Mattarella parla agli studenti: "Ricordate Falcone e Borsellino"

A 28 anni di distanza dalla strage di Capaci, il ricordo del magistrato Giovanni Falcone e del collega e amico Paolo Borsellino (ucciso quasi due mesi dopo in via D'Amelio) è ancora molto forte nel nostro Paese. In un messaggio agli studenti, il presidente Mattarella ha invitato i ragazzi a comprendere il sacrificio dei due giudici

Ricorre quest'oggi il 28° anniversario della strage di Capaci (23 maggio 1992), un evento drammatico per il nostro Paese, in seguito al quale persero la vita i magistrati Giovanni Falcone e Francesca Morvillo, sua moglie, e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Erano le 17.58 quando il giudice Falcone e le altre persone che viaggiavano insieme a lui caddero vittime di un attentato ordito dalla mafia. I responsabili fecero saltare in aria un tratto dell'autostrada A29 proprio nel momento in cui stavano passando le auto della scorta, causando 5 morti e ben 23 feriti.

Una triste pagina per l'Italia, che ancora ricorda quelle terribili immagini. In un videomessaggio rivolto soprattutto ai giovani, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto ricordare il magistrato Falcone ed il suo collega Paolo Borsellino, entrambi morti per difendere la giustizia e la legalità."A 28 anni dalla strage di Capaci invio un saluto caloroso a tutti i giovani delle scuole coinvolti nel progetto la 'Nave della Legalità' che ricorda Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e con loro Francesca Morvillo e tutti gli agenti della scorta. I due attentati del 1992 segnarono il punto più alto dell'assillo della mafia nei confronti dello Stato e colpirono magistrati di grande prestigio e professionalità che con coraggio le avevano inferto colpi durissimi. I mafiosi, nel progettare l'assassinio dei due magistrati non avevano previsto un aspetto decisivo: quello che avrebbe provocato nella società", ha esordito il capo dello Stato nella lettera indirizzata ai ragazzi. "Nella loro mentalità criminale non avevano previsto che l'insegnamento di Falcone e Borsellino, il loro esempio, i valori da loro manifestati sarebbero sopravvissuti rafforzandosi oltre la loro morte, diffondendosi, trasmettendo aspirazione di libertà dal crimine, radicandosi nella coscienza e nell'affetto delle tante persone oneste", ha proseguito.

Dopo aver definito gli attentati del '92 come "il punto più alto della sfida della mafia nei confronti dello Stato", il presidente Mattarella è passato ad onorare le figure di Falcone e di Borsellino."La mafia si è sempre nutrita di complicità e di paura, prosperando nell'ombra. Le figure di Falcone e Borsellino, come di tanti altri servitori dello Stato caduti nella lotta al crimine organizzato, hanno fatto crescere nella società il senso del dovere e dell'impegno per contrastare la mafia e per far luce sulle sue tenebre, infondendo coraggio, suscitando rigetto e indignazione, provocando volontà di giustizia e di legalità", ha dichiarato.

Poi l'accorato appello agli studenti, invitati a ricordare sempre i due magistrati ed a trarre esempio dalla loro storia."I giovani sono stati tra i primi a comprendere il senso del sacrificio di Falcone e di Borsellino, e ne sono divenuti i depositari, in qualche modo anche gli eredi", ha dichiarato Mattarella. "Dal 1992, anno dopo anno, nuove generazioni di giovani si avvicinano a queste figure esemplari e si appassionano alla loro opera e alla dedizione alla giustizia che hanno manifestato. Cari ragazzi, il significato della vostra partecipazione, in questa giornata, è il passaggio a voi del loro testimone. Siate fieri del loro esempio e ricordatelo sempre", ha concluso.

Questa mattina una corona di fiori è stata posta sul luogo della strage. Nessuna manifestazione, a causa dell'emergenza Coronavirus. Politici, magistrati e rappresentanti delle forze dell'ordine hanno ricordato i due magistrati uccisi dalla mafia, ed un grande lenzuolo bianco è stato esposto fuori da Palazzo dei Normanni per ricordare la tragedia.

"Eroi è una parola abusata. Si è eroi per caso. Quei tre magistrati, quegli otto colleghi, i tre sopravvissuti sapevano di essere nella tacca di mira di una delle organizzazioni criminali più efferate e più capaci di crudeltà eppure non hanno mai fatto un passo indietro", ha affermato il capo della polizia Franco Gabrielli durante la trasmissione 'Uno Mattina', come riportato da Adnkronos. "Oggi è la giornata della legalità dedicata a due magistrati simbolo della lotta alla mafia, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. La ferocia mafiosa che ha spento le loro vite ha colpito al cuore milioni di italiani. Falcone e Borsellino si erano caricati sulle spalle il peso di una battaglia enorme. Lo hanno fatto con una fede incrollabile nella giustizia", ha invece dichiarato il presidente del Senato Elisabetta Casellati, nel corso di un videomessaggio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di saggezza

saggezza

Sab, 23/05/2020 - 11:27

Presidente Mattarella finché non si saprà la CRUDA VERITÀ , le frasi papali ed i commenti girovaghi portano al nulla come lo è stato finora.

Ritratto di dlux

dlux

Sab, 23/05/2020 - 11:29

Mattarella, invece di sproloquiare sempre la solita trita e scontata omelia, proprio per disperdere, almeno in parte, quelle tenebre che tuttora ci avviluppano, dia risposta forte e determinata a quella questione che riguarda le intercettazioni dei magistrati siciliani su Salvini...

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Sab, 23/05/2020 - 11:32

Sarebbe molto meglio che si facesse sentire per i problemi attuali piuttosto che per cose di altri tempi, benché importanti. Ma forse lui vive nel passato e di ciò che accade oggi non gli importa molto.

acam

Sab, 23/05/2020 - 11:34

non credo che gli studenti non abbiano compreso, ma guardando il paese non sanno cosa farsene della comprensione. caro sergio solo se lei si mette a capo della magistratura ideologicamente onesta i ragazzi sapranno usufruire di quel sacrificio che non sanno dove applicare.

uberalles

Sab, 23/05/2020 - 11:37

Le commemorazioni melense servono soltanto a far perdere il ricordo di fatti che sconvolsero l'Italia. L'attuale ministrikkio dj, in arte Fofò, addirittura ha pensato di rimettere in semilibertà i capimafia che hanno bagnata la penisola di sangue innocente...La "nave della legalità" è stata sostituita dalla "nave della vergogna", che ospita clandestini pagati con i sacrifici degli Italiani, inclusi quelli che sono, in questo momento,alla fame...Ma loro non fanno notizia, molto meglio portare gli africani in crociera, vero ministro Lamorgese, dove sono i successi avuti con i colloqui di Malta, dov'è la differenza rispetto ad un anno fa?

rudyger

Sab, 23/05/2020 - 11:37

Caro Presidente se non fai qualcosa ci saranno tante luci nelle tenebre che splenderà il sole. Non seguiti ad appoggiare questo governo che fa scarcerare tanti di quei mafiosi che mi fa dubitare sul futuro di questa italia martoriata dalla politica.

uberalles

Sab, 23/05/2020 - 11:40

Presidente Mattarella, invece di parlare vagamente di cose avvenute decenni o più fa, perché non si premura di dare una ripulita al CSM ed alla magistratura con falce & martello? Lei è il Presidente, quindi, se non interviene Lei, mica vorrà farci credere che li approva? L'Italia ed il sottoscritto gradirebbero una risposta netta e inequivocabile, oltre che sollecita, grazie.

PassatorCorteseFVG

Sab, 23/05/2020 - 11:56

sono passati 28 anni , e la mafia ancora esiste, due luci nelle tenebre? si come le luci dei governatori nelle tenebre del governo incapace. ciao a tutti.

vocepopolare

Sab, 23/05/2020 - 12:08

gli studenti ed il potere.... gli studenti devono partecipare al dolore per la perdita di due valenti servitori dello stato nella lotta alla mafia e commemorarne il ricordo, ma quegli stessi studenti cosa pensano quando lo stato scarcera quei mafiosi che hanno inneggiato all'assassinio dei due magistrati ed alla loro scorta?

vocepopolare

Sab, 23/05/2020 - 12:17

presidente Mattarella, lei che è stato colpito negli affetti familiari dal barbaro assassinio della mafia,cosa ha provato e cosa prova oggi al pensiero che tanti mafiosi arrestati dall'abnegazione delle forze di polizia e giudicati da magistrati onesti e coraggiosi, siano stati scarcerati da provvedimenti a dir poco vergognosi?

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Sab, 23/05/2020 - 12:18

CIO' STA A SIGNIFICARE CHE TUTTI GLI ALTRI SONO "TENEBRE?

SemprePiùBasito

Sab, 23/05/2020 - 12:22

Perfetto Presidente Mattarella quindi Palamara e company e tutta la sinistra sono le tenebre. Parole sante ma immagino che per pulire questo marciume Lei non farà assolutamente niente. Sappia che della Magistratura ormai ben pochi ci credono e tra questi pochi i sinistri italiani marciume della nostra società

barnaby

Sab, 23/05/2020 - 12:26

Giusto il ricordo dei magistrati Falcone e Borsellino morti per difendere la giustizia e la legalità, ma a tale proposito invito il Giornale a non far passare in secondo piano l'indegno comportamento di certi "magistrati" che a giustizia e legalità antepongono il loro orientamento politico e i loro affari. SCRIVETENE!

killkoms

Sab, 23/05/2020 - 12:28

immagino cosa dirà quello che lo accusò (non solo a parole) di "tenere le indagini nel cassetto.."!

Ritratto di saggezza

saggezza

Sab, 23/05/2020 - 12:34

Presidente Mattarella Lei ha avuto purtroppo un fratello ucciso dalla mafia ed è anche capo del CSM ci dica qualcosa in più. Nella storia, La vorremmo ricordare come un Presidente che ha fatto finalmente chiarezza.

ItaliaSvegliati

Sab, 23/05/2020 - 12:42

Beh ora vedo Palamara Ermini e company....il presidente però non vede non sente e non parla....

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 23/05/2020 - 12:49

che vergogna tutta questa retorica post mortem per delle persone lasciate sole in vita per poi osannarli da morti

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Sab, 23/05/2020 - 12:51

Personalmente aggiungerei anche Livatino! Egregio Presidente è bene non dimenticare quel bel libro scritto da Falcone "Proposte e interventi (1982-1992)" che chiarisce bene la posizione di un grande magistrato che ha sacrificato la propria vita per una giustizia più equa, meno infarcita da lungaggini, da chi l'avrebbe voluta "pro domo sua". Un libro che oggi è difficile da reperire ma che, fortunatamente, conservo gelosamente nella mia personale biblioteca.

highlander01

Sab, 23/05/2020 - 12:55

1000 caratteri sono troppo pochi per commentare lo"Sfascio"attualmente in corso caro Presidente, a partire dal Suo comportamento e da chi la consiglia.Fossi in Lei comincerei evitare i consigli di chicchessia e comincerei a fare pulizia,la Primavera è passata,la Pasqua pure a breve saremo alla Festa della Repubblica cerchiamo almeno in quell'occasione di cominciare a rispettare coloro che per difenderla hanno dato la vita e si sono sacrificati per far rispettare una Costituzione che vedo sempre di più calpestata da toghe arriviste,politici che fanno del mercimonio e delle commistioni parentali il vivere quotidiano pensando che si possa fare di tutto e di più tra amici degli amici e tra parenti più o meno stretti.

highlander01

Sab, 23/05/2020 - 12:56

Lei come Capo della Magistratura dovrebbe far"RISPETTARE"il"DIRITTO"e chi tra i magistrati si permettesse di schierarsi politicamente dovrebbe essere licenziato in meno di 24 ore come avverrebbe in una qualsiasi azienda se un dirigente dovesse sbagliare.Se quanto ventilato sull'On.Salvini fosse vero e non venissero presi provvedimenti sarebbe veramente molto grave e minerebbe TUTTA la MAGISTRATURA.

machimo

Sab, 23/05/2020 - 13:29

@ highlander01, concordo in tutto quel che scrivi. Questo governo è l’attuale presidente è una vergogna

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Sab, 23/05/2020 - 13:58

Spero tanto che il Presidente si sia premurato anche di spiegare agli studenti le ragioni per cui il Ministro Della Giustizia non si sia opposto ai Magistrati che hanno concesso i domiciliari ai mafiosi 41 bis. Mi auguro che il Presidente abbia trovato argomenti convincenti per spiegare il senso intimo di questa decisione che la maggior parte degli Italiani ha interpretato come l'ennesima prova della forza della mafia.

silvano45

Sab, 23/05/2020 - 14:40

Dovrebbe ricordare ai magistrati che attualmente gestiscono una delle peggiori giustizie in Europa il loro dovere che non è quello di fare politica e censurare le vergognose parole contro Salvini.Il resto è facile retorica.

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 23/05/2020 - 14:41

il solito discorso ipocrita, che discorso ha fatto quando i suoi magistrati hanno fatto uscire dalla galera decine di mafiosi? Mattarella, non si vergogna ?

giovanni235

Sab, 23/05/2020 - 14:48

Pensate un po'!!! Quando non c'è niente da dire Marrarella parla!!!La prossima predicozza sarà in luglio per ricordare Borsellino,poi il 2 agosto per la strage di Bologna, poi …..Cosa volete che gli interessi il marciume che c'è nella magistratura di cui lui è a capo???Credete che saprà ciò che sta succedendo tra i massimi giudici o lo stanno tenendo all'oscuro di tutto pur di non farlo uscire dal suo tepore creato dalla bambagia in cui lo tengono????Mi dite se conoscete per caso una costosissima persona quale è lui che sia minimamente utile all'Italia???E non è ancora finita.Volete scommettere che prima di sera dirà che BISOGNA CERCARE LA VERITA'???

Gufetta

Sab, 23/05/2020 - 14:51

Mi unisco all'appello di saggezza: finché non verrà fuori tutta la verità sui mandanti di quelle stragi e di molti altri magistrati dimenticati, vedi Ciaccio Montalto, continueremo ad essere un paese indegno e senza vergogna, più simile al terzo mondo che all'Europa, un paese che nasconde la mano sporca di marmellata dietro il tricolore con cui sono coperte le bare di questi uomini e fa bei discorsi di una vuotezza assordante. Sono state tutte stragi di stato. Fate onore a queste morti con la Verità, altrimenti queste manifestazioni sono solo ipocrite e bugiarde. E i morti continueranno a rivoltarsi nelle tombe sentendovi pronunciare a vuoto i loro nomi.

claudioarmc

Sab, 23/05/2020 - 15:18

Pensando alle intercettazioni di Palamara & C. agli arresti in Puglia direi che sono più che tenebre ma mi sembra anche che Mattarella sia il capo di questa bella magistratura

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 23/05/2020 - 15:21

Sempre onore a Giovanni Falcone.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 23/05/2020 - 15:23

Detto questo aggiungo: Presidente si svegli.

Ritratto di Evam

Evam

Sab, 23/05/2020 - 15:24

uberalles 11,37 - Il suo commento è esemplare, solo che questi, molti, troppi, non è che non ci sentono, è che si tappano proprio i padiglioni auricolari per non sentire.

Dordolio

Sab, 23/05/2020 - 16:11

Un buon discorso quello di Mattarella. Doveva però specificare che i giudici commemorati sono appunto LUCI, e le tenebre l'ambiente giudiziario di cui oggi si parla, con documenti orribili ed assolutamente inauditi. La magistratura andrebbe azzerata e ricostituita su basi nuove, e i suoi attuali appartenenti dimissionati in toto (senza pensione, grazie)

Ritratto di pulicit

pulicit

Sab, 23/05/2020 - 16:33

Caro Presidente perchè parla sempre e dice cose ovvie? Siete voi alla cima della piramide politica che dovete sapere chi sono i mafiosi.Ma caro Presidente si vergogni a non dire niente per i delinquenti ai domiciliari e questo è una offesa per gli Italiani onesti.Regards

bobo1943

Sab, 23/05/2020 - 16:44

capo dica qualcosa dei suoi dipendenti!!!!!! se non lo sa sono i magistrati r csm, faccia cessare questa mattanza voluta dai rossi immorali ricordate "la cieca di sorrento"? QUESTO E' IL MUTO DI ROMA

VittorioMar

Sab, 23/05/2020 - 17:03

...dopo lo scempio accaduto sul caso Bonafede...e sulla scarcerazione dei Mafiosi...e il voto favorevole di PD+M5S+ IV......il Picconatore avrebbe sciolto le CAMERE...senza indugio...

Dordolio

Sab, 23/05/2020 - 17:47

VittorioMar.... non sono mai stato un estimatore del Picconatore, ma sarebbe stato capace - presiedendo il CSM - di FAR ARRESTARE TUTTI I PRESENTI dai carabinieri, sulla base dei documenti resi pubblici in questi giorni. Disse lui stesso in una certa circostanza di aver pensato a farlo. Non so se i suoi poteri lo prevedano, ma certamente ci avrebbe provato col suo carattere fumantino, e sicuramente i carabinieri avrebbero eseguito l'ordine.

rudyger

Lun, 25/05/2020 - 11:46

perchè il sito deel quirinale non si apre ?

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 25/05/2020 - 16:53

rudyger - Si apre, a quest'ora si.