Cronache

Ride davanti alla Marmolada. Lo scivolone di Massimiliano Rosolino

Lo sportivo ha condiviso su Instagram una foto da Canazei mentre sorride e ironizza sulle sue vittorie. Ma il popolo del web ha giudicato il suo gesto come una mancanza di rispetto per la tragedia che si sta consumando ai piedi della Marmolada

Ride davanti alla Marmolada. Lo scivolone di Massimiliano Rosolino

L'ultimo post condiviso da Massimiliano Rosolino sulla sua pagina Instagram sta facendo indignare tutto il web. Il campione di nuoto è finito nel mirino delle critiche per avere condiviso uno scatto da Canazei, dove è attualmente impegnato in alcuni eventi sportivi. Ma la foto, in cui appare sorridente e felice con tanto di caption gioiosa, stona con il dramma che si sta consumando da ore sulla Marmolada, che si vede sullo sfondo della sua foto.

"Chi non ride non vince #smile #winner", ha scritto Rosolino su Instagram, pubblicando una foto in cui sorride spensierato da Canazei in Val Di Fassa (dove ha presumibilmente vinto una gara) senza pensare che, a soli quattordici chilometri dal posto in cui si è taggato, i soccorritori da ore cercano i corpi dei dispersi rimasti sotto alla valanga di ghiaccio staccatasi dalla Marmolada. Una mancanza di delicatezza e tatto la sua, che non è sfuggita ai follower che hanno commentato con sdegno il suo post: "Forse oggi non c'è molto da ridere lì...", "Ma cancella sta foto!", "Girati, alle tue spalle ci sono ancora decine di persone morte sotto ghiaccio e fango, che c'è da ridere?".

Qualcuno è arrivato addirittura a insultare Massimiliano Rosolino per la sua leggerezza, se così si può definire, perché è impossibile pensare che lo sportivo lo abbia fatto intenzionalmente. Eppure alle sue spalle nella foto si intravede proprio la Marmolada, il luogo dove domenica 3 luglio un seracco di ghiaccio si è distaccato dal ghiacciaio, travolgendo decine di escursionisti e uccidendone almeno sette. Alcuni follower lo hanno fatto notare al campione di nuoto partenopeo, che però non ha rimosso il contenuto né modificato la sua descrizione per evitare ulteriori critiche.

E così, minuto dopo minuto, altri commenti sono piovuti sulla sua pagina social: "Senza parole", "Ma la

decenza?", "Ma non ti vergogni". Anche il portale Dagospia ha dato risalto allo "scivolone" di Rosolino alimentando l'indignazione del popolo del web, che ora si augura che il contenuto venga rimosso al più presto.

Commenti