Il genetista che inchiodò Bossetti: "Così ho smascherato Ignoto 1"

Emiliano Giardina, il genetista forense che collaborò al caso di Yara Gambirasio, spiega come è arrivato a capire che "Ignoto 1" era un figlio illegittimo. La sua intuizione fece arrivare gli investigatori a Bossetti

Venne definito "l'uomo-chiave" nel caso di Yara Gambirasio. Emiliano Giardina, genetista forense dell'Università di Tor Vergata, ebbe l'intuizione di cercare "Ignoto 1" tra i figli illegittimi di Giuseppe Benedetto Guerinoni. Fu lui a permettere agli inquirenti di risalire a Massimo Giuseppe Bossetti, oggi in carcere, condannato all'ergastolo per l'omicidio volontario della 13enne di Brembate Sopra. Durante le analisi effettuate sul profilo genetico trovato sugli slip di Yara, si stimò all'87,39% la possibilità che "Ignoto 1" fosse un figlio illegittimo di Guerinoni, deceduto nel 1999 e, una volta riesumato il corpo, le probabilità che il DNA trovato sul corpo di Yara appartenesse a un figlio salì al 99,99999987%. Emiliano Giardina ha spiegato al Giornale.it il modo in cui si procede solitamente per le analisi forensi e come è arrivato all'intuizione che portò a Bossetti.

Come si procede solitamente per effettuare un'analisi genetica?

"Per i processi penali, l'analisi genetica viene effettuata seguendo diverse fasi. Innanzi tutto si procede con l'attività di rilevamento della presenza di tracce biologiche: si ispezionano i reperti o la scena del crimine, per cercare tracce biologiche. Queste possono essere visibili a occhio nudo (noi le chiamiamo semplicemente visibili) o latenti, cioè non visibili a occhio nudo. Sono queste ultime le più utili, perché non risultano invisibili solo a chi le cerca, ma anche a chi le ha lasciate. Per identificarle, vengono usate delle luci particolari, che aumentano il contrasto tra la superficie e le tracce. Poi, una volta che gli elementi sono stati rilevati e campionati, vengono portati in laboratorio e inizia l'attività di analisi, che è volta a capirne sia l'origine biologica, che l'identificazione. Si cerca, cioè, di rilevare da dove proviene la traccia, procedendo a una caratterizzazione biologica, per determinare se si tratta di saliva, sangue, liquido seminale, ecc. Inoltre per individuare la persona a cui appartiene la traccia genetica, si procede all'estrazione di una molecola di Dna, che serve per la caratterizzazione: il Dna viene analizzato, ricavandone il profilo genetico, con il quale poi si procede al confronto (con la banca dati nazionali o, se ci sono, con gli indagati)".

Quando un'analisi genetica si definisce irripetibile? Quella sul Dna di "Ignoto 1" lo era?

"L'analisi non si può ripetere quando le tracce sono presenti in piccola quantità, tali da non consentire infinite prove. A volte infatti è possibile effettuare una sola analisi, perché la stessa azione distruggerebbe la traccia, presente in una quantità troppo piccola. Anche le analisi effettuate su "Ignoto 1" erano irripetibili, ma è normale che lo fossero: di solito, in casi come questo è sempre così, perché sulla scena del crimine le tracce sono presenti in minima quantità".

Nel caso Gambirasio si è dibattuto molto su Dna mitocondriale e nucleare. Qual è la differenza?

"Il Dna nucleare è espressione per il 50% dei caratteri del padre e del 50% di quelli della madre e a questo si fa riferimento per le tradizionali analisi del Dna. Quello mitocondriale, invece, deriva solamente dalla mamma e non può essere usato in ambito forense per identificare gli individui o le tracce. Il Dna può essere usato per due finalità: identificare un criminale o cercare un sospetto. Nel caso Gambirasio, i carabinieri trovarono una traccia biologica sugli indumenti intimi di Yara, ma noi non avevamo la persona con cui comparare il Dna nucleare derivato dalla traccia. Il Dna nucleare fu utilizzato per identificare la persona, mentre l'analisi del Dna mitocondriale venne fatta per cercare di trovare la mamma e risalire a "Ignoto 1", un passaggio effettuato prima che si arrivasse a Bossetti".

Lei, ai tempi, ipotizzò la presenza di un figlio illegittimo, dando una svolta alle indagini. Come arrivò a questa intuizione?

"Quando venne isolato il profilo di "Ignoto 1" iniziarono le indagini con il campionamento di massa. Analizzando i profili genetici, ci si accorse che quelli della famiglia Guerinoni erano simili ma non identici a quello di "Ignoto 1". Ho capito, quindi, che faceva parte della famiglia ma non era un figlio diretto di Giuseppe Benedetto Guerinoni. Noi siamo riusciti a dare una probabilità statistica a questa ipotesi".

Si trattò di un'operazione unica?

"Sì, sia il campionamento che l'indagine non avevano precedenti. Fu un'operazione unica. E l'analisi genetica sulla famiglia Guerinoni e il confronto con "Ignoto 1" furono un aspetto rilevante di tutta l'indagine".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

MASSIMOFIRENZE63

Sab, 28/11/2020 - 10:28

Allora: 1) Il cadavere di Yara è stato ritrovato dopo alcuni mesi per cui il campione di DNA è stato contaminato e non è attendibile; 2) La procedura a cui sono arrivati a Bossetti è molto fumosa e non trova precedenti, per cui non mi sembra attendibile manco quella; 3) Bossetti è un padre di famiglia ed un muratore, cioè una persona che aveva 1.000 cose a cui pensare mentre il pedofilo classico i genere sono persona che niente hanno da fare e pensano sempre al sesso, in altri termini Bossetti non corrisponde al "pedofilo assassino" classico che si vede anche nei film. Nonostante ciò è stato condannato all'ergastolo. A mio parere i giudici avrebbero dovuto dire "che non si può rovinare la vita ad una persona senza prove certe" ed assolverlo per mancanza di prove certe. Con questo non voglio dire che Bossetti sia innocente, però le prove che portano non convincono.

Ritratto di Zorro474

Zorro474

Sab, 28/11/2020 - 10:30

Vorrei sapere se il DNA mitocondriale di ignoto 1 è identico a quello di Bossetti. Se non lo fosse, ignoto 1 avrebbe una madre che non è quella di Bossetti, sarebbe figlio di Guerinoni ma non sarebbe Bossetti. In sostanza: se i DNA mitocondriali di ignoto 1 e di Bossetti non corrispondono al 100 per 100 Bossetti è innocente.

Ritratto di old_nickname

old_nickname

Sab, 28/11/2020 - 10:51

Registratevi nome e faccia di costui e pregate tutti gli dei di tutti i pantheon di tutti i tempi di non avere mai, MAI, a che fare con lui.

ex d.c.

Sab, 28/11/2020 - 11:02

Troppi dubbi e troppi analisi DNA con un costo esorbitante. Il profilo del condannato non corrisponde a quello di un assassino. Nessuna frequentazione con la vittima. Troppi dubbi per una condanna

PANDORINO62

Sab, 28/11/2020 - 11:08

Nell'articolo non si dice se la "traccia" da cui è stato ricavato il DNA è sangue, saliva o liquido seminale o altro,perchè ?Hanno cercato le prove per valorizzare quella del DNA ma tutte smentite.Siamo un paese che assolve Sollecito perchè ha l'avvocato giusto e che condanna in concorso di colpa con altri R. Guede! In entrambi questi casi inizialmente si era colpevolizzato l'uomo sbagliato...e messo in galera senza prove, poi liberati entrambi....!! E' quindi normale avere seri dubbi anche perchè il Ministro Alfano in diretta TV ha messo il cappio al collo di Bossetti definendolo il colpevole e senza averlo ancora arrestato e senza un regolare processo e questa cosa non è da paese civile e grida vendetta,vergogna! Il Ministro Alfano è colpevole lui si per primo di non aver fatto rispettare i diritti di Bossetti sin dall'inizio e lo hanno marchiato come il colpevole.Era al lavoro con i piedi nel cemento e hanno gridato che stava scappando, assurda sta cosa,tutto preparato!

Ritratto di cicopico

cicopico

Sab, 28/11/2020 - 11:42

finche ci sara professionisti cosi finiremo tutti in galera ,bossetti e innocente.

Dordolio

Sab, 28/11/2020 - 11:52

Fossi al posto di questo genetista, semplicemente, non dormirei la notte. Attanagliato dal rimorso di una persona - con ogni probabilità innocente - condannata al carcere a vita.

senzasperanza

Sab, 28/11/2020 - 12:00

ma,scusate.se,e",passato con il suo camion(ben tre volte)vicino alla palestra,mentre la piccola doveva uscire? di cosa parliamo...

Dordolio

Sab, 28/11/2020 - 12:52

Senzasperanza... il famoso filmato del “passaggio ripetuto del predatore seriale” era UN FALSO che i carabinieri - per compiacere la PM - fecero mettendo in fila a ripetizione sempre lo stesso medesimo frame..a scopo dissero mi pare “descrittivo” o “illustrativo”.NON ci sono ripetuti passaggi! E i carabinieri lo ammisero con tutta sincerità, poi. Il furgone inoltre NON era di Bossetti: il suo aveva una estensione sul tetto dell’ abitacolo fissa ed inamovibile che nel filmato non appare. Di simili poi la difesa scoprì che da quelle parti ce ne erano parecchi altri. E ne vennero prodotti in aula foto, libretti e dati vari.

Vostradamus

Sab, 28/11/2020 - 12:54

L'Italia, purtroppo, come ben sappiamo, è la terra promessa dei processi farsa mediatici, e dei pagliacci autoproclamatisi tuttologi. Ma questo caso li supera tutti: un singolo frammento di materiale genetico, talmente deteriorato da essere privo della parte mitocondriale, analizzato con un kit scaduto; filmati falsi sui furgoni bianchi realizzati ad arte, presumibilmente su commissione, materiale genetico altrui presente in quantità industriale, trascurato per non si sa bene quale motivo, e mi fermo qui. Chi dispone di più di tre neuroni funzionanti, troverà persino su YouTube altre persone, che hanno ricostruito il fatto in modo palesemente più attendibile.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Sab, 28/11/2020 - 13:30

Ambisce al Nobel per le minchiate^

Dordolio

Sab, 28/11/2020 - 13:41

Apprezzo la chiusa di Vostradamus in particolare. A prescindere da ogni altra considerazione c’è gente che si è spesa con ricerche ben documentate (diverse le ho viste su YouTube). Il fatto è che spesso sono appunto, CREDIBILI, ATTENDIBILI, RAGIONATE, PLAUSIBILI., OBIETTIVE. Ben lontane dai trucchi e dalle fumisterie che il processo ha esibito. A prescindere dalla colpevolezza o meno del Bossetti queste circostanze eclatanti sconcertano assai. E sono la misura di quello che è l’attuale “processo italiano”...nella sua gestione e della sorte a cui può andare incontro chiunque - ahilui - vi rimanga invischiato.

Bebele50

Sab, 28/11/2020 - 14:05

senzasperanza Sarà anche vero che è stato visto un camioncino passare tre volte, ma è sicuro che fosse quello di Bossetti? Fosse anche il suo è una prova che è l'assassino? Non so se è stato lui ma non permettere alla difesa di analizzare i reperti mi sembra un valido motivo per annullare questa condanna. Vero è che dopo i milioni per analizzare i dna gli inquirenti non potevano permettersi di non trovare un colpevole. Questo genetista sarà un mago ma è così sicuro che Bossetti sia il colpevole?

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Sab, 28/11/2020 - 14:38

^(*@*)^ Dopo aver speso due o tre autoarticolati ( T I R ) pieni di bancali di banconote da 500 €, dopo avere fatto una figura del cappero facendo tornare la nave con su il marocchino Flicrì , poi risultato innocente e adeguatamente risarcito con gli €URI DEL POPOLO BUE, dovevano per forza trovare i un capro espiatorio per sanare almeno in parte le precedenti FIGURACCE, Ci voleva una persona umile, che non avesse amici di amici, che non avesse amici di amici di amici, senza agganci politici , per soddisfare tutte queste condizioni necessarie ed indispensabili , un Borsetti , o un Bossetti QUALUNQUE andava più che bene. W l’itaGlia W l’elmo di Scipio che si dovrebbe essere cinta la testa.

PANDORINO62

Sab, 28/11/2020 - 14:41

Bravo DORDOLIO...il furgone delle immagini diffuse in TV non era di Bossetti...ci hanno ricamato sopra per mesi anche con il tessuto dei sedili...robe da neuro....!! Non hanno trovato nulla...e ribadisco che anzi han provato in tutti modi ad associarlo a prove artefatte, tutte false ....è incredibile...!! L'unico dubbio che ho è come mai Bossetti quando l'hanno arrestato stava zitto e muto senza chiedere di cosa era accusato...era un pò troppo tranquillo come se sapesse già il motivo...io da innocente avrei reagito molto diversamente....!!

Ilsabbatico

Sab, 28/11/2020 - 14:42

...lasciamo perdere la giustizia in Italia...

timoty martin

Sab, 28/11/2020 - 17:12

Mai creduto alla validità a 100% di questa analisi e quindi alla certa colpevolezza di Bossetti. E quando ci sono dubbi meglio non vantarsi di aver aiutato a far condannare una persoa all'ergastolo. Rintanarsi e cercare di farsi dimenticare.

Ritratto di The_sailorman

The_sailorman

Sab, 28/11/2020 - 17:50

Aldilà dei dettagli tecnici e del tempo trascorso prima del ritrovamento del cadavere con le relative tracce biologiche è mi ferma convinzione che, dopo avere speso tutti quei soldi per le indagini, era necessario trovare un colpevole per giustificare la spesa...Il Bossetti, poveraccio, è servito a questo e si è beccato l'ergastolo: altri assassini certamente colpevoli, per reati molto ma molto più gravi, se la sono cavata con pochi anni di galera. Evviva la giustizia itagliana!

Ilsabbatico

Dom, 29/11/2020 - 10:21

Non credo che bossetti sia colpevole e non vorrei avere a che fare con questo genetista...mi spiace.

Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Dom, 29/11/2020 - 11:31

Il soggetto si vanta di aver "smascherato" Bossetti sulla base di un calcolo probabilistico? Che giustizia è questa? E questo soggetto si vanta del lavoro che ha fatto? Dove andremo a finire? BOSSETTI E' INNOCENTE, LO SAPPIAMO TUTTI!!