Migranti, gretini e Rousseau: la sinistra "assalta" la Chiesa

Laici e cattolici di sinistra uniti in nome dell'ambientalismo, della democrazia diretta e della pastorale del Papa: lo scenario per il futuro dei catto-dem

Un'alleanza che fino a qualche anno fa sarebbe stata considerata innaturale. La sinistra ha trovato i suoi nuovi collanti ideologici. Ambientalismo, democrazia diretta e pastorale "bergogliana" rappresentano i trait d'union. Qualunque cosa ne pensino Greta Thunberg, Jean Jacque Rousseau e Papa Francesco.

Difficile immaginare la "Chiesa ratzingeriana" che santifica l'ambientalismo integrale. Difficile immaginare il centrosinistra della Prima Repubblica che sposa a pieno regime la linea pontificia. La situazione è mutata in poco tempo. Il dialogo è iniziato alla luce del sole. Poi la sintonia è divenuta sempre più palese: Greta Thunberg è una "grande testimone dell’insegnamento della Chiesa sull’ambiente, la cura dell’ambiente e la cura della persona". A dirlo è stato il cardinale Peter Turkson, che per il Vaticano si occupa anche di molte tematiche legate alla gestione dei fenomeni migratori, un altro focus decisivo per la delimitazione del campo politico: chi non è sempre aperturista sull'accogliere i migranti viene inserito nel novero dei "sovranisti". Anche se può trattarsi di una semplificazione.

La summa, in qualche modo, può essere identificata nell'esperienza ecumenica di fratel Enzo Bianchi. Oggi al centro di una "cacciata" che fa discutere. Un cattolicesimo democratico che in bioetica è disposto alla discussione: sul testamento biologico e sulle unioni civili, per esempio. Sì perché non sono solo i laici a condividere la causa fideistica, ma anche i cattolici a condividere quella ideologica della "nuova sinistra".

A notarlo, sulle pagine de La Verità, è stato l'economista Ettore Gotti Tedeschi, già presidente dello Ior durante il regno di Benedetto XVI. La triangolazione tra emisferi di base molto diversi si sta rafforzando. Volendo utilizzare una terminologia calcistica, quello tra certo laicismo di sinistra e certo cattolicesimo ormai somiglia al tiki-taka, uno scambio continuo. Francesco ha indetto un anno per la tutela dell'ambiente, sposando la causa ecologista. I leader ambientalisti, anche quelli in politica, citano volentieri l'ex arcivescovo di Buenos Aires alla stregua di un riferimento. A sinistra si può non appartenere alla Chiesa cattolica ma, considerando le linee della pastorale, è difficile non apparentarsi con il "Bergoglio politico".

Come non citare, poi, le simpatie provate dal progressismo teologico nei confronti delle "sardine", un altro movimentismo che certa Chiesa sostiene volentieri. Per qualche ecclesiastico, le "sardine" sono associabili persino ai "primi cristiani". Un'altra simpatia che può essere interpretata pure in chiave "anti-populista". Ettore Gotti Tedeschi fa presente come qualche consacrato si sia messo a citare Rousseau. Saranno contenti i grillini nostrani della piattaforma, ma neppure il fautore del "contratto sociale" sarebbe un rimando naturale del cattolicesimo. Un'evoluzione è in corso.

L'orizzonte comune sarebbe potuto essere "The Economy of Francis", un appuntamento che si sarebbe dovuto svolgere ad Assisi, ma che è stato rimandato per via della pandemia da SarsCov2. In quella occasione, Bergoglio avrebbe potuto insistere sul "reddito universale". Una proposta condivisa anche dagli asinelli americani, con l'ex candidato Andrew Yang che lo aveva inserito nel programma elettorale. Può valere per il mondo intero, ma anche per gli States, dove di certo il cattolicesimo progressista preferisce il credente ma elastico Joe Biden al "sovranismo" trumpiano. L'alleanza non è nostrana, ma globale.

In queste settimane, il cardinal Robert Sarah ha avvertito la Chiesa sulla necessità di non avere paura di essere minoranza. Lo diceva anche Ratzinger, parlando di "minoranza creativa". In prospettiva, però, sembra esserci soprattutto la sovrapposizione o al limite la prossimità con una parte politica che non ha alcuna intenzione di non essere maggioritaria.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 29/05/2020 - 11:47

ma come possono, i sinistrati, essere cattolici? per definizione, sono atei! anzi, non hanno nemmeno il concetto di famiglia, che è uno dei pilastri della religione cattolica e cristiana! :-) semmai, la Chiesa dovrebbe appartenere a tutti! ma Bergoglio la vuole allineata a sinistra, e questa cosa non è molto comprensibile! a meno che non la si voglia leggere come un tentativo di fermare salvini e il centrodestra.... :-)

Nicola48ino

Ven, 29/05/2020 - 11:53

Quindi se traduco Turkson mi da figlio di un turco e come fa un turco ad essere cardinale? Da quando è diventato papa l'argentino non seguo più la chiesa solo quello che scrive il giornale. In questi anni con bergoglio sono cambiate tante cose, dobbiamo adorare la dea terra amazzonica far entrare tutti quelli che fuggono dalla fatica foraggiare le ong e i fratelli mussulmani sì quelli che ci vogliono tagliare la testa e tante altre cosucce. Vai bergy che fra qualche anno sarete tu e quei tuoi compagni vestiti di porpora.

giangar

Ven, 29/05/2020 - 12:10

Di seguito alcune citazioni da discorsi e documenti di Benedetto."La creazione è un dono affidatoci non per la distruzione, ma perché diventi il giardino di Dio e così il giardino dell’uomo"."Erigendo se stesso al centro dell'universo, dimenticando il mandato del Creatore e chiudendosi in un’egoistica ricerca del proprio benessere, l'uomo ha gestito l'ambiente in cui vive operando scelte che mettono a rischio la sua stessa esistenza, mentre esso esige rispetto e tutela da parte di tutti quelli che l'abitano”. “Lo sfruttamento irresponsabile dell’ambiente o l’incetta di risorse agricole o marine riflette un concetto di sviluppo disumano, le cui conseguenze si ripercuotono per lo più sui paesi più poveri”."Lo sviluppo umano integrale è strettamente collegato ai doveri del rapporto dell’uomo con l’ambiente naturale, il cui uso comporta una comune responsabilità verso l’umanità intera e specialmente i poveri e le generazioni future".

Ritratto di Smax

Smax

Ven, 29/05/2020 - 12:11

Praticamente la religione cattolica è in fase di demolizione da bergoglio da sostituire con un papocchio new age da spendere con quelli che sono sempre stati i peggior nemici della religione. Sta nascendo un mostro.

giangar

Ven, 29/05/2020 - 12:20

Il tema del rapporto con l'ambiente è stato sempre centrale nel magistero di Benedetto, tanto che qualcuno lo aveva soprannominato il "Papa verde".Lui aveva sottolineato come le coltivazioni e gli allevamenti intensivi provocano il paradosso di fornire troppo cibo ai Paesi ricchi e affamare quelli più poveri. Causano deserti e deforestazioni, influiscono sull’inquinamento e sui cambiamenti climatici. Fame, guerre e malattie causano flussi migratori inarrestabili di popoli alla ricerca della sopravvivenza, come li definisce Benedetto XVI, “profughi ambientali”.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 29/05/2020 - 12:46

Tutti insieme stanno distruggendo la nazione.

ilrompiballe

Ven, 29/05/2020 - 13:09

mortimermouse: non sono i sinistri a diventare cattolici, ma i cattolici a diventare sinistri. Sono i demolitori di professione. Erano DC e l'hanno demolita, sono passati al PCI ora PD che non sta più tanto bene, sono da anni nella Chiesa, e anche questa pare destinata alla rianimazione.

Ritratto di navajo

navajo

Ven, 29/05/2020 - 13:15

Giangar, non cerchi di mescolare le carte, Tutte queste citazioni di Benedetto sull'ambiente , non giustificano la linea adottata da Bergoglio. Compito precipuo della Chiesa Cattolica è la salvezza delle anime. Si legga le beatitudini, si parla di poveri di spirito, afflitti, miti, misericordiosi, di coloro che hanno fame e sete di giustizia, dei puri di cuore, degli operatori di pace. e dei perseguitati. Null'altro.

INGVDI

Ven, 29/05/2020 - 13:38

Il cattolicesimo, quello vero (e non lo si definisca tradizionalista) non ha ormai niente a che fare con la chiesa bergogliana. Mario Bergoglio assieme ai suoi compagni non credenti l'hanno trasformata in una onlus politico-umanitaria. Cristo è non è più Figlio di Dio, Dio lui stesso, ma un comune mortale. Il Sacro, lo Spirituale, il Divino, il Trascendente, la Vita Eterna? Scomparsi. Amen

Popi46

Ven, 29/05/2020 - 13:40

La sinistra assalta la chiesa.... ridateci Benedetto e al diavolo lo scarpe grosse, poi si potrà riparlare di Chiesa

ziobeppe1951

Ven, 29/05/2020 - 13:42

Forse non hanno capito che non siamo più ai tempi della moltiplicazione dei pani e dei pesci...rivolgiti pure ai sinistri, tanto quelli, oltre a non frequentare le chiese, hanno pure il braccino corto

giangar

Ven, 29/05/2020 - 14:09

@Navajo 13:15 - Non è mia abitudine mescolare carte. Intendevo contestare l'affermazione contenuta nell'articolo "difficile immaginare la "Chiesa ratzingeriana" che santifica l'ambientalismo integrale". L'insegnamento di Papa Francesco sul rispetto della natura è perfettamente in linea con quello di Benedetto. Lei sa meglio di me che il Vangelo non è uno scibile di tutti i problemi dell'umanità e la Chiesa, nel corso di 2000 anni ha sviluppato, sulla base dei principi evangelici, dottrina su tanti problemi attinenti la vita dell'uomo. Ai tempi di Gesù non esisteva un problema ecologico. Chi segue le beatitudini non devasta il creato.

giovanni235

Ven, 29/05/2020 - 15:07

"sinistra assalta la chiesa",c'è scritto.Non sono di sinistra e sono cristiano.Tutto ciò che serve per rispedire Francesco l'apostata al suo paese ha il mio totale appoggio.