Salone del Mobile, Maria Porro ratifica la politica di sostenibilità

Il testo sottoscritto dalla presidente della manifestazione che si terrà dal 16 al 21 aprile in Fiera Milano presenta gli impegni e gli obiettivi concreti per guidare il proprio modello di business lungo un percorso di sviluppo inclusivo, responsabile e sostenibile

Salone del Mobile, Maria Porro ratifica la politica di sostenibilità
00:00 00:00

Il Salone del Mobile.Milano rinnova e perfeziona la sua Politica di Sostenibilità ratificata dalla presidente Maria Porro anche per l’edizione 2024 che si terrà dal 16 al 21 aprile in Fiera Milano. Politica già integrata nella strategia e nella gestione sia aziendale sia delle diverse manifestazioni che organizza perché, “in un mondo interdipendente con risorse limitate, nel quale ciascuno è responsabile della salvaguardia del pianeta, è suo compito contribuire a rendere l’intero sistema fieristico più competitivo e capace di futuro”.

Sostenibilità-Salone del Mobile

Il Salone mette infatti al centro dei propri valori l’agire in modo sostenibile sotto il profilo sociale, ambientale ed economico, parte della sua missione è dare vita a eventi memorabili – grazie alla sinergia e alla maestria dei tanti attori che li producono –, destinati a essere ricordati nel tempo anche per il loro Dna sostenibile - si sottolinea -. Laboratorio progettuale e creativo in costante evoluzione, aperto al mondo e alle sue sfide, co-creato da energie, talenti e intelligenze collaborative in cerca di soluzioni d’avanguardia che, insieme, aspirano a progettare un’esperienza fieristica a misura d’uomo, di comunità e d’ambiente, preservando contemporaneamente la bellezza che ogni anno si mette in mostra. Così la Politica ratifica e declina la convinzione del Salone che “la creazione di valore sostenibile e duraturo nel tempo, attraverso la gestione di eventi fieristici, debba essere perseguita nel rispetto dei principi etici di integrità e onestà, inclusione e trasparenza, in un’ottica di costante miglioramento, di efficienza operativa e di economicità gestionale”.

In questo modo, il testo sottoscritto presenta gli impegni e gli obiettivi concreti che la manifestazione si è posta quali driver per guidare il proprio modello di business lungo un percorso di sviluppo inclusivo, responsabile e sostenibile. Ed etica e sostenibilità sono le spinte da cui nasce “Under the Surface”, un percorso progettuale che si inserisce nel dibattito sul valore della produzione d’arredo responsabile e che trova il suo contesto ideale all’interno del prossimo Salone Internazionale del Bagno.

Salone del Mobile sostenibilità

“Dopo l’edizione del 2022 che metteva al centro dei contenuti la sostenibilità con la grande installazione di Mario Cucinella, il conseguimento della certificazione Iso 20121 nel 2023, riteniamo fondamentale continuare il nostro percorso di sostenibilità enunciandone ufficialmente strategie e obiettivi e misurandone i progressi in modo puntuale. Per questo motivo - afferma Maria Porro - rinnoviamo, rafforziamo e perfezioniamo la Politica di Sostenibilità redatta l’anno scorso: questa revisione ci è utile per acquisire sempre più consapevolezza nel nostro agire quotidiano ma anche nel costruire un dialogo ancora più costruttivo con tutti gli stakeholder coinvolti.

Siamo un evento globale, come organizzatori sappiamo quanto sia importante condividere con tutte le aziende espositrici, gli allestitori, i visitatori, e tutto l’ecosistema del design, questa scelta etica e responsabile”.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica