Sabrina Misseri e i massaggi a Ivano: sbotta con la Leosini

Sabrina Misseri si racconta a "Storia maledette" di Franca Leosini e ripercorre quanto accaduto nell'omicidio della cugina, Sarah Scazzi

Sabrina Misseri e i massaggi a Ivano: sbotta con la Leosini

Sabrina Misseri si racconta a "Storia maledette" di Franca Leosini. Sta scontando la pena dopo la condanna per l'omicidio della cugina, Sarah Scazzi. Davanti alle telecamere ripercorre le fasi del processo e spiega, dal suo punto di vista, quanto accaduto ad Avetrana: "Era la sorella che non ho mai avuto, viveva praticamente da noi - spiega Sabrina - Non aveva un'alta autostima e la portavo con i miei amici perché si lasciasse un po' andare".

Poi parla anche Cosima Misseri, la madre di Sabrina: "La piccola Sarah era molto legata a noi, voleva farsi adottare e portava una mia foto nella borsa dicendo che si trattava di sua madre". Poi la Leosini rivolge una domanda precisa a Sabrina sul suo passato e su quel suo interesse per Ivano: "Lei praticava massaggi a Ivano Russo, ma sembra che a muovere le mani con efficacia felicemente terapeutica fosse anche Ivano Russo su di lei...". A questo punto la cugina di Sarah sbotta: "Questo lo dice lei". Infine Sabrina scoppia a piangere: "Mi hanno dipinta come un serial killer".

Commenti