Open Arms contro il blocco alle Ong: "Faremo di tutto per tornare"

Riccardo Gatti, presidente di Open Arms, ha dichiarato di stare lavorando per far tornare quanto prima la nave della sua Ong in mare

Le Ong vorrebbero riprendere le proprie missioni in mare, ma al momento non possono: le misure stringenti in vigore per evitare il dilagare dell’epidemia da coronavirus nel nostro paese, impongono anche ai membri di queste organizzazioni di restare fermi e di mantenere spenti i motori delle proprie navi.

Ma c’è chi vorrebbe riprendere quanto prima la navigazione. È il caso ad esempio dell’Ong spagnola Open Arms, il cui presidente Riccardo Gatti ha dichiarato di lavorare per tornare quanto prima in mare.

In una dichiarazione ripresa da AdnKronos, Gatti ha voluto di fatto rispondere al presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. Quest’ultimo aveva chiesto, in relazione all’attuale emergenza relativa al coronavirus, di fermare il lavoro delle Ong: “Abbiamo messo i primi 100 militari a protezione della frontiera slovena, ma non basta – ha dichiarato lo stesso Fedriga in un’intervista a La Verità – I migranti sono un problema, con loro le multe non servono. Chi viola l'ordinanza deve perdere la possibilità di protezione”. Dalla Slovenia infatti, sono continuati ad arrivare nuovi migranti ed al momento appare difficile, secondo il presidente friulano, far rispettare loro le imposizioni anti Covid-19.

Da qui l’appello affinché anche il lavoro delle Ong fosse provvisoriamente fermato. Gatti per l’appunto, ha invece voluto rimarcare la possibilità della Open Arms di riprendere le proprie attività per il momento interrotte: “Cosa accadrebbe se medici e infermieri e infermiere non facessero il lavoro straordinario che stanno facendo in questi giorni? – si legge nelle dichiarazioni di Gatti – Cosa potrebbero fare i singoli stati europei da soli?”

“La solidarietà è un sentimento imprescindibile – ha continuato poi Gatti – e non perché dimostra quanto siamo buoni, ma perché serve per continuare a essere una comunità di uomini e donne. Per questo, rispettando tutti i protocolli medici necessari e le direttive governative è importante tornare in mare e faremo di tutto per farlo il prima possibile”.

Le Ong sono ferme da fine febbraio: l’ultima nave di un’organizzazione ad entrare all’interno del porto italiano, è stata la Sea Watch 3 che il 27 febbraio scorso ha fatto sbarcare 194 migranti a Messina. Poi tra quarantene e spostamenti resi logisticamente impossibili per via delle misure per il contenimento dell’epidemia, ogni attività è stata fermata.

Tuttavia, secondo Gatti le organizzazioni dovrebbero tornare ad effettuare nuove operazioni in mare. Una posizione che potrebbe rappresentare anche quella delle altre Ong le cui navi sono ancorate all’interno dei porti: “In Libia ci sono ancora uomini, donne e bambini che rischiano la vita ogni giorno – ha infatti spiegato il presidente di Open Arms – in Libia il coronavirus non è l'unico problema, la loro vita è violata. Tutti i giorni”.

Per cui, per Gatti l’emergenza coronavirus non dovrebbe fermare le Ong. Queste ultime dovrebbero continuare a portare nuovi migranti in Italia, nonostante il nostro paese a livello logistico patirebbe non poche difficoltà in questo momento nel reggere l’accoglienza anche di poche unità.

Lo si è visto a Messina in occasione del sopra citato sbarco della Sea Watch 3, ma lo si è ben notato anche a Lampedusa quando nell’ultimo fine settimana sono sbarcati più di 100 migranti provenienti dalla Tunisia. Trovare un luogo dove far trascorrere la quarantena a chi arriva sulle nostre coste non è semplice. Inoltre, per fronteggiare anche un singolo sbarco si dovrebbero impiegare membri delle forze dell’ordine e di soccorso da togliere dalle attività al momento ben più urgenti relative al contenimento dell’epidemia.

Anche per questo un nuovo aumento del fenomeno migratorio, dopo giorni di calma piatta nella prima metà di marzo, sarebbe da scongiurare per un’Italia che oggi più che mai può dare molto meno soccorso. Ma questo forse, per le Ong, è un problema secondario. E non appena avranno l’occasione, molte navi torneranno ugualmente a portare migranti che, tra le altre cose, per via dell’emergenza coronavirus nessuno vorrebbe più in Europa, in barba anche al meccanismo di redistribuzione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Riccardo111

Gio, 19/03/2020 - 13:16

Qualcuno ha ancora dubbi sul fatto che le ONG di umanitario non abbiano nulla?

Vostradamus

Gio, 19/03/2020 - 13:16

La fame di soldi genera mostri

dredd

Gio, 19/03/2020 - 13:25

Prendere il largo e non tornare grazie

TitoPullo

Gio, 19/03/2020 - 13:26

Ehhh,,,,ve l'ho gia' detto....Non ci sono consegne e non fattuuuuuranooooooooooooooooo!!!Hanno solo spese vive e per loro é drammatico in quanto dovrebbero andare a lavorare sul serio!!

Altoviti

Gio, 19/03/2020 - 13:28

Gli italiani che escono senza valido mùotivo di questi tempi rischiano 12 anni di carcere, sarebbe il minimo applicare la stessa legge ai clandestini e a chi ce li porta!

jaguar

Gio, 19/03/2020 - 13:30

I trafficanti di schiavi non possono perdere il fatturato.

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Gio, 19/03/2020 - 13:40

Chissà se adesso partono i barchini dalla Libia pronti a farsi raccattare.

MellontaTauta

Gio, 19/03/2020 - 13:41

Pochi giorni fa ho visto i vigili urbani che fermavano le macchine x controlli e pochi metri una risorsa che avanzava tranquillamente nei secchioni della spazzatura, senza che nessuno gli dicesse nulla. Poi è ripartito in bici tranquillamente. Questi fanno come vogliono!

Ilsabbatico

Gio, 19/03/2020 - 14:04

Spero che gli italiani passato questo momento drammatico , si ricorderanno di tante cose: del governo di sinistra, delle ONG, dei buonisti.....

ItaliaSvegliati

Gio, 19/03/2020 - 14:06

E sembra tutto VOLONTARIATO, non percepiscono nulla....tutto volontariato gratis...basta guardare quanto vengono sponsorizzati!! Meno male poi non c'è lucro dietro...

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 19/03/2020 - 14:08

Le ONG potrebbero portare i clandestini in UK; la mescolanza dei virus africani in UK avvalorerebbe ancora di più la teoria dell'immunità di gregge. Quanto pagano in UK per clandestino?

cgf

Gio, 19/03/2020 - 14:16

Open Arms potrebbe sempre attraccare in casa propria, in Spagna

cgf

Gio, 19/03/2020 - 14:16

calano le donazioni, vero?

salvofranco

Gio, 19/03/2020 - 14:17

Io non ce l'ho con quelli come Riccardo Gatti che fanno il loro gioco. Io me la prendo con quelli che danno loro importanza e visibilità. Quando cadrà questo governo presenteremo il conto anche a quei signori delle ONG e a chi sta dietro di loro.

marc59

Gio, 19/03/2020 - 14:30

Ragazzi ci stiamo avviando verso " morte tua vita mea". Prima di quanto immaginate ci ribbelleremo a tutto ciò e sarà impossibile tornare come prima

caren

Gio, 19/03/2020 - 14:35

Ilsabbatico, non faccia nessun affidamento sulle persone da lei menzionate.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 19/03/2020 - 14:43

...finalmente dice:.."portare i migranti in Italia"...(non dice più "andarli a salvare dai naufragi volontari"...e la maggioranza di Italiani,è sempre d'accordo che li portino?.....

unofratanti22

Gio, 19/03/2020 - 14:54

Scusa Riccardo Gatti, vuoi andare in Libia a prendere immigrati mentre qui siamo tutti in quarantena ? e di grazia dove vuoi che vengano ospitati ? Perchè non vai o andate in Lombardia a dare una mano ? Sarebbe la cosa migliore da fare...

dafisio

Gio, 19/03/2020 - 15:01

E' una vergogna che Gatti abbia il coraggio di paragonare la sua attività a quella degli infermieri impegnati nell'emergenza del coronavirus, perché -direbbe- entrambi "salvano vite". Si dimentica che si trova in Libia dove "rischia la vita", come afferma, ci è andato di propria volontà. Paragonare questa situazione a quella di una malattia potenzialmente mortale la dice tutta sulla malafede di Gatti.

Scirocco

Gio, 19/03/2020 - 15:01

In questo momento l'ultimissimo pensiero degli Italiani sono gli immigrati. Mi auguro che questi "esseri" innominabili delle ONG non si azzardino a caricarne altri da scaricare poi sul nostro territorio, perché con la situazione di allarme pandemia ed economica che sta attraversando il nostro Paese potrebbero avere dei seri problemi con la popolazione Italiana.

Renee59

Gio, 19/03/2020 - 15:10

CERTO, PORTATECI PIU' INFETTATI POSSIBILI!!

necken

Gio, 19/03/2020 - 15:17

Le ONG si potrebbero definire "l'amico del giaguaro" vivono in un mondo diverso scaricando problemi sull'Italia, come se non ne avessimo già abbastanza, con beneplacito di ipocriti e benpensanti

mozzafiato

Gio, 19/03/2020 - 16:13

Il fatto inquietante ed odioso è che questa congrega di pirati ed i loro carichi di "poveri profughi in fuga dalla guerra" non "tornano qui" per andare ad alloggiare ed a farsi mantenere dalle schiere di catto sovietici che li bramano: macché! Questi ce li teniamo allegramente tutti sul groppone nel nome di un delirio pazzoide di un'armata di parassiti svergognati in italia ed in Europa!

er_sola

Gio, 19/03/2020 - 16:22

comportarsi alle frontiere come ha fatto la Grecia.

antonmessina

Gio, 19/03/2020 - 16:23

non si accontentano dei 600 euro dati dal governo agli autonomi? a no..i volontari percepiscono 12 mila euro mese ciascuno

Ritratto di illuso

illuso

Gio, 19/03/2020 - 16:26

Mi sembra di vivere in un incubo... mai mi sarei sognato che l'ingordigia di danaro facesse arrivare a tanto.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 19/03/2020 - 16:31

Cosa c'entra la protezione del confine sloveno con le ONG che operano nel Mediterraneo é un mistero, tuttavia, soprattutto a fini sanitari, mi preoccupa molto piú un migrante che scende da un barchino e si dilegua che uno arriva su una nave ONG dove viene visitato prima e messo in quarantena poi

carlo dinelli

Gio, 19/03/2020 - 16:40

Mellonta Tauta, ormai anche i vigili hanno capito che, con i clandestini, è una guerra persa: se avessero fermato la risorsa insolente, per i suddetti sarebbero stati dolori....

aldoroma

Gio, 19/03/2020 - 16:41

3000 morti in Italia e voi pensate solo ai migranti... Fate schifo

Ritratto di polifilo

polifilo

Gio, 19/03/2020 - 16:55

Ergastolo all'equipaggio, a casa gli invasori, affondare la bagnarola.

Ritratto di aresfin

aresfin

Gio, 19/03/2020 - 16:58

@El Presidente: a me preoccupano tutti i migranti clandestini siano essi di mare di terra o di cielo. A proposito delle navi delle ong, quelle del traffico degli schiavi per intenderci, fosse per me starebbero per Legge fuori dalle acque territoriali Italiane, pena l'affondamento. Chiaro?

Giorgio Rubiu

Gio, 19/03/2020 - 17:03

Quando il Crovid19 sarà finito (se lo sarà mai!), il governo (questo o quello che verrà) dovrà ricordarsi di questa affermazioni della Open Arms che non lasciano dubbi sul fatto che lo scopo non è quello di salvare naufraghi (che non sono tali) ma di prendere quanti più clandestini paganti possibili e portarli in Italia.Perché in Italia? Perché è la rotta più breve dalla Libia ma, soprattutto,perché l'Italia di questo governo non ha gli attributi per rifiutare di riceverli. Ci vuole un governo che NON abbia paura delle Toghe che perseguitano chi tenta di proteggerci degli "invasori" e le ONG scopriranno che noi faremo di tutto per NON farli entrare oppure, se entrano,non escono più ed il loro triste carico sarà riportato indietro per direttissima. Se si sparge la voce, tutti gli aspiranti "naufraghi" non vorranno più pagare per un viaggio il cui esito sarà senza successo!

killkoms

Gio, 19/03/2020 - 17:15

Della serie portateveli a casa vostra!

cecco61

Gio, 19/03/2020 - 17:21

Open Arms potrebbe tranquillamente riprendere le operazioni ma dirigendosi altrove visto che l'Italia oggi è il Paese meno sicuro di tutta Europa. Il fatto che vogliano solo e soltanto venire qui dimostra che delle vite umane da salvare non gliene frega niente: lo fanno solo per soldi, convenienza politica e probabilmente accordi sommersi con Coop e compagnia bella.

gjallahorn

Gio, 19/03/2020 - 17:32

Le ONG hanno goduto di troppe connivenze in ambito UE e ONU. Abbiamo la popolazione a rischio e ci mandano altre persone di cui dobbiamo occuparci. Si creino outspot in Tunisia che non è un paese a rischio per il riconoscimento o si creino "colonie penali in Patagonia" [Camillo Benso conte di Cavour] per chi ci invade.

Ilsabbatico

Gio, 19/03/2020 - 17:37

@caren.....ha ragione perfettamente....cambio idea. D'altra parte abbiamo ancora in Italia un buon 25/30% di gente che vota sinistra dopotutto quello che hanno combinato....

claudioarmc

Gio, 19/03/2020 - 17:38

Questi volenterosi perché non vanno a fare volontariato in quel di Bergamo? Non sarebbe scicchissimo, sai quanti selfie da postare poi sul loro profilo fessbook

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Gio, 19/03/2020 - 17:46

@aresfin- Gio, 19/03/2020 - 16:58 - Pienamete daccordo.Saluti

Vostradamus

Gio, 19/03/2020 - 17:48

Auri sacra fames. La fame di soldi genera mostri.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 19/03/2020 - 18:05

Come vi capisco. Milioni e milioni in meno nelle vostre tasche.ma voi siete volontari e non dovreste smenarci niente o sbaglio??

apostata

Gio, 19/03/2020 - 18:13

la possibilità di diffusione del virus in africa fa paura per gli africani privi di strutture sanitarie e per la prevedibile fuga verso l'italia

Santorredisantarosa

Gio, 19/03/2020 - 18:24

POVERINI GLI MANCANO GLI INTROITI SICURI GIORNALIERE E COL BLOCCO PERDONO I SOLDI CHE AVEVANO PREVENTIVATO DALLA FINE DEL VERO GOVERNO LEGITTIMO ELETTO DAGLI ITALIANI, MA POI HANNO RIPRESO LA CALCOLATRICE PER SAPERE QUANTO AVEVANO PERSO, ED ORA QUANTO DEVONO RIPRENDERE I GUADAGNI PERSI, MA GRAZIE AL GOVERNO MATTARELLA AVRANNO CIO' CHE VOGLIONO, RIPAGATI CON L'INTERESSE COMPOSTO, VERO IMPIEGATA DI CORSO MONFORTE MILANO? VERO CONTE?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 20/03/2020 - 11:52

@aresfin Di chiaro c'è la sua banalità. Anche io preferirei hce questa gente in Italia non ci arrivasse, ancora di più preferirei che neanche dovesse avere motivo per venirci ma ci arriva comunque, con le ONG o senza le ONG. Razionalmente quindi, preferisco che ci arrivino in maniera controllata piuttosto che di nascosto e senza che ne si sappia niente. Questo le è chiaro?