"Uno scandalo, incapaci". L'ira di Briatore in coda tra i tir

L'imprenditore ha documentato con un video l'interminabile coda che ha costretto migliaia di automobilisti a procedere a passo d'uomo sulla A10

"Uno scandalo, incapaci". L'ira di Briatore in coda tra i tir

Flavio Briatore non è il primo volto noto a denunciare i disagi, che gli automobilisti sono costretti a subire per colpa dei cantieri infiniti lungo le autostrade italiane. L'imprenditore, però, ci ha messo la faccia e con un video pubblicato sulla sua pagina Instagram ha documentato le scandalose condizioni in cui sono costretti a viaggiare gli automobilisti italiani.

"Da quaranta minuti siamo bloccati vicino a Savona, è uno scandalo. Uno schifo. Sono due anni e mezzo che c'è questa situazione. Pensate se qualcuno si sente male qui muore", ha tuonato Flavio Briatore registrando le immagini di una interminabile coda di vetture in un tunnel sulla A10. L'imprenditore ha puntato il dito contro Autostrade per l'Italia, che gestisce la rete autostradale che corre lungo la penisola.

Briatore ha chiamato in causa i vertici dell'azienda - il presidente Giuliano Mari e il Ceo Roberto Tomasi - invitandoli a farsi un giro in macchina per verificare di persona i disagi: "Mi chiedo perché Tomasi non si prende una macchina e si porta dietro anche il dottor Mari e si fanno un bel giro sulle autostrade, così capiscono? Come cazzo stanno gestendo questi due? Io vado in azienda quando ci sono dei problemi. Loro non lo fanno, perché?". Nel video social registrato mentre l'auto era ferma in coda, l'imprenditore ha commentato lo stato di degrado della rete autostradale italiana fatta di lavori interminabili e cantieri fantasma soprattutto sulla tratta ligure, che porta verso Milano.

"Due anni e mezzo che è così. Lavori in corso non se ne vedono, anzi un signore con la tuta da lavoro con un pennello e un secchiello di vernice. Ma non credo sia lui a risolvere i problemi", ha ironizzato Flavio Briatore. Il 71enne è tornato a puntare il dito contro i dirigenti di Autostrade, giudicati inadeguati a gestire la situazione: "Si facciano un giro. Partano da Roma o Milano e vedono come gestiscono. E' gestita da incapaci, devono chiudere in base all'avanzamento dei lavori, non tutto così indiscriminatamente. Non si può tenere la gente in coda per ore. Fate pagare anche il biglietto. Follia, incapaci". Briatore ha anche scherzato proponendosi di finanziare il viaggio dei vertici di Autostrade, pagando lui la benzina. Nel caso servisse.

Commenti