Coronavirus, il comandante-eroe torna in Italia: finita la quarantena

Il capitano Gennaro Arma ha fatto ritorno a casa. Dopo l’odissea della Diamond Princess e la quarantena

Finita la quarantena per il capitano Gennaro Arma, il comandante-eroe divenuto un simbolo per l’Italia durante l’epidemia da coronavirus. La sua foto in divisa mentre scende dalla nave Diamond Princess con mascherina sul volto e trolley in mano ha fatto il giro del mondo, facendoci sentire orgogliosi ancora una volta di essere italiani.

Nominato commendatore

La nave da crociera era rimasta bloccata settimane nel porto giapponese di Yokohama. Arma aveva deciso di scendere per ultimo, a notte fonda, quando ormai tutti, passeggeri ed equipaggio, erano in salvo. A bordo erano stati registrati 705 contagi e sei decessi. La compagnia Princess Cruiser lo aveva definito un eroe. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lo aveva nominato commendatore “in considerazione del suo esemplare comportamento”. Appena sbarcato aveva telefonato alla moglie e poi aveva iniziato la quarantena. Finalmente è rientrato in Italia insieme a 15 membri del suo equipaggio.

A Fiumicino, ad accoglierli, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. “Siamo molto contenti di essere rientrati e di essere in Italia. Non vediamo l'ora di abbracciare le nostre famiglie in questo momento” queste le sue prime parole appena toccato il suolo italiano. Il comandante ha ringraziato Mattarella per la nomina a Commendatore al merito della Repubblica e ha assicurato di essere a disposizione per fare la sua parte in questo difficile momento. Di Maio ha spiegato che troveranno certo un’Italia diversa, ma che tutti stiamo facendo il massimo per farla tornare com’era prima della loro partenza.

Negativi al coronavirus

A Tokyo, prima di imbarcarsi sull’aereo che li avrebbe riportati a casa, Arma aveva incoraggiato tutti ammettendo: “Non e' semplice per nessuno, ma sono convinto che tutti insieme ce la faremo e che andrà tutto bene. Noi italiani siamo un popolo incredibile, nell'emergenza tiriamo fuori il meglio”. Il capitano e gli altri 15 membri, dopo essere scesi dalla nave, erano rimasti in quarantena due settimane nella struttura ospedaliera di Wako, a nord di Tokyo. Tutti sono risultati negativi al coronavirus. Arma ha raccontato di aver passato momenti impegnativi, ma è sempre stato aiutato dal conforto e dalle dimostrazioni di affetto di tanti e ha voluto ringraziare tutti per essere stati loro vicini.

Adesso il comandante tornerà tra le braccia di sua moglie Mariana che lo aspetta nella loro casa a Sant’Agnello, nella penisola sorrentina. Un nuovo isolamento, questa volta circondato dall’affetto della sua famiglia. Il comandante Gennaro Arma è rientrato a bordo di un aereo Alitalia. Su Twitter il comandante Roberto Congiu ha postato una foto che li ritrae insieme accompagnata da queste parole: “ Comandante, è stato un piacere ed un onore averla a bordo, grazie per averci resi orgogliosi di essere italiani”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.