronavirus possa portare all'immunizzazione contro il Sars-CoV-2? So che è un po' come predicare nel deserto, ma per piacere, un po' di serietà nell'informazione che fate.

ensiminit

Lun, 16/11/2020 - 16:37

Chiarisco il commento precedente. L'ipotesi in questione, se verificata, implica che il coronavirus NON girava già nell'estate 2019. Signor Giuliani, cribio, un po' di quello che ci vuole nel fare giornalismo.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 16/11/2020 - 16:40

Probabilmente i morti ci sono stati, ma pochi e senza che nessuno se ne sia accorto, specialmente se si trattava di persone anziane.

78fede78

Lun, 16/11/2020 - 16:46

avete il coraggio di parlare di TERRRORE!!!??? Ad agosto i ristoranti facevano i loro porci comodi la gente faceva movida e si assembrava ed ora ne paghiamo le conseguenze ed avete il coraggio di lamentarvi del TERRORE. Chiederò alla redazione di bannare tutti i commenti che inneggiano al negazionismo o alla riduzione della pandemia sulle spale della gente che muore.

78fede78

Lun, 16/11/2020 - 16:49

@Una-mattina-mi-... avete stufato con ste tesi del complotto. Tornate a fare i complotti sulle scie chimiche vi prego e lasciate perdere argomenti più grandi di voi per rispetto delle persone che sono morte. Vi ritenete persone intelligenti in realtà il vostro livello è Angela Chianello

Ritratto di perigo

perigo

Lun, 16/11/2020 - 17:13

La cosa più logica da pensare è che gli episodi raccontati siano rientrati nella casistica di tutte le altre epidemie di influenza che da sempre affliggono l'umanità. E se dalle statistiche comparate si evidenzia che nello scorso quinquennio la mortalità generale nei primi 10 mesi dell'anno è stata talvolta superiore a quella dei primi dieci mesi del 2020, un motivo c'è: la mortalità del C-19 si colloca a ridosso di quella della più banale influenza.

Una-mattina-mi-...

Lun, 16/11/2020 - 17:20

78fede78 Lun, 16/11/2020 - 16:49 - Non c'è nessun complotto: c'è un sacco di gente che invece ha fiutato l'affare del secolo, ingigantendo un'epidemia, parole perfino del prudentissimo Crisanti, che è poco più dell'asiatica. Il rispetto per i morti non c'entra niente: c'entra il rispetto per i vivi, irrisi, vessati e presi per i fondelli giornalmente. P.S: non conosco la sua amica

Pigi

Lun, 16/11/2020 - 17:28

Aggiunta al commento precedente. Poiché durante questa estate è tornata maschile la maggioranza dei contagi, si può presumere che buona parte dei contagi vacanzieri sia dovuta allo stesso motivo.

cammi21

Lun, 16/11/2020 - 17:31

78lobotomizzati... capisci tanto di epidemie che ancora parli delle movide e ristoranti dell'estate. Ma sparisci!

ensiminit

Lun, 16/11/2020 - 17:54

Immagino che il livello di informazione del Giornale rispecchi quello dei suoi lettori.

necken

Lun, 16/11/2020 - 18:15

allora vuol dire che Wuhan, i giochi militari ecc. non c'entravano nulla? forse gli untori siamo noi Italiani? oppure sono i ns medici che non hanno saputo diagnosticarlo correttamente in tempo? non è che a noi Italiani piace essere masochisti (non sarebbe una novità)?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 16/11/2020 - 18:56

78fede78. Perché vorrebbe farci bannare? A quale pro?Perché non portiamo rispetto verso i morti? Sono parole sue,non nostre. Il rispetto,a prescindere va a chi non ce l'ha fatta,ma anche ai vivi che stanno facendo tanti sacrifici. Parliamo anche di chi si è ucciso perché non ce l'ha fatta economicamente o per chi aspetta ancora sussidi dal governo? Lei ha ragione ad essere incavolato ma se la prende con le persone sbagliate che hanno tutto il sacrosanto diritto di Pensarla diversamente da lei non crede?

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 16/11/2020 - 19:13

In tutto questo marasma una cosa è carta, il nostro governo ha perso letteralmente la testa.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 16/11/2020 - 19:13

Se daranno prova di questa che potrebbe essere verità, sarebbe un atto gravissimo, un attentato allo stato tutto, alla popolazione.

Godric_Gryffindor

Lun, 16/11/2020 - 19:34

78fede78 aa parte il suo moralismo d'accatto (i ristoratori che fanno i loro porci comodi: ma chi l'ha autorizzata a salire sul pulpito a dare patenti di irresponsabilità alla gente normale?) resta il fatto che nonostante movide e ristoranti pieni IN AGOSTO la curva della pandemia si è impennata A OTTOBRE!!! Non vede la contraddizione nel suo "ragionamento"(se così lo possiamo definire)?

uberalles

Lun, 16/11/2020 - 19:34

Un governo di "raccattati", dediti soltanto a pagare marchette elettorali, che ha monopolizzata l'informazione televisiva e della stampa, "doveva" per forza condurre l'Italia a questo sfacelo: non ha indovinata una previsione, ha sperperate decine di miliardi in monopattini, banchi su ruote, redditi di "latitanza dal lavoro", create decine di migliaia di posti di lavoro fasulli, avallato lo sbarco di clandestini al solo scopo di riempire le tasche dei kompagni in cambio di voti...Ditemi se poteva capitare di peggio: forse Stalin o Hitler a Palazzo Chigi e Pol Pot al Quirinale!

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Lun, 16/11/2020 - 19:59

Che sciocchezza. Basta UN caso e questo virus fa sfracelli. Un motivo per questa presenza di anticorpi ovviamente ci sarà, ma QUESTO virus non c'era neanche lontanamente.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Lun, 16/11/2020 - 19:59

@78fede78...la stanchezza nel sentirvi mi è da tempo passata....ora si tratta di una rompitura vera e propria di quelle cosine che hanno gli uomini